1/36

Il maltempo non ferma le ragazze

Loro non “cantano sotto la pioggia”, come recita una famosa canzone. Ma combattono e cercano di valorizzare sempre la loro grande passione verso la palla ovale. La domenica di maltempo che è andata in scena qualche giorno fa non ha impedito alle squadre maggiori del settore femminile del Rugby Frascati Union 1949 di scendere in campo e dimostrare le proprie qualità. Sul campo di casa di Spinoretico, è andata in scena una tappa del campionato Under 18 a cui hanno partecipato l’Aprilia e le Belve Neroverdi di L’Aquila. Le ragazze frascatane dell’Under 18 hanno sfoderato la loro migliore prestazione della stagione, andando a cogliere un meritato successo di tappa grazie alla vittoria di entrambi gli incontri disputati. Alta intensità di esecuzione e ritmo elevato hanno ancora una volta evidenziato il buono stato di forma della squadra, unitamente ad una gestione della gara sempre più consapevole. La giornata si è conclusa con il consueto momento del “terzo tempo”, condiviso con le rappresentanti delle squadre avversarie giunte fino a Frascati. Non è stata molto diversa l’atmosfera (anche quella meteorologica) vissuta ad Orvieto, dove si è disputata l’ultima tappa di Coppa Italia a cui erano presenti le All Reds e le padrone di casa dell’Orvietana. Sotto la pioggia, le Seniores del Rugby Frascati Union 1949 hanno giocato un bel rugby, nonostante una partenza con il freno a mano tirato. Le ragazze tuscolane, infatti, si sono ben presto riprese e hanno saputo spingere sull’acceleratore, ritrovando ritmo e amalgama e andando a cogliere il successo di tappa. Nella prima gara si è registrato un brutto infortunio per Sara Mancini, uno dei pilastri della squadra, che ha rimediato la frattura del malleolo: all’atleta tuscolana vanno i migliori auguri per una pronta guarigione.

Ascantini e l' Under 12

La stagione del Rugby Frascati Union 1949 va verso la conclusione, ma in questo finale i protagonisti sono i gruppi giovanili. Domenica è stato il turno dell’Under 12 maschile che è stata protagonista (in collaborazione con la società amica del Formello) del raggruppamento organizzato dalla Capitolina. Oltre ai padroni di casa, erano presenti il Frascati Rugby Club e il Civitacastellana. “La pioggia ci ha concesso una tregua proprio in occasione del raggruppamento – racconta il responsabile del settore mini rugby Alessio Ascantini – I nostri ragazzi hanno dato l’ennesima dimostrazione di crescita, sia dal punto di vista dello spirito di squadra che da quello tecnico: questo è un gruppo che, per la maggior parte, gioca assieme da un paio d’anni e all’inizio ha dovuto stringere i denti. Col passare del tempo, però, questi ragazzi hanno cominciato a togliersi delle soddisfazioni e nella seconda parte di questa stagione sono diventati competitivi. Hanno fatto bene nei due recenti tornei disputati a Tivoli e a Città di Castello, ma anche domenica le risposte sono state positive”. Ora tutto il settore di base del Rugby Frascati Union 1949 è proiettato su un importante appuntamento di fine stagione. “Il prossimo 2 giugno parteciperemo con tutte le categorie al torneo degli Acquedotti, nel centro sportivo dell’Appia rugby – sottolinea Ascantini – Quella sarà l’occasione per valutare nuovamente i progressi di tutti i nostri ragazzi e un buon modo per chiudere l’annata 2018-19”. 
Grandi soddisfazioni “giovanili” arrivano pure dal settore femminile dove ben otto ragazze del Rugby Frascati Union 1949 sono state convocate con la rappresentativa regionale Under 14 che ha disputato un torneo a Bari (in Puglia) nello scorso fine settimana. Si tratta delle ragazze classe 2005 Miriana Carlini, Cecilia Cudin e Rachele Giuffrè e delle classe 2006 Chloe Ceccaroli, Martina Clementi, Juanita Di Giusto, Rebecca Emmellino ed Aurora Salvagni. Intanto l’Under 18 femminile prepara l’importantissimo appuntamento delle finali scudetto del prossimo 2 giugno a Calvisano dove il sodalizio tuscolano sarà presente per la terza volta dopo le due finali Under 16 degli scorsi anni.

L’Under 18 femminile si classifica al 6° posto

L’Under 18 femminile del Rugby Frascati Union 1949 ha concluso con un sesto posto l’avventura alle finali nazionali di categoria, tenutesi a Calvisano (cittadina lombarda in provincia di Brescia) nello scorso fine settimana. “Al di là dell’aspetto tecnico, è stata una grandissima esperienza per ragazze in formazione come quelle di questa età – dice coach Cristina Tonna – La possibilità di stare insieme tanto tempo e in maniera decisamente più intensa rispetto al periodo della stagione ordinaria è certamente un fattore molto importante che ha arricchito il bagaglio umano e sportivo delle nostre atlete. A livello di campo, è stato un torneo di altissimo spessore agonistico vista la presenza di squadre di prima fascia. Ci è rimasto un po’ di rammarico per la fase di qualificazione in cui abbiamo affrontato il fortissimo Villorba (poi finalista della manifestazione con Badia, ndr), il Valsugana e il Sondalo con cui abbiamo ottenuto una vittoria: il girone lo abbiamo terminato al quarto posto, ma solo per una questione di differenza punto, poi il giorno successivo abbiamo giocato e vinto contro Biella (terza dell’altro girone, ndr) e perso la finale per il quinto posto disputata di nuovo contro Valsugana. Al momento questa è la nostra fascia di valutazione a livello nazionale, ma le ragazze devono essere consapevoli di aver fatto un ottimo lavoro nel corso della stagione. Tra le soddisfazioni di questo week-end, indubbiamente, i complimenti ricevuti dal tecnico del Villorba”. La stagione ufficiale dell’Under 18 femminile del Rugby Frascati Union 1949 è terminata, ma “le ragazze continueranno ad allenarsi anche nel periodo estivo per non perdere la “dote” di lavoro costruita nell’arco di questa stagione – spiega Tonna – Per quanto riguarda la prossima stagione, la maggior parte di loro saranno ancora in età da Under 18 e potranno continuare questo percorso”.

La retrocessione in C? Il progetto non subirà contraccolpi

Ieri pomeriggio il primo XV del Rugby Frascati Union 1949 ha disputato il derby cittadino di serie B contro il Frascati Rugby Club che ha vinto col punteggio di 22-17. “Il risultato – dicono cavallerescamente dalla società - ha premiato la squadra che si è dimostrata migliore e ad essa va il nostro plauso. Con tale risultato il nostro primo XV retrocede in serie C1. Il Rugby Frascati Union 1949 ringrazia comunque tutti gli atleti, lo staff tecnico ed i dirigenti per l’impegno profuso, garantendo che il progetto sportivo non subirà contraccolpi ed andrà avanti fino a quando non avremo riportato questa società nella serie che gli compete, che certamente non è la serie B.
Il Rugby Frascati Union 1949 ha già programmato la prossima stagione grazie anche all’intensificazione dei rapporti con le scuole nell’ambito di minirugby e del settore femminile, con la Senior “rosa” che probabilmente parteciperà al prossimo campionato di serie A”

Festa per il raggruppamento

Il week-end post-pasquale ha visto in campo quasi tutte le selezioni del Rugby Frascati Union 1949, a cominciare dai più piccoli. E’ stato spettacolo vero presso il campo di casa di Cocciano dove domenica è andato in scena un raggruppamento delle categorie Under 8 e Under 10, il secondo stagionale affidato dal comitato regionale all’organizzazione del sodalizio tuscolano. “Nonostante il tempo un po’ incerto, c’è stata grandissima partecipazione – sottolinea il responsabile del settore minirugby Alessio Ascantini – Oltre a noi, hanno risposto presente ben sette società e cioè Colleferro, Tivoli, Us Roma, Aprilia, Lupi Frascati, San Cesareo e Formello. Con queste ultime due società da tempo si è instaurata una bella collaborazione che ci ha visto fare alcuni allenamenti congiunti e talvolta anche dei raggruppamenti assieme. Domenica scorsa oltre un centinaio di piccoli atleti hanno “gremito” il nostro campo e poi hanno partecipato al tradizionale “terzo tempo” a fine manifestazione”. Per Ascantini “quella di domenica è stata una sorta di prova generale per il torneo che faremo domenica a Città di Castello, il primo fuori regione per i nostri piccoli atleti, mentre il 2 giugno ci sarà un torneo di fine stagione all’Appia”. Il progetto del minirugby del Rugby Frascati Union 1949 procede a gonfie vele anche per il costante lavoro fatto nelle scuole. “Abbiamo instaurato una proficua collaborazione con cinque istituti del territorio, vale a dire la “Vanvitelli”, Villa Sciarra, la “Dandini”, la “Lupacchino” e la “Tudisco” – rimarca Ascantini - I nostri tecnici sono andati periodicamente in queste scuole per promuovere la nostra disciplina e inoltre abbiamo organizzato tre incontri di sabato presso il nostro campo per tutti i ragazzini che volessero provare: uno è andato in scena lo scorso 13 aprile, il prossimo sarà proprio sabato 4 maggio (a partire dalle ore 10,30, ndr) e poi ce ne sarà un altro il 18 maggio. Infine ricordo che fino alla fine della stagione per tutti è possibile venire a fare una prova gratuita nei giorni di allenamento di mercoledì e venerdì per conoscere la nostra società e i nostri metodi di allenamento”. 
E’ stato un week-end importante anche per il settore femminile con le tappe Under 14 ed Under 16 disputate ad Aprilia a cui hanno partecipato anche le “ospiti” venete del Villorba. L’Under 14 ha giocato due buone partite contro le padrone di casa e le trevigiane, con un sostegno sempre più consistente che ha permesso una migliore continuità diretta, frutto dell’impegno costante di tutta la squadra negli allenamenti. Per la Under 16 l’unica gara di giornata è stata quella con le padrone di casa dell’Aprilia, dove le giovani giallorosse hanno sofferto oltremodo la fisicità delle avversarie.
Una stagione non facile per l’Under 16 tuscolana, in completo rinnovamento, che però ha dimostrato con caparbietà la voglia di scendere in campo ogni domenica. Sempre nel settore femminile, va segnalata la presenza di due ragazze nel Montevirginio che gioca in serie A e che nell’occasione ha affrontato il Puma Bisenzio. Infine, nel settore maschile, ha perso di due punti (21-23) la serie B che era opposta al Messina, mentre la C2 ha perso a Ostia e l’Under 18 ha ottenuto un bel successo per 31-19 contro la Lega Latina.

Festeggiamenti del 70° anniversario

Nei giorni scorsi la Fondazione Rugby Frascati ha presentato in una conferenza stampa gli eventi organizzati per i 70 anni di anniversario dello storico sodalizio tuscolano. A fare una panoramica su come si evolveranno i festeggiamenti è stato il presidente della Fondazione Luigino Bellusci, affiancato al tavolo dei relatori dal presidente del comitato per i festeggiamenti Ettore Tanfani (giocatore con più presenze con la maglia tuscolana). Nel corso della conferenza sono intervenute alcune delle persone che avranno un ruolo fondamentale nello svolgimento dei tanti eventi in programma che si apriranno il prossimo 4 settembre presso la “Sala Mura del Valadier” con la presentazione della mostra del 70esimo del Rugby Frascati alla presenza delle cariche istituzionali cittadine e dei tanti giocatori che hanno fatto la storia di questa società. Nello stesso giorno si celebrerà una messa di ricordo degli atleti che sono scomparsi nel corso degli anni e poi l’immancabile cena sociale presso la club house dello stadio di Cocciano. Il 14 settembre spazio in mattinata al convegno “La donna nello sport: da novità a parità”, mentre la sera si terrà una serata musicale sempre alla club house dello stadio di Cocciano. Il prologo ideale per il torneo tutto al femminile del 15 settembre denominato “Frascati Donna a 7” in cui si giocheranno partite di rugby a 7 “rosa” dalla mattina al pomeriggio. Il 21 settembre l’altro convegno dal titolo “Lo sport quale strumento per la crescita del benessere sociale” anticiperà il ricco torneo di mini rugby del giorno successivo con successivo tradizionale terzo tempo per la gioia dei piccoli atleti e dei loro genitori. Il 28 settembre ci sarà un altro momento clou del programma dei festeggiamenti con una partita internazionale Under 18, mentre in serata la Fondazione organizzerà una cena sociale per promuovere il libro sul Rugby Frascati. Il 6 ottobre sarà la volta del sempre sentito “Torneo Old” che coinvolgerà diverse squadre da tutta Italia e poi il gran finale è previsto per il 25 ottobre con la presentazione del libro “La storia del Rugby Frascati” curato da Roberto Eroli che si terrà presso le “Scuderie Aldobrandini” alla presenza della Nazionale italiana di rugby e di diverse autorità politiche e sportive.

B un punto con rammarico

E’ stato un altro week-end ricco di partite in casa Rugby Frascati Union 1949. A parlarne è il direttore del rugby Sebastian Caffaratti che inizia dalla sfida casalinga della serie B contro Paganica persa per 22-27. “Non è stata una grandissima partita da parte nostra, nel senso che non siamo stati molto lucidi nei momenti decisivi della partita. Il gruppo, comunque, ha avuto la capacità di restare in partita fino all’ultimo e conquistare un punto di bonus che ci avvicina al Messina, ora distante una sola lunghezza. Rimane un po’ di rammarico perché c’è stata la sensazione di poter vincere questa gara, ma guardiamo alle prossime partite”. La prima di queste, quella prima della sosta per la Pasqua, sarà sul campo della Rugby Roma. “Facile prevedere un’altra partita molto combattuta. Di fronte avremo una squadra ostica, solida e che in casa spesso riesce ad esprimersi al meglio. Ma proveremo a muovere ancora la classifica: sono fiducioso per questo finale di stagione dei nostri ragazzi”. Non solo primo XV: il week-end del Rugby Frascati Union 1949 ha visto scendere in campo (nel settore maschile) anche la serie C2 e l’Under 14. “Questi ultimi hanno fatto una partita amichevole con Viterbo ed è stato un buon test, mentre la serie C2 è arrivata ad un passo dal successo contro il Cassaternum, ma una meta degli avversari in extremis è costata la sconfitta per 22-18. Nel prossimo fine settimana, inoltre, torneranno in campo le nostre categorie del mini rugby, impegnate in un raggruppamento a Tivoli”. Ma nello scorso fine settimana c’è stato anche un importante appuntamento per il settore femminile del Rugby Frascati Union 1949. L’Under 16, infatti, è stata a L’Aquila per la decima tappa del campionato di categoria. Le giovani frascatane, in formazione molto rimaneggiata, hanno fortemente voluto partecipare a questo evento, caduto a distanza di pochi giorni dal decimo anniversario del terribile terremoto che devastò la cittadina abruzzese e molti paesi circostanti. Tra le altre cose le tuscolane hanno potuto calcare l’erba del mitico stadio “Fattori”, uno degli impianti storici della palla ovale italiana.

Contro il Villa prestazione gagliarda

E’ iniziata la volata finale per la serie B del Rugby Frascati Union 1949. La squadra dei coach Luca Corona e Claudio Girini ha giocato a testa alta sul campo del Villa Pamphili secondo della classe nel match di domenica scorsa, ma una prestazione gagliarda e coraggiosa non è bastata ai tuscolani per evitare la sconfitta per 27-5. “Siamo stati in partita per oltre sessanta minuti, poi c’è stato un crollo fisico nel finale e l’abbiamo pagato a caro prezzo – commenta Corona – Il primo tempo è stato davvero tirato ed equilibrato tanto che ci è voluta una meta negli ultimi dieci minuti per consentire ai padroni di casa di chiudere all’intervallo avanti per 7-0. Nella ripresa abbiamo ricominciato con un buono spirito, pagando nel finale lo sforzo fatto. A livello di impegno, comunque, non ho nulla da rimproverare ai ragazzi che hanno provato a fare il massimo così come accaduto anche all’andata quando perdemmo in extremis con il Villa Pamphili”. Il Rugby Frascati Union 1949 rimane a due punti dal Messina terzultimo (e ospite dei tuscolani nel match post pasquale del 28 aprile prossimo). “Cercheremo di fare il massimo in questo finale di stagione – rimarca Corona – Le avversarie che ci rimangono da incrociare sono Paganica e Rugby Roma prima della sosta, poi Messina, Frascati Rugby Club e Salerno (fanalino di coda e già spacciato) dopo lo stop pasquale: di fatto giocheremo quattro partite casalinghe su cinque e questo è un fattore importante. La gara casalinga con Salerno ci vedrà per forza favoriti, mentre al di là dell’incrocio col Messina, avremo tre sfide con squadre di medio-alta classifica che magari non saranno “affamate” di punti. Non ci aspettiamo regali, comunque, perché in questa categoria non ne fa nessuno”. Corona parla un po’ più nello specifico del match di domenica contro il Paganica, da giocare tra le mura amiche. “Poche settimane fa hanno subito un grave lutto e probabilmente hanno risentito di quell’episodio dal punto di vista dei risultati. Ma dobbiamo tenere alta la guardia perché quella abruzzese rimane una formazione di tutto rispetto”.

Eventi per i 70 anni.

Il Rugby Frascati Union 1949 parteciperà domani con una corposa delegazione alla conferenza stampa di presentazione degli eventi organizzati dalla Fondazione Rugby Frascati per festeggiare i 70 anni dello storico sodalizio tuscolano. La serata, che si terrà presso la prestigiosa location delle Scuderie Aldobrandini nella centralissima piazza Marconi di Frascati, sarà collegata all’apertura della mostra dell’artista Laura Marcucci Cambellotti, dal titolo “L’arte sognata, l’arte vissuta”. Il programma prevede dalle ore 17 una presentazione della mostra con una visita guidata, poi alle 18 si terrà la conferenza stampa in cui si farà il punto sugli eventi organizzati per celebrare il 70esimo anniversario della nascita del Rugby Frascati e alle 19 si concluderà con un’apericena offerto dalla Fondazione. 
“Invitiamo calorosamente tutti i cittadini e gli appassionati della palla ovale a intervenire a questo appuntamento perché con esso si aprirà idealmente il sipario sulle manifestazioni celebrative per i 70 anni del Rugby Frascati – dicono dal Rugby Frascati Union 1949 - Un anniversario che è indistintamente di tutti coloro che vogliono bene al movimento della palla ovale tuscolana”.

Nona tappa per l' Under 18 femminile

L’Under 18 femminile del Rugby Frascati Union 1949 ha dato spettacolo nella nona tappa del campionato di categoria andata in scena domenica scorsa sul campo amico di Spinoretico. Le ragazze frascatane hanno affrontato le tradizionali avversarie della regione Lazio a cui si sono aggiunte le friulane del Monfalcone, ottenendo quattro successi in altrettante partite. Tra l’altro le atlete della squadra del nord Italia sono state ospitate proprio dalle pari età frascatane il giorno prima dell’evento sportivo e così hanno avuto modo di scoprire alcune delle meraviglie di Roma e della stessa Frascati. Domenica, poi, è stato tempo di sfide ufficiali: il Rugby Frascati Union 1949 ha aperto le sue fatiche con la durissima sfida alla Capitolina. Una gara in cui le tuscolane sono state concentrate e determinate, dimostrando di essere in una giornata di grande ispirazione e alla fine aggiudicandosi il difficile incontro. Successivamente è stata la volta dell’incrocio con le Belve Neroverdi di L’Aquila, battute in maniera abbastanza chiara. Poi è arrivato l’incrocio vincente con Monfalcone, una squadra tra le migliori della regione che ha rappresentato un importante test di verifica per le ragazze frascatane e che alla fine ha conquistato il secondo posto di tappa. La chiusura è stata contro Aprilia, anch’essa battuta in modo autoritario. L’Under 18 del Rugby Frascati Union 1949 è stata inoltre la squadra più numerosa presentatasi all’appuntamento e la possibilità di fare turnover ha sicuramente agevolato il “filotto” di successi. La squadra tuscolana, ormai, intravede la possibilità di essere presente alle finali nazionali di fine stagione a Calvisano. Alla fine della manifestazione è andato in scena il “XV del comitato”, l’evento promosso dalla Fir Lazio per preparare anche le società femminili allo “sbarco” nel rugby a 15: a Spinoretico erano presenti ragazze di varie società (oltre a quella di casa c’erano anche rappresentanti di Orvietana, Aprilia, All Reds e Cassino) che hanno sostenuto un allenamento comune e una partita finale.
Infine nel settore maschile sono scesi in campo i ragazzi della serie B che hanno potuto poco al cospetto della forte compagine dell’Afragola. Ma domenica, in mattinata, il Rugby Frascati Union 1949 aveva organizzato anche un raggruppamento per le categorie Under 8 e Under 10 riempendo lo stadio di Cocciano con tantissimi piccoli mini-rugbysti. Uno spettacolo e una grandissima festa che si è conclusa (come sempre) col consueto partecipatissimo terzo tempo.

Ancora all' insegna del rosa

E’ stato ancora all’insegna del colore rosa il week-end del Rugby Frascati Union 1949. Le tuscolane della palla ovale sono state protagoniste sabato con l’Under 14 nella tappa disputata sul campo dell’Us Roma, mentre domenica è stata la volta delle Seniores che hanno giocato una tappa di Coppa Italia a Cassino. “Abbiamo avuto nuovi riscontri positivi da questi due gruppi – dice il tecnico Cristina Tonna – Le piccole hanno affrontato le padrone di casa e l’Aprilia, vincendo nel primo incontro e venendo sconfitte nell’altro: al di là dei risultati, si nota la crescita costante di queste ragazze che si allenano con grande serietà ed impegno. Nell’occasione le nostre ragazze hanno messo in mostra una buona difesa e in generale un minor “timore” del contatto fisico. Questo gruppo è formato da alcune giovanissime atlete che provenivano dall’esperienza nel nostro settore mini rugby e che, assieme alle altre ragazze, stanno facendo davvero un bel percorso. Per ciò che concerne le Seniores – prosegue la Tonna – hanno dimostrato di essere in un buon momento di forma, vincendo entrambe le partite con Orvietana e con la mista uscita fuori da Brigantesse Cassino e All Reds. Le nostre ragazze sono state più disciplinate sotto i punti di vista del gioco e regolamentare e hanno sfoderato una buona prestazione complessiva, partecipando in maniera numerosa a questo appuntamento. Sia sabato che domenica siamo stati accolti in maniera estremamente calorosa dalle società organizzatrici e questo è un dato da sottolineare perché rispecchia pienamente quelli che sono i veri valori del rugby”. 
Non è stato un fine settimana molto fortunato per il settore maschile a livello di risultati: la serie B ha perso 32-20 sul campo di Avezzano, anche la serie C2 si è dovuta inchinare per 30-14 alla formazione capitolina del Gruppo Idee. Sconfitta di misura dopo una partita molto equilibrata per l’Under 14 che ha ceduto per 40-43 contro l’All Reds e infine tre vittorie su tre per l’Under 12 che ha giocato un ottimo concentramento sul campo amico di Cocciano. 

Under 18 sugli scudi

Un’altra positiva prestazione per l’Under 18 maschile del Rugby Frascati Union 1949. Il gruppo di coach Claudio Girini è uscito dal campo senza punti nel match esterno contro il Paganica che si è imposto per 28-18, ma la prestazione dei frascatani è stata incoraggiante. «Abbiamo giocato un ottimo primo tempo, poi nel secondo siamo stati meno attenti e più fallosi e gli avversari sono usciti alla distanza – commenta l’allenatore dell’Under 18 tuscolana – E’ stata una partita con diversi “capovolgimenti”, ma l’atteggiamento dei ragazzi è stato quello giusto e abbiamo fatto una buona gara soprattutto dal punto di vista difensivo, mentre bisogna migliorare sulla disciplina: abbiamo giocato in 13 per circa dieci minuti a causa di due gialli e questo lo abbiamo pagato alla fine». Il match di Paganica è stato l’ultimo della prima fase di stagione. «Ora attendiamo i nuovi calendari della seconda parte di campionato, ma i ragazzi devono solo pensare a crescere: come già detto, questo è un anno di transizione e tutto il lavoro fatto in questa annata se lo ritroveranno in futuro». Un futuro un po’ più a breve termine riguarda l’importante impegno che attende l’Under 18 del Rugby Frascati Union 1949 alla fine della stagione agonistica. «Anche quest’anno questo gruppo parteciperà alla terza edizione del “Trofeo dei vini” che forse verrà disputato a Rovato (provincia di Brescia, ndr) e che probabilmente sarà allargato anche a più squadre, visto che so che c’è il tentativo di coinvolgere anche club stranieri come Bordeaux. Un appuntamento importante che ci metterà di fronte ad avversari molto competitivi e vogliamo arrivare pronti all’evento per fare una buona figura» conclude Girini.
Infine è stata corposa la presenza delle tesserate del Rugby Frascati Union 1949 nelle rappresentative regionali che hanno disputato un torneo di area sabato scorso a L’Aquila. Sia nell’Under 18 che nell’Under 16 del Lazio, infatti, erano ben nove le convocate del sodalizio tuscolano che si conferma una delle realtà più importanti del movimento regionale e non solo. 

Domenica tutta al femminile

Un’altra giornata di grandissima festa per il settore femminile del Rugby Frascati Union 1949. Dopo quello dello scorso 10 febbraio dedicato a Under 14 e Under 16 provenienti da diverse regioni d’Italia, la società tuscolana ha organizzato un nuovo evento “in rosa” raggruppando ben quattro categorie (Under 14, Under 16, Under 18 e Seniores) ancora una volta presso il campo sportivo di Spinoretico. Un grosso motivo d’orgoglio per il sodalizio tuscolano, unica società laziale a poter contare su tutte e quattro le categorie presenti all’appuntamento. Pure il campo ha dato risposte molto incoraggianti a tutte le selezioni frascatane che hanno dimostrato di essere sulla strada giusta anche dal punto di vista della formazione di uno spirito di squadra importante. Ad aprire le danze è stata l’Under 14 che ha sfoderato tre prestazioni brillanti ottenendo due vittorie con Us Roma e Spoleto e diminuendo il gap con Aprilia che ha dimostrato di essere molto competitiva in questa categoria. A seguire è stata la volta dell’Under 16 che ha giocato un’ottima partita contro le Belve Neroverdi e poi si è confrontata a testa alta con la fortissima formazione della Capitolina, accreditata anche ad essere protagonista nelle finali nazionali di categoria. Per ciò che concerne l’Under 18, stante l’assenza in extremis delle Belve Neroverdi L’Aquila, le ragazze hanno affrontato l’Aprilia vincendo il match con un risultato rotondo e infine le Seniores, oltre a registrare l’esordio assoluto di Katia Fratarcangeli, hanno incassato l’unica sconfitta con Orvietana e hanno battuto l’Aprilia e la formazione “mista” composta da Brigantesse Cassino e All Reds Roma. 
Il giorno precedente, il gruppo dell’Under 14 ha sostenuto un’intensa seduta di allenamento presso la struttura della Roma X, a consolidamento della partnership che lega le due società: dopo la seduta, le ragazze si sono spostate nel vicino impianto delle Fiamme Oro per vedere la partita del Top12 maschile tra la squadra di casa e il Calvisano.
Infine, è stato un week-end ricco anche per il settore maschile che è sceso in campo con la serie B, la C2, l’Under 18, l’Under 14, l’Under 10 e l’Under 8 ottenendo buone risposte da tutti i gruppi. Il Rugby Frascati Union 1949 non si ferma mai… 

Torneo femminile nazionale con Castrogiovanni

Il settore femminile del Rugby Frascati Union 1949 non smette di stupire. Grazie all’appoggio del comitato regionale e alla concomitanza della partita del Sei Nazioni maschile a Roma, domenica scorsa il sodalizio tuscolano è riuscito ad organizzare al centro sportivo di casa di Spinoretico un concentramento speciale che ha visto partecipare ben otto squadre nella categoria Under 14 e cinque nell’Under 16, molte delle quali provenienti da fuori regione. Soprattutto per le Under 14 si è trattato di un appuntamento molto importante: il fatto di potersi confrontare con tante squadre nuove, provenienti da varie regioni d’Italia (come le friulane del Codroipo, le toscane del Prato e del Bisenzio, le liguri del Genova e le campane del Torre del Greco oltre alle “consuete” Us Roma e Aprilia), ha sicuramente avuto un riflesso positivo sulla loro capacità di concentrazione e sul loro entusiasmo. Nell’Under 16 c’è stato addirittura un tocco di “internazionalità” con la presenza delle croate del Dubrovnik oltre alle toscane del Rosignano e alle tradizionali Aprilia e Capitolina. Bravissime e particolarmente ispirate le padrone di casa che si sono aggiudicate il secondo posto alle spalle della Capitolina. L’evento, caratterizzato da una splendida giornata di sole che ha favorito le attività rugbystiche e l’immancabile terzo tempo, è stato impreziosito da una presenza d’eccezione, quella di Martin Castrogiovanni, un mito del rugby italiano con le sue 119 presenze in azzurro. Il pilone si è dimostrato molto disponibile e si è intrattenuto con le varie atlete presenti a Spinoretico, incoraggiandole nell’alimentare la loro passione per il rugby.
Nello scorso fine settimana sono scese in campo anche l’Under 12 e l’Under 14 maschili con ottimi riscontri. Il primo gruppo si è piazzato al secondo posto del memorial “Campagna” di Colleferro, mentre l’Under 14 (che ha una franchigia con Arnold) ha giocato con due gruppi proprio sul campo della squadra capitolina sfidando Aprilia, l’Amatori Genova e perfino una squadra cilena.

la Under 18 alla ribalta

Nello scorso fine settimana, quasi tutte le competizioni ufficiali si sono fermate in “ossequio” all’impegno dell’Italia nel Sei Nazioni 2019. Il maltempo, tra l’altro, ha cancellato un gustosissimo concentramento dedicato a Under 8 e Under 10 che si sarebbe dovuto tenere allo stadio del rugby di Cocciano sotto l’egida organizzativa del Rugby Frascati Union 1949. Nel settore maschile l’unica rappresentante dei colori tuscolani a giocare una gara ufficiale è stata l’Under 18 di coach Claudio Girini che ha rimediato una sconfitta a testa alta sul campo dell’Appia Colleferro prima della classe. «Il divario tecnico tra le due squadre esiste e l’Appia Colleferro ci ha costretto a fare una gara soprattutto difensiva – dice l’allenatore tuscolano - Ma i ragazzi hanno interpretato bene la sfida e sono stati disciplinati fino alla fine. Anzi nella parte conclusiva siamo anche andati a meta, finendo in attacco l’incontro. Tra le note positive c’è stata la presenza di alcuni ragazzi del PomeziaTorvajanica che si sono aggiunti al nostro gruppo dopo che la loro società si è ritirata da questo campionato». Altre due partite e poi l’Under 18 maschile del Rugby Frascati Union 1949 manderà in archivio la prima fase. «Giocheremo il 17 febbraio col Villa Pamphili e la domenica successiva sul campo del Paganica, poi vedremo dove ci saremo piazzati e ci saranno altre partite per la seconda fase. Questo è un gruppo che sta giocando quasi totalmente sotto età e quindi sta accumulando esperienza utile in vista della prossima annata. Qualcuno di loro potrebbe anche essere aggregato alla nostra serie B nel finale di stagione, valuteremo attentamente se ci saranno le condizioni affinché questa ipotesi si concretizzi».
Nello scorso fine settimana è scesa in campo anche la Under 18 femminile. Su un campo reso fangoso dalla forte pioggia, caduta fino a poco prima di iniziare le gare, si è disputata la sesta tappa del campionato interregionale di categoria in casa dell’Aprilia. Con il terreno di gioco così pesante le ragazze frascatane hanno faticato oltremodo, riuscendo solo in parte ad arginare la fisicità delle avversarie di giornata, vale a dire le Belve Neroverdi di L’Aquila, le padrone di casa e la Capitolina, a cui è andata la vittoria di tappa.

Settore femminile in festa

Tre squadre su quattro del settore femminile del Rugby Frascati Union 1949 sono scese in campo nello scorso fine settimana. L’unica selezione “a riposo” è stata l’Under 18, anche se le ragazze si sono divise tra la prima squadra e l’Under 16 (da fuoriquota). Per ciò che concerne la formazione Seniores, è stata di scena a Montevirginio per la seconda tappa della Coppa Italia e ha avuto di fronte l’Orvietana (all’esordio stagionale) e le All Reds centrando un doppio successo. «Una buona prestazione da parte delle ragazze che hanno messo in mostra tutta la loro abilità, nonostante qualche indisponibilità per infortunio – dice il tecnico Cristina Tonna – Inoltre abbiamo potuto registrare un nuovo esordio di una nostra ragazza con la serie A femminile di rugby a 15 del Montevirginio (con cui, assieme a Tusciarugby, è stata allacciata una positiva collaborazione da inizio stagione, ndr), vale a dire Giulia De Paolis, che si è ben destreggiata assieme all’altra compagna di squadra Mayra Bucciarelli la quale aveva già esordito in serie A a dicembre». Da Montevirginio ad Aprilia dove si è tenuta una tappa di campionato delle categorie Under 14 e Under 16, rispettivamente la settima e la sesta della stagione. «Le più piccole si sono confrontate con le padrone di casa e l’Us Roma e tra l’altro, una volta disputate le loro due partite, hanno integrato l’organico proprio del team romano che doveva sfidare l’Aprilia, mentre l’Under 16 ha “incrociato le spade” con l’Aprilia e la Capitolina – spiega la Tonna - In entrambi i casi abbiamo incassato indicazioni positive sul percorso di formazione che stanno facendo le ragazze e che esula dal mero risultato finale». Il settore femminile del Rugby Frascati Union 1949 è già proiettato ad un doppio “ghiottissimo” evento. «Il 10 febbraio, il giorno successivo a Italia-Galles del Sei Nazioni maschile, ospiteremo presso il campo di Spinoretico un concentramento Under 14 e Under 16 che vedrà la partecipazione di diverse squadre di fuori regione che approfitteranno del viaggio a Roma per vedere la partita e aderiranno all’evento. Infine c’è grande attesa per l’appuntamento del 17 febbraio quando, sempre a Spinoretico, ospiteremo le tappe federali di quattro categorie insieme: Seniores, Under 18, Under 16 e Under 14, ovviamente partecipando in massa con tutte le nostre ragazze» conclude la Tonna.
Nello scorso fine settimana è scesa di nuovo in campo anche la serie B maschile, all’ultima gara prima di due settimane di stop in ossequio al Sei Nazioni. I ragazzi di coach Luca Corona e Claudio Girini hanno perso 18-12 sul campo della Capitolina sfoderando una grandissima prestazione, mettendo in difficoltà i forti avversari e meritando probabilmente anche la vittoria finale che non è arrivata davvero per pochi dettagli.

Primo derby in serie B

Il primo storico derby di serie B premia il Frascati Rugby Club che si è imposto per 32-15 sul Rugby Frascati Union 1949. Ma i ragazzi di coach Luca Corona e Claudio Girini hanno giocato a testa alta contro un avversario che ha mostrato di avere qualcosa in più in questa occasione. «E’ stata una sfida molto corretta e ben giocata, tra l’altro disputata con una splendida cornice di pubblico e in una vera e propria festa del rugby – sottolinea Girini - Il Frascati Rugby Club ha vinto con merito, ma probabilmente il risultato è troppo ampio per ciò che hanno fatto vedere i nostri ragazzi. La prestazione è stata positiva, anche se indubbiamente abbiamo commesso delle disattenzioni che gli avversari ci hanno fatto pagare. In questo dobbiamo migliorare: tenere il campo per tutti gli ottanta minuti è fondamentale in questa categoria». L’unica vera “nota stonata” di domenica è arrivata da Catania. «Il Messina, che è una nostra concorrente, ha vinto a sorpresa in casa degli etnei. Ma anche in quel caso si è trattato di un derby e dunque di un match aperto ad ogni tipo di risultato». Il Rugby Frascati Union 1949 guarda già avanti, al fondamentale match di Salerno di domenica prossima. «Affrontiamo una squadra che ha sempre perso, ma queste sono le partite più pericolose in cui la squadra sulla carta più forte ha tutto da perdere. Bisognerà tenere altissima la concentrazione se vogliamo tornare a casa coi cinque punti che servono alla nostra classifica» conclude Girini. 
Bella giornata di rugby anche per l’Under 14 e l’Under 16 femminile del Rugby Frascati Union 1949 che hanno disputato un’altra tappa dei rispettivi campionati sul campo amico di Spinoretico. L’Under 14 ha avuto di fronte Us Roma, Aprilia e Spoleto: nelle tre partite le ragazze tuscolane hanno messo in evidenza grande impegno e determinazione, con un buon lavoro collettivo sia in attacco che in difesa. Una sola partita per l’Under 16 che ha sfidato la Capitolina. In accordo tra i tecnici delle due squadre, dopo il match ufficiale si sono mischiati i due gruppi originari e si è dato vita ad un incontro dove molte delle ragazze in campo si sono ritrovate non solo a giocare con compagne non usuali, ma anche ad indossare una maglia diversa. Ne sono scaturiti due tempi che hanno dato modo alle giocatrici di cimentarsi con dimensioni ed organizzazione diversi, un punto di vista sicuramente diverso ed a maggior ragione formativo.

Il 2019 si aprirà con il derby

Si aprirà coi fuochi d’artificio il 2019 del Rugby Frascati Union 1949. Domenica alle ore 14,30 allo stadio di Cocciano si giocherà l’atteso derby tra i ragazzi dei coach Luca Corona e Claudio Girini e il Frascati Rugby Club. Nella lunga tradizione della palla ovale frascatano, probabilmente, non è mai accaduto che due squadre della città si ritrovassero una di fronte all’altra nel campionato nazionale di serie B e l’attesa per la sfida è sicuramente alta. «Personalmente vivo questa vigilia in maniera tranquilla – dice Corona, uno che da giocatore ha giocato tre finali per il titolo italiano – Sono il responsabile tecnico della mia squadra e dall’altra parte ritroverò tanti amici, ma come sempre ci sarà un terzo tempo dove si scherzerà serenamente sui tanti “scontri” vissuti in campo. Come sta vivendo la squadra l’avvicinamento a questa partita? Alcuni conoscono meno i giocatori del Frascati Rugby Club, altri sono legati da un legame d’amicizia. In ogni caso ritengo che affrontare una qualsiasi partita con troppa tensione addosso possa essere controproducente». Il Rugby Frascati Union 1949 giocherà “formalmente” in casa, anche se probabilmente la bilancia del pronostico pende più dalla parte dei cugini. «La classifica dice che a livello tecnico loro hanno qualcosa in più a livello tecnico e hanno anche un anno di esperienza in più nella serie B, visto che noi siamo neopromossi – osserva Corona – Il Frascati Rugby Club è una squadra che gioca tanto sull’errore degli avversari e sicuramente ci sarà da battagliare, probabilmente loro sono favoriti, ma il campo esprimerà l’ultimo verdetto e noi siamo a caccia di punti utili per il nostro obiettivo stagionale». La sfida arriva dopo una lunga sosta per le festività natalizie. «Mi ritengo abbastanza soddisfatto di come la squadra ha lavorato in questo periodo, c’è stato il giusto impegno e credo che il gruppo arrivi pronto all’appuntamento». 

Vittoria pesante a Messina

La serie B del Rugby Frascati Union 1949 ha chiuso l’anno col botto. Nell’ultimo match ufficiale del 2018 i ragazzi allenati da Luca Corona e Claudio Girini hanno sbancato il difficile campo del Messina con un perentorio 17-3, sfoderando un’ottima prestazione. «Una vittoria molto pesante – commenta Girini – Quello è tradizionalmente un campo difficile e il Messina presenta spesso formazioni molto agguerrite soprattutto in casa. I ragazzi hanno avuto un buon atteggiamento mentale, mettendo in campo una gande voglia di vincere e soprattutto ci è piaciuta la loro gestione della disciplina, un tasto che era stato dolente nelle prime settimane di stagione. I siciliani hanno provato a mettere la sfida sul piano fisico al limite della provocazione, ma i nostri ragazzi sono rimasti sempre molto lucidi, dominando inoltre nella mischia e in touche. Non abbiamo mai avuto la percezione che la partita ci potesse sfuggire, anzi nel secondo tempo solo qualche piccola sbavatura offensiva ci ha impedito di conquistare anche il punto di bonus, ma va bene così. Diciamo che ci siamo ripresi i punti persi nel precedente match casalingo con la Rugby Roma». Grazie a questa vittoria, il Rugby Frascati Union 1949 scavalca proprio Messina e anche Partenope in classifica. «Un successo pesante perché ora ci siamo messi alle spalle tre squadre con l’Arechi ultima che ormai sembra abbastanza staccata. Inoltre al ritorno avremo gli scontri diretti in casa con Messina e Partenope e questo può essere un vantaggio importante». Sarà comunque una sosta di lavoro per la serie B del Rugby Frascati Union 1949. «Il 13 gennaio c’è in programma l’atteso derby con il Frascati Rugby Club e sarà fondamentale allenarsi nella maniera giusta sotto le feste per arrivare in una buona condizione fisica e mentale. Siamo convinti che i ragazzi faranno volentieri un sacrificio per giocarsi il derby nel migliore dei modi».
Nello scorso week-end sono scesi in campo anche la serie C2 (che ha incassato una onorevole sconfitta contro il Ceccano), mentre l’Under 18 ha vinto a tavolino e l’Under 14 ha partecipato ad un concentramento. Bene anche le ragazze dell’Under 14 e dell’Under 16 femminile che hanno disputato la quinta tappa interregionale a Montevirginio.

Under 18 femminile sugli scudi

Il settore femminile del Rugby Frascati Union 1949 scoppia di salute. I segnali erano stati chiari già all’inizio della stagione, quando la società frascatana si è presentata al via dei campionati con ben quattro categorie (unico club del Lazio a poterne vantare tante). Ma anche i primi mesi di campionato hanno confermato la bontà del percorso delle ragazze della responsabile tecnica Cristina Tonna e nello scorso fine settimana, infatti, il gruppo dell’Under 18 ha ottenuto un incoraggiante secondo posto nel concentramento tenutosi allo “Stadio del rugby” di Cocciano dove hanno partecipato anche Capitolina e Belve Neroverdi. Tanti sostenitori in tribuna e una buona prestazione complessiva: questa l’estrema sintesi della giornata. «Siamo partite un po’ scariche nei primi minuti del primo incontro, poi le ragazze hanno saputo ritrovare la strada con la giusta concentrazione e una prestazione che è andata in crescendo, supportata anche dall’attenta preparazione fisica che il preparatore Andrea Zingale sta portando avanti da inizio stagione – dice la Tonna - Il terreno, reso pesante dalle abbondanti piogge di venerdì scorso. non ha di certo favorito il gioco veloce delle nostre ragazze che, con un buon adattamento alla situazione, sono però riuscite ad alzare comunque il ritmo, soprattutto nella seconda gara. Buona la prestazione di tutta la squadra, pur avendo una panchina corta. Da segnalare l’ottimo rientro in campo di Salvagni e Salvati, dopo un periodo dedicato al recupero». Ma la gara dell’Under 18 non è stata l’unica nota lieta. «Per la Seniores da registrare la seconda vittoria in campionato di Montevirginio, nostra squadra tutor insieme alla Tuscia, che ha battuto le Puma Bisenzio nel finale di una avvincente partita: in panchina c’erano anche le nostre Quaresima e Mancini. Non potevamo mancare anche nella categoria Old con Perez impegnata a Milano per l’ennesimo allenamento in vista degli Europei di settembre». Il progetto del settore femminile del Rugby Frascati Union 1949 procede a gonfie vele. «Non dimentichiamo la nostra prima squadra Seniores, già competitiva al pari dell’Under 18, e le Under 16 e 14 che magari pagano un po’ dal punto di vista fisico, ma hanno iniziato un percorso interessante dal punto di vista della ricerca del gioco – spiega la Tonna - E poi molto importante è l’opera di reclutamento e promozione della nostra disciplina e del nostro progetto presso l’istituto “Buonarroti”, con cui da tempo portiamo avanti una collaborazione, e presso il liceo “Cicerone”, che ci ha accolto a braccia aperte dimostrando grandissima disponibilità».
Nel settore maschile, infine, è arrivata una sconfitta interna per la serie B che ha ceduto al cospetto della Rugby Roma per 10-20. Cade anche l’Under 18 contro Paganica, ma i giovani frascatani hanno giocato una grande partita arrendendosi solo per 17-19

Progetto per la ristrutturazione degli impianti di Frascati

Il Rugby Frascati Union 1949 ha presenziato all’importante evento organizzato dalla Fondazione Rugby Frascati e andato in scena venerdì scorso presso la sala degli Specchi del Comune. Il presidente della Fondazione Luigi Bellusci, affiancato dall’architetto Massimo Roncato, hanno voluto illustrare le idee messe in campo per l’impiantistica frascatana legata al rugby. «Abbiamo presentato un project financing per la ristrutturazione, l’ammodernamento e la messa in sicurezza dei due impianti dedicati alla palla ovale, vale a dire quello di Cocciano e quello di Spinoretico – dice Bellusci – Sono previsti importanti investimenti che verranno ricavati in parte con il credito specializzato e in parte da un contributo straordinario dei soci della Fondazione che elargiranno sei mila euro in dieci anni e che hanno dimostrato una volta di più il loro amore verso il rugby e verso il movimento frascatano della palla ovale, per questo li ringrazio di cuore uno ad uno. Il piano è stato studiato da una primaria società di revisione e ha ottenuto la disponibilità a sostenere l’operazione da parte di gruppi di società finanziarie e da fornitori qualificati. Il project financing verrà ufficialmente consegnato oggi in Comune, ma la Fondazione ha voluto prima rappresentarlo alla città nell’incontro pubblico di venerdì. Entro 90 giorni ci sarà la chiusura del processo amministrativo e il bando di gara pubblica all’esito del quale verrà rilasciata la concessione per poi far partire i lavori. Sono rimasto favorevolmente colpito dal forte sostegno della Fir che ha definito il piano come il migliore degli ultimi trent’anni per la qualità e la rigorosità del progetto. I nuovi impianti saranno a disposizione di tutti i rugbysti frascatani che rispetteranno in maniera rigorosa il codice etico proposto dalla Fondazione. I tempi? Se tutto andrà come speriamo, a settembre del prossimo anno i lavori saranno terminati: ci piacerebbe terminare tutto proprio nell’anno del 70esimo compleanno del Rugby Frascati che cadrà nel 2019». Alla conferenza di venerdì hanno presenziato il segretario generale Fir Claudio Peruzza (in sostituzione del presidente Alfredo Gavazzi impegnato all’estero), il presidente del comitato regionale Fir Lazio Antonio Luisi, il sindaco Roberto Mastrosanti, il vice sindaco Claudio Gori e diversi assessori in rappresentanza del Comune di Frascati, i due ex sindaci Franco Posa e Roberto Eroli, oltre a ex presidenti del Rugby Frascati tra cui Igino Mancini. Presenti anche il presidente del Rugby Frascati Union 1949 Diego Pillinini e il direttore generale Tonino Spagnoli che ha espresso un suo pensiero sulla presentazione del project financing. «Mi sembra un progetto fatto in maniera estremamente curata soprattutto in relazione alla parte economica-finanziaria. Seguiremo con attenzione gli sviluppi di questa proposta».

I Rugby Frascati Union dagli All Blacks

Il Rugby Frascati Union 1949 a colloquio coi “mostri sacri” della palla ovale mondiale. Un’occasione unica, davvero incredibile, che il sodalizio tuscolano non poteva non cogliere al volo. «Un amico del Rugby Frascati Union 1949 ci ha invitato in un posto “top secret” venerdì mattina (quindi alla vigilia del test match poi vinto con l’Italia allo stadio “Olimpico” di Roma, ndr) per incontrare alcuni degli All Blacks e in particolare il capitano Kieran Read assieme a Beauden Barrett, Nathan Harris, Jack Goodhue e Dane Coles – racconta il direttore generale Antonio Spagnoli – Sinceramente ero un po’ restio all’idea di andare perché non amo questo tipo di eventi. Ma una volta lì, l’emozione di vedere certi campionissimi firmare la maglia della nostra società è stata indubbiamente forte». Assieme a Spagnoli, erano presenti il vice presidente Andrea Di Domenico, l’allenatore della serie B e dell’Under 18 Claudio Girini e il direttore del rugby Sebastian Caffaratti. Le cinque stelle degli All Black si sono intrattenuti per quasi un paio d’ore con i rappresentanti del Rugby Frascati Union 1949. «La loro principale caratteristica è la disponibilità, la semplicità e l’umiltà – dice Caffaratti – Li avevo potuti incontrare in un’altra occasione e l’impressione era stata sempre la medesima: credo che un grandissimo sportivo debba anche saper gestire il rapporto con i suoi fan e loro lo fanno in una maniera eccellente, senza mai far pesare di essere al top del rugby mondiale». Caffaratti svela anche qualche curioso dialogo maturato nel corso dell’incontro. «Read, nell’autografare la maglia del Rugby Frascati Union 1949, ci ha detto che somigliava molto nei colori a quella della prima società con cui ha iniziato a giocare e ci ha chiesto informazioni sulla nostra società. Poi abbiamo chiesto ai neozelandesi cosa significasse per una squadra quasi “invincibile” perdere due partite in maniera piuttosto ravvicinata con Sudafrica e Irlanda e loro, sempre con grande semplicità, hanno risposto che questo è lo sport e sono cose che possono accadere, pur lavorando al massimo per non ripeterle. E’ stata una bella mattinata e ora ci rituffiamo con ancora maggior entusiasmo nella nostra attività quotidiana». 
Intanto, nel week-end appena messo alle spalle, la serie B ha osservato un turno di riposo, mentre la serie C2 ha ceduto 22-5 a Ceccano e l’Under 18 ha perso in casa col Colleferro.

Girini: "Dobbiamo migliorare nella disciplina"

Breve sosta per il campionato di serie B che domenica sarà fermo in “ossequio” al test match che la Nazionale giocherà il giorno prima contro gli All Blacks allo Stadio Olimpico di Roma. Il Rugby Frascati Union 1949 dopo aver racimolato due punti nelle ultime tre gare contro Afragola (fuori casa), Catania e Villa Pamphili (sul campo amico di Cocciano). Nell’ultimo match i frascatani si sono arresi per 25-11 al team capitolino che al momento comanda la classifica del girone 4. «E’ stata una gara gestita abbastanza bene soprattutto nella prima frazione – spiega Claudio Girini che affianca Luca Corona nella guida tecnica della squadra frascatana – Abbiamo pagato due disattenzioni individuali e siamo andati al riposo sotto per 11-15, ma comunque pienamente in partita contro un avversario di ottimo livello. Nel secondo, invece, abbiamo pagato i soliti errori a livello disciplinare e anche un arbitraggio molto fiscale: abbiamo terminato la sfida con tre cartellini gialli e uno rosso che alla fine hanno pesato sul punteggio conclusivo. Un peccato perché eravamo riusciti a mettere in difficoltà il Villa Pamphili con la nostra mischia, ma alla lunga certi errori si pagano». Un aspetto su cui si era soffermato nei giorni scorsi anche l’altro tecnico Luca Corona. «La correzione di questi errori richiede un lavoro abbastanza impegnativo. Forse i nostri ragazzi pagano l’eccessiva voglia di fare e si lasciano un po’ andare nella foga del gioco. Questo è uno dei limiti che possono uscire fuori quando si lavora con un gruppo molto giovane e quindi tendenzialmente inesperto». La prima parte di stagione della serie B del Rugby Frascati Union 1949 è comunque positiva. «Siamo neopromossi e dovevamo calarci nella realtà di questa nuova categoria – spiega Girini – Il nostro obiettivo primario è di fare il meglio possibile, dobbiamo scendere in campo convinti di poter vincere in ogni partita». Ora arriva la sosta, poi una durissima sfida a Paganica. «Domenica alcuni ragazzi che hanno avuto meno spazio saranno impiegati con la nostra serie C2 per mettere minuti nelle gambe. Per quanto riguarda il match del 2 dicembre a Paganica, affronteremo una squadra molto forte che in casa si esalta e che arriva da una sconfitta di misura sul campo dell’Afragola seconda della classe. Noi, però, andiamo convinti di poterci giocare le nostre carte» conclude Girini.

La serie B pareggia 

Il risultato di parità nel rugby è abbastanza inconsueto. Ma che uno dalla lunga esperienza come Luca Corona, coach della serie B del Rugby Frascati Union 1949 assieme a Claudio Girini, non ne avesse mai vissuto uno nella sua carriera di giocatore e allenatore è sicuramente particolare. «Ho vinto o perso svariate partite in extremis, ma non avevo mai pareggiato un match ufficiale» sorride l’allenatore facendo riferimento al 17-17 che il gruppo frascatano ha ottenuto domenica scorsa contro il Cus Catania. «In realtà ci è rimasto più di qualche rammarico per non aver fatto nostra una partita importante e che avevamo tra le mani. Eravamo in vantaggio per 17-5, ma conosco bene l’ambiente di Catania per averci giocato quattro anni con la maglia dell’Amatori e so che sono sempre squadre che non mollano mai fino all’ultimo. E così è stato anche domenica scorsa». Il tecnico prova a spiegare cosa è mancato al gruppo del Rugby Frascati Union 1949. «Probabilmente è subentrato un po’ di nervosismo e ci siamo messi a rispondere ad alcune scorrettezze, rimediando un cartellino giallo e uno rosso. Purtroppo questi in casa sono punti pesanti perché poi in campo avverso ti fanno sempre sudare…». In ogni caso l’inizio di campionato della serie B frascatana (che ha messo insieme 11 punti nelle prime cinque partite) è stato complessivamente positivo. «I ragazzi si impegnano, anche se per la mia mentalità mi piacerebbe vederli ancor più presenti durante la settimana. Bisogna lavorare tanto perché le chiacchiere le porta via il vento». Nel prossimo turno, in programma già domenica prossima, la serie B del Rugby Frascati Union 1949 giocherà ancora tra le mura amiche. «Ospiteremo il Villa Pamphili che in questo momento è in testa alla classifica. Una squadra che gioca assieme da tempo e che l’anno scorso è già stata ai primi posti, tra l’altro vengono da un successo netto contro Afragola e sono evidentemente in un ottimo momento di forma. Noi dovremo essere impeccabili dal punto di vista della disciplina e per cercare di fare punti dovremo fare una partita praticamente perfetta». 

Proviamo a far crescere i ragazzi.

C’è una nuova coppia tecnica alla guida della serie C2 del Rugby Frascati Union 1949. Si tratta di Stefano Teotino e Stefano Giamminonni che hanno il compito di portare avanti l’attività del secondo XV tuscolano. Il primo era già all’interno del Rugby Frascati Union 1949 come dirigente, il secondo era con gli “Old” frascatani ed è alla prima esperienza da allenatore dopo una vita sportiva nel mondo della palla ovale. «Ho sempre avuto una grandissima passione per il rugby – spiega Giamminonni – Ho smesso da giovane per motivi personali, poi ho ripreso dopo i 35 anni con l’attività “Old” alla Capitolina e nel tempo ho girato diversi paesi europei con il rugby fino a tornare a Frascati dove sono stato portato dal compianto Stefano Marcotulli. Quest’anno è stato proprio Stefano Teotino a coinvolgermi e qui al Rugby Frascati Union 1949 sono stato accolto benissimo trovando persone squisite, in particolare dal dg Antonio Spagnoli e dal direttore del rugby Sebastian Caffaratti. Ho preso molto sul serio questo ruolo di allenatore anche se so che devo imparare moltissimo, ma posso farlo con due grandi esempi come Luca Corona e Claudio Girini, i tecnici del nostro primo XV che si allena sempre assieme alla serie C2». L’avventura della coppia Teotino-Giamminonni è iniziata da circa due mesi: a livello di risultati la squadra sta un po’ soffrendo com’è normale che fosse visto che il gruppo è giovane e rinnovato, ma sicuramente dei segnali importanti stanno arrivando. «Nell’ultimo turno abbiamo perso in casa contro i Cuttitta Brothers per 34-8 ed è stato il nostro terzo k.o., ma abbiamo ancora una gara da recuperare a Cassino e comunque vediamo i ragazzi in crescita, anche se per motivi personali non c’è una folta e costante presenza durante gli allenamenti. Comunque due elementi del nostro gruppo, Fabio Cera e George Ursu, sono stati convocati con la serie B e questo è il nostro obiettivo stagionale primario: far crescere i ragazzi e renderli utilizzabili anche per il primo XV». 

Grande impresa difensiva

La serie B del Rugby Frascati Union 1949 raddoppia. Dopo il successo del turno precedente a Napoli, la formazione allenata da Luca Corona e Claudio Girini ha bissato domenica scorsa battendo per 12-8 la scorbutica formazione di Avezzano. «Una partita tirata e vinta grazie ad una grande prova difensiva – commenta la seconda linea classe 1982 Patrizio Palozzi – Prima della gara la squadra ospite ha spinto per non giocare il match visto che le condizioni meteo della mattina avevano appesantito parecchio il campo, ma l’arbitro ha reputato il terreno di gioco agibile e così la partita ha avuto inizio. Abbiamo cominciato bene realizzando una meta di mischia e da quel momento siamo rimasti sempre avanti nel punteggio anche se la partita è stata molto dura e tutto sommato in equilibrio fino alla fine». La seconda vittoria consecutiva può essere certamente corroborante per la neopromossa formazione tuscolana. «Questo è un gruppo giovane e indubbiamente conquistare due vittorie consecutive in serie B può dare autostima ai ragazzi che hanno meno esperienza di questa categoria. Comunque la squadra ha qualità e credo che l’obiettivo sia quello di arrivare il più in alto possibile. Abbiamo vinto due gare molto importanti che potevano essere considerati degli scontri diretti, un ottimo modo per iniziare questa stagione». Nel prossimo turno al Rugby Frascati Union 1949 toccherà un avversario decisamente diverso. «Saremo ospiti di Afragola che ha vinto le prime tre partite di campionato e al momento è terza per una questione di punti di bonus non conquistati, ma che a mio parere è la squadra più forte del campionato assieme a Paganica. Sarà un test molto probante per la nostra squadra». L’atleta tuscolano, che assieme a Screti è uno dei due elementi esperti del gruppo, sa bene qual è il suo ruolo in questa stagione. «Non ho problemi a prendermi determinate responsabilità, conosco bene la realtà del nostro gruppo e so cosa ci si aspetta da me e Screti». Tra l’altro Palozzi sta anche allenando alcuni gruppi del vivaio del Rugby Frascati Union 1949, segno che ha sposato in pieno il progetto del sodalizio tuscolano. «Questa società sta crescendo passo dopo passo e ha raggiunto una sua dimensione, lavorando con criterio e cercando di coinvolgere anche ragazzi delle scuole del territorio. Ovviamente ci sono margini per crescere ancora e sono convinto che questo accadrà nel prossimo futuro».

Un week-end memorabile

Il Rugby Frascati Union 1949 è sempre più una realtà solidissima della palla ovale laziale e non solo. «Abbiamo messo alle spalle un week-end ricchissimo di soddisfazioni» dice con orgoglio il direttore del rugby Sebastian Caffaratti che poi entra nel dettaglio delle “imprese” del sodalizio tuscolano nello scorso fine settimana. «Iniziamo dal settore femminile dove c’è stato lo storico esordio dell’Under 18, categoria introdotta per la prima volta quest’anno dalla Federazione Italiana Rugby. Le ragazze, uscite per la maggior parte dal gruppo che nella passata stagione conquistò le finali nazionali nella categoria Under 16, si sono tolte la soddisfazione di battere con un netto 61-12 le Belve Neroverdi di L’Aquila e con un convincente 40-24 la Capitolina, vale a dire due avversarie di grande importanza a livello nazionale». Inoltre il settore femminile ha anche festeggiato l’esordio in serie A (con la maglia del Montevirginio, con cui c’è una collaborazione) di due atlete cresciute nel Rugby Frascati Union 1949, vale a dire Yuliagna Salazar Perez e Sara Mancini. Ma anche gli uomini non sono stati da meno. «Il nostro primo XV – riprende Caffaratti – ha ottenuto la prima vittoria nel campionato nazionale di serie B espugnando il sempre difficile campo della Partenope Napoli. Il 19-10 finale può sicuramente trasmettere ulteriore entusiasmo ed autostima ad un gruppo giovane che, però, ha valori importanti. Addirittura c’è un pizzico di rammarico per qualche errore di troppo in fase di realizzazione che ci ha impedito di prendere il punto di bonus, ma ci auguriamo che la vittoria in terra campana possa fare da trampolino di lancio per la stagione dei nostri ragazzi». L’ultima sottolineatura di Caffaratti (ma non meno importante) riguarda «le sette selezioni del Rugby Frascati Union 1949 che sono scese in campo nello scorso fine settimana. L’Under 8 e l’Under 10 sono state protagoniste di un concentramento a Segni, l’Under 14 con tanti ragazzi “neofiti” della disciplina ha sfidato Nuova Rugby Roma e Fiamme Oro in un triangolare, l’Under 18 ha subito un inconsueto pareggio in rimonta a Spinoretico contro il Cisterna e sempre in casa la serie C2 ha ceduto al forte Campoleone. Questo elenco è il chiaro segnale del percorso importante che stiamo facendo come società per strutturarci nel migliore dei modi»

A un passo della vittoria

La serie B maschile del Rugby Frascati Union 1949 ha sfiorato il colpo grosso alla prima di campionato. La neopromossa formazione dei tecnici Luca Corona e Claudio Girini ha ceduto per 26-22 contro la Capitolina nel match andato in scena domenica pomeriggio sul campo amico dello “Stadio del rugby” di Cocciano. «Avevamo alcune assenze per vari motivi, ma chi è sceso in campo lo ha fatto con un atteggiamento davvero molto positivo – commenta Girini – Siamo andati subito in vantaggio con una bella meta, poi abbiamo passato dieci minuti di black out e la Capitolina ci ha sorpassato. Nella ripresa, però, i nostri ragazzi sono rientrati in campo con una grandissima carica realizzando due mete e sfiorando il colpaccio nel finale: se il match fosse durato cinque minuti di più probabilmente avremmo portato a casa la vittoria contro una formazione che, ne sono convinto, sarà tra le squadre di vertice del campionato». Una prestazione di grande orgoglio per i giallorossi che devono voltare pagina e pensare immediatamente al match di domenica prossima sul campo della Partenope. «I campani hanno subito una pesante sconfitta sul campo del Paganica, ma ogni partita fa storia a sé. Anche loro, comunque, sono neopromossi e li ricordo come una formazione valida, ma alla nostra portata. Forse recupereremo qualche assente di domenica, ma la cosa più importante sarà provare a ripetere la prestazione vista con la Capitolina senza assolutamente sottovalutare l’avversario. Con la giusta umiltà possiamo fare bottino pieno in Campania». 
Oltre all’ottima partita del primo XV, vanno segnalati anche l’esordio della serie C2 (che ha giocato a Segni) e la sfida che l’Under 18 ha disputato sul campo del Latina (sconfitta per 29-5). Infine note liete anche dalle “ragazze terribili” dell’Under 14 e dell’Under 16 che hanno giocato sul campo amico di Spinoretico il raggruppamento valido come prima giornata del campionato interregionale di categoria. Per le più piccole era l’esordio assoluto, visto che il Rugby Frascati Union 1949 non aveva questa categoria lo scorso anno: molto positive le prestazioni con Aprilia e Us Roma, avversarie più dotate fisicamente contro cui le frascatane hanno lottato con ardore. Inizio promettente anche per le ragazze dell’Under 16 del neo capitano Siria Ermini che hanno incrociato la stessa Aprilia (sfida combattuta fino alla fine) e la forte Capitolina con cui attualmente c’è un divario legato alla grande esperienza delle giocatrici bluamaranto che il gruppo tuscolano cercherà di colmare strada facendo.

Il punto sul 1° XV

Il momento dello sbarco del Rugby Frascati Union 1949 nei campionati nazionali è arrivato. Accadrà domenica alle ore 15 quando lo “Stadio del rugby” di Cocciano ospiterà il match contro la Capitolina. Un avversario tosto che coach Luca Corona, guida tecnica del primo XV frascatano assieme a Claudio Girini, presenta in questa maniera. «La Capitolina ha una squadra di valore, a maggior ragione pensando che ha una prima selezione in serie A. Il gruppo che affronteremo è giovane, diversi ragazzi sono saliti dall’Under 18, ma la rosa è competitiva e sarà una partita complicata. Devo dire che la Capitolina è uno dei primi club a livello organizzativo». Fatta l’analisi del primo avversario stagionale, Corona parla dello stato di forma complessivo del suo gruppo. «La squadra ha lavorato bene dallo scorso 27 agosto in un clima sereno e concentrato al tempo stesso. La scorsa settimana abbiamo organizzato un allenamento coordinato con l’Us Roma, compagine di serie C1, da cui abbiamo tratto delle buone indicazioni e ripeteremo l’esperimento in questa settimana». Il primo XV tuscolano non può essere ancora al meglio. «Direi che siamo ancora al 60% della nostra condizione: credo che ci vorrà qualche settimana per vedere il miglior Rugby Frascati Union 1949 – sottolinea Corona -. Nelle prime sei giornate di campionato, comunque, avremo una serie di test molto complicati che ci daranno subito delle risposte». 
Intanto l’Under 18 ha anticipato i più grandi e ha giocato il primo match di campionato contro il Pomezia Torvajanica. Una partita senza storia come testimonia il netto successo per 81-0. Un match sicuramente incoraggiante per i ragazzi di coach Claudio Girini che hanno iniziato la stagione con il piede giusto, anche se bisognerà continuare a lavorare per ottenere conferme di spessore nelle prossime settimane. 

Il punto sull' Under 18

Anticiperà anche la prima squadra che il prossimo 14 ottobre farà l’esordio nel campionato di serie B. L’Under 18 del Rugby Frascati Union 1949 giocherà già domenica il primo turno del suo campionato: i ragazzi allenati da coach Claudio Girini ospiteranno il Pomezia Torvajanica alle ore 12 presso lo Stadio del rugby di Cocciano. «Non sappiamo molto di loro visto che è la prima volta che li affrontiamo – dice il tecnico tuscolano – Comunque il gruppo ha voglia di partire con una prestazione convincente». La squadra frascatana, che nell’Under 18 ha allestito anche quest’anno una franchigia assieme al club capitolino dell’Arnold, ha disputato la scorsa settimana un’amichevole contro Civitavecchia. «Abbiamo tratto indicazioni positive da quel match – dice Girini – La squadra avversaria, probabilmente, è più amalgamata della nostra perché gioca da più tempo assieme, ma i nostri ragazzi sono stati molto ordinati e disciplinati in campo. Mi è piaciuta la loro disponibilità e nel complesso la prestazione è stata positiva». Girini parla dell’obiettivo stagionale dell’Under 18. «Per quanto riguarda il risultato del campo, cercheremo di arrivare il più in alto possibile in classifica. Ma la cosa principale è formare questi ragazzi per prepararli ad un futuro lancio nelle squadre maggiori dei due club, la serie B o la serie C2 per ciò che concerne il Rugby Frascati Union 1949 o anche la serie C1 per ciò che riguarda l’Arnold». Per Girini questa è una stagione particolare perché l’esperto allenatore affiancherà anche Luca Corona alla guida della serie B. «In realtà già l’anno scorso abbiamo lavorato gomito a gomito con Sebastian Caffaratti (attuale direttore del rugby del sodalizio tuscolano, ndr) e lo stesso Corona. Quest’anno ho avuto anche l’incarico ufficiale di seguire la prima squadra del Rugby Frascati Union 1949 e per me sarà certamente una bellissima esperienza». A proposito del primo XV, anche per i ragazzi della serie B c’è stata una positiva amichevole a Napoli contro la Partenope nello scorso fine settimana: ultimi “dettagli” in vista dell’atteso esordio del 14 ottobre.

I° Torneo "Frascati Seven"

E’ stato un grande successo il primo torneo “Frascati Seven”, organizzato domenica scorsa presso il campo di Spinoretico dal Rugby Frascati Union 1949. «Una manifestazione con squadre provenienti da diverse regioni d’Italia che vogliamo portare avanti e allargare nei prossimi anni» dice Maria Cristina Tonna, che avrà la responsabilità tecnica dei vari gruppi “rosa” del sodalizio tuscolano in collaborazione con Daniele Mariotti. «L’evento è stato dedicato a tutte le categorie femminili, dalle Seniores all’Under 14 passando per Under 16 e Under 18. Le nostre ragazze si sono comportate tutte molto bene, cimentandosi in una disciplina (quella del rugby a 7, ndr) che abitualmente non giocano nei rispettivi campionati. Ma la cosa più bella è stato lo spirito dei genitori delle nostre atlete che si sono messi a disposizione affinché ci fosse un’accoglienza impeccabile per tutte le squadre ospitate». Per ciò che concerne i risultati, a livello di prima squadra la rappresentativa del Rugby Frascati Union 1949 ha battuto una mista Spoleto-Cassino nelle due gare disputate conquistando il torneo. Stessa sorte per le Under 18 che hanno avuto la meglio nel confronto con Amatori Napoli e Aprilia. L’Under 16 si è classificata terza nel raggruppamento che ha visto la partecipazione di Spartan Queens di Montegranaro, Aprilia, Capitolina e Amatori Napoli e infine c’è stato un buon livello rugbystico anche nella categoria Under 14 dove le ragazze frascatane si sono confrontate con Aprilia e Torre del Greco. In questa categoria da sottolineare la partecipazione di ragazzine di varie società che, non avendo una squadra completa, hanno formato un gruppo misto. «Il torneo, che ha avuto un direttore di eccellenza in Sebastian Caffaratti, si è concluso con le premiazioni per tutte le squadre partecipanti alla presenza dei massimi dirigenti del Rugby Frascati Union 1949». Il week-end del settore femminile della società tuscolana è stato impreziosito dalla partecipazione di due ragazze al Trofeo Coni che la rappresentativa regionale Under 12 ha disputato a Rimini: Flaminia Farina e Juanita Di Giusto si sono disimpegnate molto bene in questo importante appuntamento a cui un’altra ragazza (Aurora Salvagni) non ha potuto partecipare per un piccolo infortunio. 
Infine giovedì scorso tutte le rappresentative maschili e femminili del Rugby Frascati Union 1949 sono state “immortalate” nello splendido scenario di Villa Aldobrandini per le tradizionali foto di gruppo di inizio stagione. Poi dirigenti e tesserati del sodalizio tuscolano si sono recati presso la Sala degli Specchi del Comune di Frascati per ricevere il saluto e l’in bocca al lupo per la nuova stagione da parte dell’amministrazione con in testa il sindaco Roberto Mastrosanti.

Il saluto del sindaco alla squadra

Sarà un fine settimana fitto di impegni quello del Rugby Frascati Union 1949. Tra gli appuntamenti segnati in rosso c’è sicuramente quello di giovedì alle ore 18,30 presso la Sala degli Specchi del Comune di Frascati dove l’amministrazione saluterà tutte le selezioni del sodalizio tuscolano in vista della nuova stagione. Un appuntamento a cui parteciperà tutta la dirigenza del Rugby Frascati Union 1949 al gran completo, ma anche i rappresentanti delle varie categorie della società frascatana. Tra l’altro, prima della cerimonia, tutti i tesserati del Rugby Frascati Union 1949 saranno “immortalati” in una foto collettiva nella spettacolare location di Villa Aldobrandini. «Da un paio di settimane la nostra attività è praticamente a pieno regime – dice il direttore generale Antonio Spagnoli – Nel settore maschile, oltre al primo XV che giocherà in serie B e alla serie C2, ci saranno la franchigia Under 18 con l’Arnold e l’Under 14 allestita sempre in collaborazione con la società capitolina, mentre da mercoledì scorso ha iniziato l’attività anche il settore minirugby che sta avendo riscontri notevoli e che vedrà tenersi un altro importante Open day il prossimo sabato 29 settembre dalle 10 alle 12 presso lo Stadio del rugby di Cocciano. A tal proposito, vorrei ricordare a tutti che c’è la possibilità di usufruire di quattro sedute di allenamento gratuite per chiunque volesse venirci a trovare in questi giorni. Nel settore femminile, letteralmente esploso nel corso degli ultimi mesi, avremo tutte le categorie coperte dall’Under 14 alla prima squadra passando per Under 18 e Under 16». A proposito di settore femminile, ecco l’altro appuntamento segnato in rosso nell’agenda del Rugby Frascati Union 1949. «Domenica a Spinoretico la nostra società ha organizzato un importante torneo di rugby a 7 che sarà aperto a tutte le categorie e che, di fatto, rappresenterà una grande festa della palla ovale femminile. Parteciperanno squadre da quattro regioni e sarà sicuramente un bel test per le nostre ragazze» conclude Spagnoli.

Corona "Puntiamo più in alto possibile"

Tra poco più di un mese comincerà la sua nuova avventura nel campionato di serie B maschile nazionale. Il primo XV del Rugby Frascati Union 1949 ha iniziato la preparazione da una settimana: il gruppo si sta allenando con impegno e determinazione agli ordini della coppia tecnica composta da Luca Corona (che l’anno scorso affiancava l’attuale direttore del rugby Sebastian Caffaratti) e Claudio Girini e del neo preparatore atletico Andrea Zingale. «Un gruppo giovane che ha tanta voglia di imparare e che ha margini di miglioramento importante - dice Corona – Se saremo all’altezza della serie B lo sapremo più avanti, ma ci sono tutte le condizioni per fare un buon campionato». Senza particolari “pressioni” di classifica. «Il primo obiettivo è quello di conservare la categoria, ma vogliamo cercare di arrivare il più in alto possibile. La cosa fondamentale sarà la serenità nel gestire gli ipotetici momenti complicati che potranno arrivare nel corso della stagione». Corona ha avuto una carriera di alto livello da giocatore conquistando tra le altre cose anche due scudetti, ma questa è al momento la sua chance più importante del suo percorso da giovane tecnico. «E’ un orgoglio ed un’emozione allenare il club della società che mi ha lanciato nel mondo del rugby da atleta» rimarca il tecnico del Rugby Frascati Union 1949 che poi parla del girone che attende il sodalizio tuscolano. «Ci sono diverse squadre importanti: oltre alle romane, affronteremo degli avversari attrezzati come le squadre campane, quelle abruzzesi e quelle siciliane. Bisognerà sudare tantissimo in ogni partita, questa è una categoria che non ti dà tregua» sottolinea Corona. Il programma pre-campionato della serie B del Rugby Frascati Union 1949 prevede la partecipazione ad un triangolare a Montevirginio domenica prossima, in cui oltre ai padroni di casa ci sarà anche la Lazio, vale a dire due formazioni che militano in serie C1. Poi sarà la volta di due avversarie pari-categoria: sabato 15 settembre il match contro Rieti e la settimana seguente la sfida con la Partenope. Il 7 ottobre scatterà la stagione ufficiale e il Rugby Frascati Union 1949 vuole farsi trovare pronto.

Lavoriamo per giocare a 15

Il settore rosa del Rugby Frascati Union 1949 è in crescita costante sia a livello numerico che di qualità in tutte le categorie. La squadra Seniores sarà affidata anche quest’anno a Daniele Mariotti: «Quando abbiamo iniziato la preparazione? Di fatto le ragazze non si sono mai fermate – sorride – Abbiamo proseguito con gli allenamenti sia a giugno che a luglio e perfino qualche giorno ad agosto con una breve sospensione nelle due settimane a cavallo di Ferragosto. Dal 23 abbiamo cominciato ufficialmente la preparazione pre-campionato con tre allenamenti a settimana, anche se una base del lavoro atletico era stato già fatto in precedenza». Segno di una voglia di rugby che nel territorio di Frascati e dintorni è sempre più forte. «Merito del lavoro fatto dallo staff e dalla serenità e dalla fiducia che la società Rugby Frascati Union 1949 ci ha dato fin da subito». Intanto le ragazze del Rugby Frascati Union 1949 hanno fatto la loro prima sgambata. «Sabato e domenica scorsi siamo stati a Torre del Greco dove abbiamo fatto un “allenamento misto” assieme alle ragazze della società campana, ma anche a quelle del Salerno e del Bitonto – racconta Mariotti – Abbiamo mischiato i gruppi e ne è venuta fuori una partita di allenamento di rugby a 15». Non una scelta casuale. «La Federazione ci proporrà nel corso della stagione più di qualche evento a 15 e noi stiamo lavorando per andare in quella direzione nel prossimo futuro». Per quest’anno, intanto, la Seniores giocherà ancora la Coppa Italia che si disputa con sette giocatrici. «Il primo appuntamento in questo senso è in programma per il prossimo 23 settembre quando organizzeremo presso il nostro campo di Spinoretico un torneo Seven, aperto anche alle categorie Under 18, Under 16 e Under 14 oltre che alle Seniores» dice Mariotti che conclude parlando degli obiettivi della stagione. «Quest’anno la Coppa Italia non prevedrà le finali nazionali, quindi dobbiamo cercare di migliorare le qualità individuali delle nostre ragazze facendole crescere ancora a livello collettivo».

Organigramma stagione 2018-2019

Il Rugby Frascati Union 1949 sta andando di corsa verso la nuova stagione che vedrà la partecipazione della società frascatana al campionato nazionale di serie B maschile. Alla presidenza è rimasto Diego Pillinini così come Antonio Spagnoli sarà ancora direttore generale. I due saranno presenti nel Consiglio direttivo composto anche da Fabio Canestri, Paolo Centioni, Andrea Di Domenico, Aldo Gori, Antonio Siclari, Ettore Tanfani e Stefano Toccacieli. Una delle novità è rappresentata dalla figura del direttore del rugby che sarà ricoperta da Sebastian Caffaratti, ex allenatore del primo XV che fungerà anche da responsabile marketing e sponsor (assieme a Aldo Gori) e organizzazione eventi (assieme ad Andrea Di Domenico). La guida tecnica della prima squadra del Rugby Frascati Union 1949 sarà affidata a Luca Corona e Claudio Girini, frascatani doc e già presenti nell’organigramma tecnico della passata annata. La serie C2 maschile sarà allenata dalla new entry Stefano Teotino (e da un altro tecnico da ufficializzare a breve), poi il settore maschile sarà completato dall’Under 18 di coach Claudio Girini e Alessandro Ghidetti. La formazione sarà ancora una franchigia con l’Arnold che collaborerà anche alla costruzione del neo gruppo Under 14 che sarà guidato da Alessio Ascantini, il quale si occuperà anche del mini rugby e del progetto scuole. Il preparatore atletico di tutte le selezioni sarà l’ex atleta Andrea Zingale. Sarà una stagione speciale anche per il settore femminile del Rugby Frascati Union 1949, unica società del Lazio che avrà quattro categorie ai nastri di partenza vale a dire le Seniores, l’Under 18, l’U16 e l’U14. Il responsabile del settore sarà Daniele Mariotti, già allenatore della prima squadra “rosa”. L’organigramma si completerà con il dottor Claudio Pilati, responsabile dello staff medico che rimarrà invariato e che continuerà ad essere un fiore all’occhiello della società. Il 27 agosto i vari gruppi riprenderanno ufficialmente l’attività, poi il Rugby Frascati Union 1949 organizzerà la presentazione dello staff tecnico e dirigenziale attorno alla metà di settembre. «Sta per cominciare una stagione importante – dice il dg Spagnoli – La serie B maschile, che conterà su un gruppo di giocatori sotto ai 22 anni fatta eccezione per tre elementi, dovrà capire al più presto il livello delle avversario e misurarsi in questo campionato nazionale. Ci auguriamo che le giovanili continuino il loro percorso di crescita: la franchigia Under 18 ha l’obiettivo di accedere al campionato d’elite nel giro di tre anni, ma è in cantiere anche la formazione di un gruppo Under 16 nelle prossime stagioni. Siamo estremamente orgogliosi di avere un settore femminile “esplosivo” che si è rivelato un’autentica sorpresa soprattutto per la serietà con cui tutte le ragazze portano avanti l’impegno».

Concluso l' inseguimento alla serie B

Frascati (Rm) – L’inseguimento del Rugby Frascati Union 1949 alla serie B è ufficialmente terminato. Alla fine della scorsa settimana, infatti, la Federazione Italiana Rugby ha deliberato la composizione e le formule dei campionati nazionali della stagione 2018-19. Nella terza categoria della palla ovale italiana è comparso il nome del sodalizio del presidente Diego Pillinini, inserito nel tradizionale (per le laziali) girone 4 assieme ad altre squadre romane, alle abruzzesi, alle campane e alle siciliane. Una certezza arrivata in anticipo rispetto a quelli che potevano essere i tempi anche grazie ad una raffinata strategia organizzativa messa in piedi dal Rugby Frascati Union 1949 e in particolare dal direttore generale Antonio Spagnoli. «Eravamo rimasti “scottati” nella passata stagione quando la Fir ci comunicò la possibilità del ripescaggio in serie B a pochi giorni dall’inizio del campionato per l’ipotesi della rinuncia di una squadra di serie A che poi non si è verificata. Ma questa situazione ci aveva spaventato per il poco tempo a disposizione nell’organizzare l’avventura in un torneo di quel livello e non volevamo trovarci nella medesima situazione anche quest’anno. Dopo una stagione da protagonisti nella serie C1 regionale in cui i ragazzi hanno affrontato compagini del livello di Capitolina, Lazio e Us Roma, tranquillamente “collocabili” in serie B per valori, abbiamo deciso di anticipare i tempi e muoverci per avere la certezza del ripescaggio già a fine luglio. Abbiamo un’ottima base di ragazzi dall’età media di 21 anni fatta eccezione per tre elementi più esperti: un gruppo che ha fatto progressi notevolissimi e che ha ancora potenzialità importanti e ora abbiamo due mesi per lavorare sul completamento della rosa. Gli allenatori saranno Luca Corona e Claudio Girini con Sebastian Caffaratti che diverrà il direttore del rugby dell’intero club, mentre è confermatissimo lo staff sanitario che ha fatto un lavoro eccellente». Insomma il Rugby Frascati Union 1949 vuole fare le cose per bene anche se la serie B non sembra essere un punto di arrivo. «Sarei bugiardo a definirlo così – sottolinea Spagnoli - Il nostro progetto è quello di riportare Frascati al posto che merita, senza trascurare però nulla: abbiamo riorganizzato tutto il mini rugby dove ci sarà un responsabile di grande esperienza che agirà a tempo pieno e la stessa cosa accadrà per il progetto scuole». Il Rugby Frascati Union 1949 ufficializzerà a breve il nuovo organigramma che presenterà delle gustose sorprese: già ufficiale, intanto, il nuovo preparatore fisico di tutte le categorie che sarà Andrea Zingale. Tra le novità della prossima stagione l’allargamento ulteriore del settore femminile (che conterà su Under 14, U16 e U18 oltre alla squadra Senior, unica società del Lazio ad avere quattro categorie), ma anche la conferma del secondo XV in serie C e la prosecuzione della franchigia con Arnold per l’Under 18 maschile. Con il club capitolino, infine, sarà avviata una collaborazione anche per l’Under 14. 

Under 16 a testa alta alle finali di Calvisano

Un inizio di giugno davvero entusiasmante per il Rugby Frascati Union 1949. Splendide le emozioni vissute nella seconda edizione del “Trofeo dei Vini” ospitato quest’anno a Frascati con l’Under 18 maschile di coach Claudio Girini terza a testa alta in un quadrangolare di alto livello tecnico, ma non sono state da meno quelle regalate a diversi chilometri di distanza dalle ragazze dell’Under 16 che hanno ottenuto un 11esimo posto di tutto rispetto nelle finali nazionali disputate a Calvisano, comune della provincia di Brescia. Le tuscolane, che prima di arrivare hanno fatto sosta a Parma per vedere la “Cittadella del rugby” della località ducale, sono scese in campo con la bellissima nuova maglia presentata in Comune lo scorso 31 maggio, in occasione del lancio del “Trofeo dei Vini”, e sono state accompagnate da diversi parenti e amici tifosi nella loro avventura in terra lombarda. Nel girone eliminatorio hanno affrontato avversari tosti come Rivoli (che poi è andato in finale), Sinnai e Valsugana (piazzatosi al quarto posto conclusivo): nel primo match contro le piemontesi, dopo un primo tempo di sofferenza, le ragazze del Rugby Frascati Union 1949 hanno combattuto con ardore “limitando” i danni, pur non riuscendo a evitare la sconfitta. Contro le sarde del Sinnai è invece arrivata una convincente vittoria, poi nel match contro le trentine della Valsugana le frascatane hanno sfoderato una buona prova, ma ciò non è bastato contro una delle squadre più forti d’Italia. Prima della seconda giornata di partite, l’Under 16 femminile del Rugby Frascati Union 1949 ha potuto assistere dal vivo alla finale Seniores tra Colorno e la stessa Valsugana con le prime a spuntarla al termine di un match con tante grandi giocatrici in campo. La splendida avventura del giovane gruppo tuscolano si è conclusa con le finali dal nono al 12esimo posto in cui le ragazze del Rugby Frascati Union 1949 hanno perso di misura sia con Pesaro che con le modenesi del Formigine, pareggiando con le BelveNeroverdi di L’Aquila, avversario più volte incrociato nel corso della stagione. Le frascatane hanno comunque migliorato di quattro posizioni il piazzamento dello scorso anno e hanno dimostrato di essere cresciute tantissimo nel loro percorso di squadra: la strada è ancora lunga, ma insieme si fa meno fatica… 

Questo l’elenco delle atlete del Rugby Frascati Union 1949 che hanno partecipato alla spedizione di Calvisano: Martina Farina (capitano), Erika Veronesi (vice capitano), Gioia Grammatico, Gaia Salvagni, Alice Fracassi, Zeudi Iacente, Maria Vdovii, Ginevra De Iorio, Michela Passariello, Alessia Piccolo, Marianna Dessi, Siria Ermini, Giulia De Cesaris e le due under 14 Rachele Giuffrè e Martina De Cesaris.

Trofeo Terre dei vini

Due giorni di festa tra dell’ottimo rugby giovanile e delle degustazioni vinicole tra le eccellenze italiane. Questo è stato il “Trofeo dei Vini” che tra venerdì e sabato scorso ha messo in scena a Frascati la sua seconda edizione. A sfidarsi sul campo il Rovato (poi vincitore del torneo), il Valpolicella, il Pavia e la franchigia nata dalla collaborazione tra Rugby Frascati Union 1949 e la formazione capitolina dell’Arnold. I ragazzi tuscolani, allenati da Claudio Girini, hanno debuttato venerdì nella dura semifinale contro Valpolicella che si è imposta solo nel finale per 29-19. «Una grande partita da parte dei nostri ragazzi contro un avversario di grande spessore come lo erano anche Rovato e Pavia che non a caso giocano nei campionati d’Elite delle loro regioni – dice Girini – Nella semifinale il risultato è stato in bilico fino all’ultimo quando i nostri avversari hanno realizzato e trasformato la meta che ha permesso loro di allungare nel punteggio. Abbiamo pagato a caro prezzo qualche ingenuità, ma sono stato davvero orgoglioso della loro prestazione e lo stesso è valso anche per il match del terzo e quarto posto di sabato contro Pavia che abbiamo battuto per 26-24 realizzando anche in questo caso la meta decisiva in extremis. Ma sono contento di quello che ho visto perché il livello del torneo era davvero alto e a testimonianza di ciò basta ricordare che nella finale per il primo posto, vinta da un Rovato parso superiore a tutte, c’erano in campo ben quattro giocatori della Nazionale di categoria». La soddisfazione di Girini e di tutto il Rugby Frascati Union 1949 si estende anche a ciò che si è vissuto fuori dal rettangolo di gioco. «E’ stato un torneo eccellente anche dal punto di vista organizzativo – rimarca l’allenatore – In particolare, la degustazione dei vini andata in scena nella prestigiosa location delle Mura del Valadier per quattro ore nel pomeriggio di sabato ha avuto un grandissimo successo di partecipazione. Insomma il “Trofeo dei Vini” è un’ottima idea che va portata avanti nel corso degli anni». 
Molto positiva anche la presenza dell’Under 16 femminile del Rugby Frascati Union 1949 che, sempre nello scorso fine settimana, si è piazzata all’11esimo posto delle finali nazionali disputate a Calvisano (in Lombardia), confermando l’ottimo percorso di crescita registrato già nel corso della stagione. 
Gli appuntamenti stagionali non sono finiti perché venerdì ci sarà la cena di fine anno per tutte le varie componenti del Rugby Frascati Union 1949: nel tardo pomeriggio una partita tra dirigenti e allenatori che sfideranno i giocatori aprirà il momento di festa che culminerà nel successivo momento conviviale a partire dalle ore 20,30 presso la club house dello stadio di Cocciano.

Trofeo Terre dei Vini

Una grande settimana per il Rugby Frascati Union 1949. Giovedì alle ore 19, presso la Sala degli Specchi e alla presenza di rappresentanti istituzionali del Comune di Frascati, si terrà la conferenza stampa di lancio del “Trofeo dei Vini”, giunto alla seconda edizione e quest’anno ospitato per l’appunto nella cittadina tuscolana nei giorni di venerdì 1 giugno e sabato 2 giugno. In contemporanea il Rugby Frascati Union 1949 presenterà ufficialmente la nuova maglia di gioco dell’Under 16 femminile che sempre nel week-end (ma nei giorni del 2 e 3 giugno) sarà nel comune lombardo di Calvisano per disputare le finali nazionali di categoria. Mentre tutto il Rugby Frascati Union 1949 incrocia le dita per le sue ragazze di scena in Lombardia, il sodalizio tuscolano ha predisposto tutta la macchina organizzativa per la seconda edizione del “Trofeo dei Vini”: un evento che unirà una volta di più la passione per la palla ovale all’altissima qualità enogastronomica dei territori rappresentati dalle squadre in campo, vale a dire il Rugby Frascati Union Arnold (così chiamato in questa occasione per via della franchigia nata nel corso di questa stagione con il club capitolino), il Rovato “Franciacorta”, il Valpolicella e il Pavia “Oltrepò Pavese”. Il torneo prenderà il via da venerdì alle ore 16 con la prima semifinale, poi a seguire (alle 18) la seconda semifinale, ovviamente nella cornice dello Stadio del rugby di Cocciano. Ricchissimo il programma del sabato che prevede, da una parte, la degustazione dei vini “rappresentati” dalle quattro squadre presso la prestigiosa location delle “Mura del Valadier” (dalle ore 16 alle ore 20), mentre in campo si giocheranno alle ore 18 la finale del terzo e quarto posto e poi alle 20 quella per l’assegnazione della seconda edizione del “Trofeo dei Vini”. Al termine del match consueto terzo tempo per tutti i partecipanti della manifestazione.
Infine un grande pezzo di storia del rugby frascatano si è riunito ieri sera presso il locale dell’ex giocatore Carlo Camilli: su un input della Fondazione Rugby Frascati (che ha presenziato con il presidente Luigi Bellusci) si sono ritrovati allo stesso tavolo alcuni grandissimi protagonisti della palla ovale giallorossa, da Guido Porzio (il primo frascatano a giocare con il primo XV della Nazionale) a Paolo Paoletti, da Franco Bargelli a Paolo Centioni, Paolo Paladini, Luigi Bucciarelli, Bruno Balestra, Sergio Soli, Sandro Molinari, Mimmo Mieli, Bruno Bronzini, Paolo Giorgi, Antonio Spagnoli, Claudio Gori e tanti, tanti altri oltre ai presidenti Diego Pillinini del Rugby Frascati Union e Ferdinando Capece Minutolo del Frascati Rugby Club e Igino Mancini in rappresentanza di tutti gli ex presidenti del sodalizio giallorosso. Una “rimpatriata” davvero speciale, il miglior modo per iniziare a celebrare al meglio i 70 del Rugby Frascati che cadranno nel 2019.

Una Stagione da otto

La stagione del Rugby Frascati Union 1949 deve ancora terminare (si chiuderà col botto con gli eventi di inizio giugno del “Trofeo dei Vini” che verrà ospitato a Frascati e delle finali nazionali dell’Under 16 femminile), ma il direttore generale Antonio Spagnoli può già tracciare un bilancio praticamente completo dell’annata 2017-18. «Innanzitutto il nostro ringraziamento va a tutti i componenti dello staff tecnico delle varie categorie che hanno fatto un lavoro eccellente. Inoltre consideriamo il nostro staff medico un vero e proprio fiore all’occhiello della società: un’organizzazione che ho fatto fatica a trovare anche a livelli più alti, davvero un aspetto di cui possiamo andare fieri e che ha riguardato tutte le nostre selezioni, dai più grandi ai più piccoli. Per ciò che concerne il primo XV maschile, siamo davvero molto soddisfatti. Una squadra molto giovane che è stata capace di andare oltre le più rosee previsioni, combattendo a testa altissima nel decisivo girone della poule promozione nel quale i ragazzi si sono piazzati solamente alle spalle della Capitolina che l’anno scorso arrivò terza in serie B (e che è stata “spostata” nella massima categoria regionale solo per la retrocessione della prima squadra della società romana dalla A2, ndr). Inoltre nel girone c’erano avversari di alto livello come la Lazio o il Cus Roma, basti pensare che tra le più accreditate c’era Viterbo fresca retrocessa dalla B che invece ha concluso all’ultimo posto della poule promozione. Inoltre il gruppo ha finito con un prepotente crescendo e sicuramente lavorando in questa maniera si potrà togliere ulteriori grandi soddisfazioni». La soddisfazione non cambia molto nel parlare delle altre selezioni maschili. «La serie C2, pur facendo un po’ fatica, ha coinvolto un numero davvero notevole di giocatori, dando a tutti la possibilità di praticare il rugby, onorando il suo campionato con delle buone prestazioni e sudando costantemente la maglia. Per l’Under 18 c’è stata la positiva collaborazione con l’Arnold e, anche se il gruppo ha dovuto affrontare alcune difficoltà, la squadra è riuscita a completare il campionato e inizierà il “nuovo corso” già a partire dalla partecipazione al prossimo prestigioso “Trofeo dei Vini” che si terrà a Frascati l’1 e 2 giugno». La chiusura di Spagnoli investe il settore femminile e il mini rugby. «Il settore rosa ha registrato un’esplosione di tesserate grazie al grandissimo lavoro del nostro staff che recentemente ha festeggiato anche il “neo patentato” coach Mariotti. Le Seniores sono state sempre competitive nel loro campionato, mentre le Under 16 ci regaleranno una grande emozione con le finali nazionali del 2 e 3 giugno a Calvisano. Per ciò che concerne il mini rugby, abbiamo registrato un forte impulso soprattutto grazie al lavoro che Sandro Molinari, Claudio Girini e Alessio Ascantini hanno fatto all’interno delle scuole. Insomma una stagione davvero positiva a cui darei un voto molto alto, direi da otto».

Ancora in evidenza le ragazze

Continua a ricevere attestati importanti il percorso del settore femminile del Rugby Frascati Union 1949. Anche nel week-end appena messo alle spalle, quattro giovani atlete della società tuscolana sono state convocate nelle rappresentative regionali Under 14 e Under 16 che hanno disputato a L’Aquila l’ultima tappa del torneo interregionale “Cal” sfidando con il Lazio le compagini di Campania e Abruzzo. Rachele Giuffrè, elemento dell’Under 14, e poi Alessia Piccolo, Erika Veronesi e Ginevra De Jorio (che hanno fatto parte della selezione maggiore) si sono divertite e hanno dato il massimo nell’appuntamento in terra abruzzese. Non è la prima volta che Giulia Grasso, responsabile tecnico del comitato regionale per le selezioni Under 14 e Under 16, “premia” le ragazze del Rugby Frascati Union 1949. Nel corso della stagione anche Martina Farina, Gioia Grammatico, Maria Ndovi e Zeudi Iacente sono state convocate con la rappresentativa Under 16, segno di un cammino stagionale davvero molto importante per il gruppo frascatano. La convocazione della ancor più giovane Giuffrè conferma la validità del settore giovanile femminile del Rugby Frascati Union 1949 che nel prossimo anno consoliderà e completerà anche il gruppo dell’Under 14. Ora le “ragazze Union” dovranno preparare gli ultimi fondamentali appuntamenti della stagione della palla ovale rosa: nel prossimo week-end ci sarà l’ultima tappa del campionato Under 16, in quello successivo del 27 maggio si concluderà la Coppa Italia Seniores e poi il clou cadrà il 2 e 3 giugno prossimi quando la stessa Under 16 parteciperà alle finali nazionali di categoria. Il primo fine settimana di giugno sarà davvero ricchissimo per il Rugby Frascati Union 1949 visto che in quei due giorni anche l’Under 18 maschile parteciperà al prestigioso il “Torneo dei Vini” che l’anno scorso si disputò a Rovato (in provincia di Brescia) e che quest’anno sarà ospitato proprio dal sodalizio tuscolano. Una chiusura di stagione “col botto” per il sodalizio del presidente Diego Pillinini.

Vittoria U.18 con il Paganica

L’Under 18 del Rugby Frascati Union 1949 ha terminato le sue fatiche ufficiali. La squadra di coach Claudio Girini ha sconfitto Paganica con un netto 33-0 interno al termine di una gara praticamente senza storia. «Abbiamo fatto una prestazione certamente positiva al cospetto di un avversario tutt’altro che sprovveduto – spiega l’allenatore del Rugby Frascati Union 1949 – Il risultato finale poteva essere anche più ampio, segno di una gara giocata molto bene da tutti i nostri ragazzi». Un campionato positivo per l’Under 18 tuscolana che ha avviato una proficua collaborazione con l’Arnold per questa categoria. «Un’esperienza decisamente positiva – dice Girini – Anche se alla fine loro hanno contribuito con pochi ragazzi, abbiamo avuto modo di apprezzare la serietà e lo spessore della società capitolina tanto che l’esperimento della franchigia verrà portato avanti anche nella prossima stagione e magari potrebbe essere allargato anche a qualche altra categoria». In realtà l’annata agonistica dell’Under 18 del Rugby Frascati Union 1949 non è del tutto terminata. «Il 2 e 3 giugno prossimi saremo di scena nel “Torneo dei vini” che ci ha visti protagonisti già l’anno scorso a Rovato e che quest’anno ospiteremo a Frascati – ricorda Girini – Sarà un test molto probante a livello tecnico perché ci troveremo di fronte avversari molto forti, ma sarà comunque un’esperienza di crescita importante per i nostri ragazzi». 
Intanto è arrivata un’altra strepitosa vittoria della serie C1 dei coach Sebastian Caffaratti e Luca Corona. La squadra frascatana ha vinto per 44-24 sul campo di Roma Urbe al termine di una prestazione importante e determinata e ora le manca “solo” una vittoria per centrare un secondo posto di tutto rispetto nella poule promozione della categoria. Ha concluso il campionato pure la serie C2 che si è piazzata al settimo posto e che, nell’ultimo turno, ha rimediato un’onorevole sconfitta sul campo di Ceccano.

Vittoria finale nell' incontro con la Lazio Rugby

La serie C del Rugby Frascati Union 1949 ha chiuso in bellezza la sua stagione. La prima squadra maschile del club del presidente Diego Pillinini e del direttore generale Antonio Spagnoli ha sconfitto la Lazio per 31-15 nel match casalingo andato in scena domenica. «E’ stata un’altra performance di ottimo livello – dice soddisfatto coach Sebastian Caffaratti, che assieme a Luca Corona ha guidato la squadra in questa stagione – Abbiamo giocato bene in tutti i reparti, sia gli avanti che i trequarti, dominando in mischia chiusa. Nelle ultime cinque partite questa squadra ha giocato su livelli eccellenti». Il Rugby Frascati Union 1949 chiude con un ottimo secondo posto la poule promozione, vinta dalla Capitolina. «Se abbiamo rimpianti per quella doppia sconfitta nella fase iniziale di questo girone? Direi di no, non ha senso fare questo genere di discorsi guardandosi alle spalle – dice Caffaratti – La verità è che questo gruppo ha fatto un percorso e nell’ultima parte di campionato ha raccolto i frutti del grande lavoro portato avanti nel corso della stagione. Come staff, siamo stati sempre convinti di quello che facevamo e, anche a livello di gestione del gruppo, aver avuto tutta la rosa a disposizione anche nell’ultima partita della stagione vuol dire tanto. Abbiamo partecipato alla poule promozione come da nostro obiettivo e poi abbiamo centrato il secondo posto, facendo il massimo di quello che potevamo». Caffaratti si dice «orgoglioso di aver guidato assieme a Luca Corona questo gruppo, in una società che non ci ha fatto mai mancare nulla. E’ chiaro che ci piacerebbe proseguire assieme questa avventura».
Intanto sono scese in campo nello scorso fine settimana anche le due formazioni maggiori del settore femminile: sul campo della Capitolina si sono disputate le tappe del campionato interregionale Under 16 e della Coppa Italia Seniores, nel ricordo della sfortunata Rebecca Braglia, la giovane rugbysta scomparsa in seguito ad una violenta caduta dopo un incidente di gioco per cui è stato osservato un minuto di silenzio. L’Under 16, che ha sfidato in sequenza Belve Neroverdi L’Aquila, Aprilia, Capitolina e la novità delle lombarde del Rovato (reduci da una visita a Roma nella giornata di sabato), ha messo in mostra una buona condizione complessiva con l’adattamento in ruoli inusuali di tutte le ragazze scese in campo. La Seniores, nonostante un organico risicato, ha disputato tre gare molto impegnative contro Tuscia, All Reds e Capitolina mettendo in campo grinta e cuore in tutte le sfide.

Un passo avanti

Un passo avanti importante nella corsa per il secondo posto. La serie C1 del Rugby Frascati Union 1949 ha vinto nettamente la gara interna di ieri contro Viterbo (72-12) e ora è padrona del suo destino nella corsa al secondo posto, stante anche la caduta dell’Us Roma sul campo della Capitolina capolista del girone. «Adesso dipende da noi: dobbiamo continuare a giocare come fatto nell’ultimo periodo e conquistare altri dieci punti nelle due partite che rimangono». Parole e musica sono di uno dei giovani frascatani del gruppo, vale a dire il flanker classe 1998 Tiberio Bocci. «La gara con Viterbo è stata subito indirizzata nel verso giusto e chiusa già a fine primo tempo. Ci servivano questi cinque punti e li abbiamo conquistati con un’altra prestazione convincente». La serie C1 del Rugby Frascati Union 1949 sembra aver nettamente cambiato passo da un paio di mesi. «A un certo punto della stagione ci siamo parlati e ci siamo detti che dovevamo mettere in campo qualcosa in più. Il gruppo è compatto e si è creata una bella sintonia tra i giovani e i ragazzi un po’ più grandi, ma anche tra noi e lo staff tecnico che è di assoluto spessore». Nel prossimo turno il Rugby Frascati Union 1949 sarà ospite della Roma Urbe, poi chiuderà le proprie fatiche in casa con la Lazio. «Una cosa per volta, ora abbiamo la testa alla partita di domenica che giocheremo contro un avversario che ha fatto sudare proprio la Lazio nell’ultimo turno – dice Bocci – Se continuiamo a giocare come fatto nell’ultimo periodo, però, abbiamo grandi possibilità di portare a casa dieci punti nelle ultime due partite di campionato». 
Nel week-end del Rugby Frascati Union 1949, oltre alla sconfitta della serie C2 in casa della Rugby Roma, è arrivata una bella soddisfazione anche dall’Under 18 che è stata capace di sbancare Paganica per 32-18 al termine di una prestazione molto positiva. Intanto nel settore femminile del sodalizio tuscolano si pensa già al futuro: ogni venerdì, fino a tutto il mese di giugno, dalle 18 alle 19 si terranno gli allenamenti delle ragazze nate negli anni 2007, 2006 e 2005 che il prossimo anno formeranno le squadre Under 12 ed Under 14. Mentre in U12 si possono scegliere due percorsi, uno in squadra mista (maschi e femmine) ed uno anche solo tra bambine, in Under 14 il regolamento prevede una differenziazione del percorso e squadre formate solo da ragazze. Per ciò che concerne il campo, infine, l’Under 16 ha disputato un’altra tappa del suo campionato, stavolta a L’Aquila, dando una nuova dimostrazione della crescita del gruppo. 

1° Tappa del progetto scuola

Il lavoro di promozione nelle scuole è sicuramente uno dei capisaldi dell’attività del Rugby Frascati Union 1949. La società del presidente Diego Pillinini e del direttore generale Antonio Spagnoli ha visto celebrarsi, sabato scorso, la prima tappa del “campionato scolastico” che il sodalizio tuscolano ha organizzato aderendo al progetto di Fir e Comitato regionale Lazio dal nome “Rugby per tutti”. «Un’iniziativa pensata per la promozione della nostra disciplina all’interno degli istituti scolastici del territorio» spiega Claudio Girini che, assieme al professor Alessio Ascantini e ad Alessandro Molinari, sta seguendo questo progetto per conto del Rugby Frascati Union 1949. «La nostra società – riprende - ha immediatamente aderito a questa idea e così siamo andati in varie scuole del territorio (la Dandini, la Tudisco, la Lupacchino, la Vanvitelli e Villa Sciarra, ndr) a cercare di trasmettere ai bambini una certa passione o un semplice interesse verso il rugby. Sabato scorso, invece, è stata la prima tappa sul campo delle sei previste nell’ambito di questo progetto: tanti bambini di diverse scuole elementari di Frascati, assieme ai nostri ragazzini del mini rugby, hanno popolato il campo superiore dello stadio di Cocciano per una lezione “conoscitiva” del nostro sport». Il progetto vivrà altri momenti simili e poi si darà vita a una sorta di campionato scolastico: il prossimo appuntamento sul campo è in programma per il prossimo 24 marzo, poi ce ne saranno due ad aprile (7 e 21) e due a maggio (5 e 19). 
Per ciò che concerne l’agonistica, invece, è stato un week-end felice per la serie C2 del Rugby Frascati Union 1949 che ha battuto per 22-13 i Cuttitta Brothers, squadra di Anzio che all’andata aveva piegato i tuscolani. Una partita combattuta tra due squadre agguerrite che hanno dato un buono spettacolo, ma alla fine a spuntarla sono stati i ragazzi dei coach Nino Cordella e Giorgio Soli. Intenso fine settimana per il settore femminile: la squadra Old ha vinto il torneo di Firenze piegando le padrone di casa del Tacco Ovale, il Tacco 13 di Cernusco sul Naviglio e la Nesis Amatori Napoli. Bella giornata di rugby anche per l’Under 16 che, nel concentramento casalingo di Spinoretico, ha prima superato le Hammers Campobasso, poi ha ceduto contro le Belve Neroverdi di L’Aquila e alla fine ha giocato e vinto contro l’Aprilia nella finale per il terzo posto. 

Bene il settore maschile

En plein totale per il settore maschile del Rugby Frascati Union 1949. Le tre selezioni del club del presidente Diego Pillinini (Under 18, serie C2 e serie C1) hanno conquistato altrettante vittorie casalinghe. Il gruppo più giovane è stato autore di una prestazione sontuosa contro Ostia: la quarta forza del girone è stata travolta col punteggio di 57-7. Molto bene anche la serie C2 che ha sconfitto per 26-17 il Cassino, mentre a completare il quadro ci ha pensato nel pomeriggio la serie C1 che ha superato di misura la Roma Urbe per 14-11. Una vittoria che ha consentito al primo XV tuscolano di festeggiare al meglio l’arrivo del secondogenito di Luca Corona il quale guida la squadra assieme a Sebastian Caffaratti. «Non era semplice riuscire a fornire una buona prestazione con le condizioni meteorologiche di ieri, vale a dire pioggia e campo molto pesante – dice proprio Caffaratti – La squadra ha cominciato anche bene la partita, poi si è un po’ persa anche a causa del pallone “ingestibile”. Nel secondo tempo, invece, abbiamo perso tanti palloni nel tentativo di giocare il pallone alla mano, ma alla fine era importante vincere e conquistare i quattro punti fondamentali per la nostra classifica». Probabilmente la serie C1 del Rugby Frascati Union 1949 ha pagato anche la poca brillantezza dovuta alla lunga pausa del campionato. «La lunga sosta forse ci ha mandato un po’ fuori giri - sorride Caffaratti – Ma d’ora in avanti, fatta eccezione per la sosta nella domenica di Pasqua, il campionato andrà avanti settimanalmente e sarà molto intenso». Nel prossimo turno, quello prima della pausa pasquale, il Rugby Frascati Union 1949 sarà ospite della Lazio, un avversario certamente scomodo. «Sarà una gara aperta, ma crediamo di poter fare risultato pieno anche su quel campo altrimenti non ci presenteremmo proprio» conclude Caffaratti.
La forte pioggia, infine, ha cancellato gli appuntamenti della prima squadra del settore femminile (impegnata a Viterbo) e anche delle più piccole che sarebbero dovute scendere in campo a Roma
.

Il 1° XV batte la Lazio

Una dolce sorpresa pasquale anticipata. La serie C1 maschile del Rugby Frascati Union 1949 si è fatto un grandissimo regalo: la squadra dei coach Sebastian Caffaratti e Luca Corona (da poco diventato papà per la seconda volta con la nascita di Filippo) ha vinto per 18-16 sul campo della Lazio, riaprendo totalmente i giochi per il secondo posto. «I ragazzi hanno messo in campo tutto e hanno ottenuto un risultato fondamentale – commenta con orgoglio Corona – Hanno tenuto una condotta di gara davvero molto buona, anche se con un pizzico di determinazione in più avrebbero potuto chiudere la partita a metà ripresa. Invece con due o tre ingenuità abbiamo permesso alla Lazio di tornare davanti nel punteggio, poi nel finale Bottomei lanciato a meta è stato fermato con un placcaggio al collo molto pericoloso che avrebbe meritato la meta tecnica. L’arbitro ha deciso diversamente, ma siamo andati comunque a segnare il successivo calcio di punizione e a conquistare quattro punti pesantissimi». Corona è stato sempre molto ottimista sulle possibilità del Rugby Frascati Union 1949 in questa poule promozione e il risultato di domenica gli regala ancora maggior convinzione. «Ora sta a noi decidere se continuare con le marce alte o mettere “a folle” – spiega il tecnico – Dobbiamo preparare al dettaglio la sfida post-pasquale contro l’Us Roma che all’andata ci ha battuto con un risultato troppo largo per quelli che sono i valori delle due squadre». 
Intanto una grande notizia ha aperto la settimana del settore femminile del Rugby Frascati Union 1949. Mayra Bucciarelli, atleta classe 2000 in forza alla prima squadra tuscolana, è stata convocata dal ct Andrea Di Giandomenico per il raduno della Nazionale Under 18 Seven che si terrà dal 29 al 31 marzo prossimo a Parma. Per la Bucciarelli si tratta della seconda convocazione dopo quella dello scorso mese di settembre. Intanto domenica si è tenuta al campo di Spinoretico la decima tappa del campionato interregionale Under 16 femminile con le ragazze tuscolane che hanno incrociato Belve Neroverdi L’Aquila, Capitolina e Aprilia dando nuove dimostrazioni di una costante crescita. In apertura di giornata, inoltre, sono scese in campo anche le ragazze dell’Under 14 per un quadro del settore femminile che è sempre più roseo. Nello scorso fine settimana, inoltre, è stata protagonista anche l’Under 12 (mista) che ha giocato a Colleferro ottenendo ottimi risultati.

Bella vittoria con U.S. Roma Rugby

Un altro passo in avanti per la serie C1 del Rugby Frascati Union 1949. La squadra dei coach Sebastian Caffaratti e Luca Corona ha battuto l’Us Rugby Roma col punteggio di 21-14 nel match giocato domenica a Vermicino e ha momentaneamente conquistato la seconda piazza della poule promozione. «Una partita magari non spettacolare, ma noi abbiamo difeso benissimo e costruito in questo modo un successo molto prezioso – dice il tallonatore classe 1992 Nicolò Toccacieli -. Abbiamo cominciato realizzando due mete, poi siamo stati molto ordinati difensivamente al di là di un’occasione sfruttata dagli avversari. Abbiamo imposto il nostro gioco senza concedere spazi all’Us Rugby Roma». Domenica prossima il team tuscolano sarà impegnato sul campo della Capitolina capolista. «Abbiamo un solo risultato per provare a riaprire i giochi legati alla prima piazza – dice Toccacieli – Loro hanno vinto tutte le sei partite disputate in questa poule promozione, ma all’andata li abbiamo messi in difficoltà e ce la siamo giocata alla pari, cosa che vogliamo fare anche nel prossimo match». D’altronde, dopo aver affrontato qualche difficoltà nella prima parte della seconda fase, il primo XV del Rugby Frascati Union 1949 ha trovato un buon passo. «Nelle ultime tre partite abbiamo sfoderato delle grosse prestazioni al cospetto di avversari importanti, dobbiamo continuare così». 
Tra le altre selezioni tuscolane maschili, la serie C2 ha ceduto giocando comunque una buona partita al cospetto del Campoleone, mentre l’Under 18 è stata piegata dalla Lazio col punteggio di 15-11. Intanto nei giorni scorsi sette ragazze del Rugby Frascati Union 1949 sono state convocate con Rappresentativa regionale Under 18: si tratta di Gioia Grammatico, Alessia Piccolo, Alice Fracassi, Zeudi Iacente, Martina Farina, Erica Veronesi e Mayra Bucciarelli che recentemente è stata anche selezionata per un raduno dell’Under 18 azzurra. Infine il club tuscolano è rimasto perplesso per la decisione del comitato regionale di mandare le sue selezioni Under 8 e 10 al concentramento di Aprilia invece di quello organizzato a Frascati: la società chiederà conto delle motivazioni di questa scelta nelle sedi opportune.

Riconoscimento per Spagnoli e Paoletti a l'Aquila

Con un incasso a l'Aquila di oltre 6000 tagliandi venduti, le Zebre si impongono di misura sui Dragons per 34 a 32. Nell' intervallo tra il primo e il secondo tempo chiamati ad uno ad uno al centro del campo i giocatori con più presenze nelle Zebre Storiche dopo Bollesan : Spagnoli, Paoletti, Camiscioni, Ghizzoni. Vittoria storica anche del Benetton a Leinster per 17 a 15.

Sfiorato il colpaccio

La serie C1 del Rugby Frascati Union 1949 ha sfiorato il colpaccio sul campo della Capitolina, capolista del girone della poule promozione e ormai prossima al salto in serie B. La squadra dei coach Sebastian Caffaratti e Luca Corona ha ceduto per 35-20, ma è stata in gara fino agli ultimi minuti creando delle serie difficoltà al forte avversario. «Una sconfitta che ci lascia tanto amaro in bocca per il risultato – dice Corona – Ma tutti i ragazzi scesi in campo, dal primo all’ultimo, hanno fatto una partita splendida e soprattutto hanno dato l’anima. Abbiamo messo molta paura ad un avversario di grande valore e probabilmente avremmo meritato un risultato diverso. La strada imboccata è assolutamente quella giusta e ora devono solo continuare a lavorare in questa maniera». All’allenatore tuscolano non è piaciuta la conduzione arbitrale. «Non parlo mai di queste cose, ma già in un altro match non eravamo stati fortunati con questo direttore di gara. Nei primissimi minuti ci ha subito punito con una meta tecnica e nel finale, sul punteggio di 27-20, non ha fatto altrettanto dopo averci concesso sette calci di punizione nella zona dell’area di meta». Il primo XV del Rugby Frascati Union 1949 ha ora un obiettivo abbastanza chiaro. «Mancano ancora tre partite alla fine del campionato e dobbiamo conquistare i 15 punti a disposizione – dice Corona – Poi tireremo le somme e vedremo dove saremo arrivati». La prima di queste tre partite sarà quella casalinga di domenica prossima contro Viterbo. «Dobbiamo subito imporre il nostro ritmo alla gara e mettere subito le cose in chiaro» conclude Corona.
Nel week-end del Rugby Frascati Union 1949, oltre alle sconfitte della serie C2 contro l’Arnold e dell’Under 18 sempre contro la Capitolina, va segnalata la splendida prestazione dell’Under 16 femminile nell’undicesima tappa del campionato interregionale di categoria disputata a Montevirginio. Nonostante alcune assenze, la squadra giallorossa ha sfoderato delle buone partite e una buona tenuta fisica complessiva, segno che il lavoro svolto agli ordini di Paola Cecchetto sta continuando a dare i suoi frutti. Le ragazze tuscolane hanno ottenuto tre vittorie contro Capitolina, X Roma Rugby, Aprilia e pareggiato contro le Belve Neroverdi L’Aquila, mettendo in campo una grande molo di lavoro in attacco e una alta dose di concentrazione difensiva. 

Femminile alla ribalta

Cresce in maniera prepotente la prima squadra femminile del Rugby Frascati Union 1949. Le ragazze tuscolane si sono classificate al secondo posto della sesta tappa della Coppa Italia Seniores (girone laziale) disputata per l’occasione all’ex cinodromo di Roma, casa delle All Reds. Le ragazze sono apparse da subito molto ispirate e motivate, forti anche dell’innesto in prima squadra di ben cinque atlete della categoria Under 16 (tutte classe 2001) che hanno dato un valido supporto per tutto il torneo. Tre le gare del girone di qualificazione giocate nell’ordine con Tuscia, Ceccano e Roma X, con altrettanti successi delle giallorosse. Le ragazze frascatane si sono poi giocate la finale per il primo posto contro la solita Capitolina che, al termine di una avvincente partita, si è portata a casa con merito il successo dopo aver superato nel girone le All Reds e l’Orvietana. Un secondo posto finale da incorniciare quello centrato dal Rugby Frascati Union 1949, frutto di una buona attenzione sulle consegne assegnate e di un gruppo sempre più coeso, al di là delle categorie.
Con grande orgoglio il club tuscolano intende sottolineare l’esordio da parte di Alice Fracassi, Erika Veronesi (che ha realizzato due mete), Gaia Salvagni, Maria Vdovi e Zeudi Iacente (che ha messo a segno quattro mete) e il fatto che per la prima volta in assoluto si siano ritrovate in campo Barbara Quaresima, capitano di giornata per l’assenza di Elisa Grossi, e Gaia Salvagni, mamma e figlia unite dalla passione del rugby. «E’ stata un’emozione indimenticabile, qualcosa di assurdo – dice la Quaresima – All’emozione della prima volta da capitano si è sommata quella indelebile di giocare con mia figlia. Con Gaia abbiamo cominciato assieme tre anni fa a giocare e vederla adesso come compagna di squadra mi dà davvero sensazioni particolari. Come è andata? E’ stata bravissima come le altre esordienti di giornata». La famiglia di Barbara si riunisce in toto anche sui campi di rugby: oltre a Gaia, infatti, c’è il marito Roberto Salvagni che è primo tifoso ed è sempre presente e poi c’è pure la piccola Aurora che gioca nell’Under 12 tuscolana. «Devo aspettare di giocare pure con lei prima di smettere? Ci proverò» dice con un sorriso la Quaresima.
Va segnalata, infine, la ciliegina sulla torta della bella giornata ovvero la presenza di una terna arbitrale d’eccezione, tutta al femminile: Leila Pennetta, vecchia conoscenza del rugby femminile nel Lazio e non solo, e le sorelle Maria Clotilde Benvenuti e Maria Beatrice Benvenuti, quest’ultima già in campo alle scorse Olimpiadi e designata per il prossimo Galles-Francia del 6 Nazioni femminile 2018.

Per Soli una stagione positiva

Una settimana di stop assoluto per le varie selezioni del Rugby Frascati Union 1949. Un po’ il maltempo dei giorni scorsi e un po’ la coincidenza delle elezioni hanno di fatto “cancellato” tutti gli appuntamenti in programma. Tra questi ci sarebbe dovuto essere quello della serie C2 maschile che tornerà in campo domenica per affrontare in casa (campo di Spinoretico, ore 12) i Cuttitta Brothers, squadra di Anzio. «Una formazione che all’andata ci impose un amaro stop proprio negli ultimi minuti, quindi c’è tanta voglia di riscatto». Il “grido di battaglia” è di Giorgio Soli, vice del tecnico Nino Cordella e soprattutto capitano del gruppo tuscolano. Tocca a lui dare un giudizio sull’annata del secondo gruppo maggiore del settore maschile del Rugby Frascati Union 1949. «Io credo che l’annata sia stata finora ampiamente positiva – osserva il mediano di mischia classe 1983 – Abbiamo formato praticamente un “blocco unico” con la serie C1 con cui ci siamo allenati insieme per tutta la stagione. Questo ha provocato un evidente miglioramento degli elementi della serie C2: quelli che erano alle prime armi hanno acquisito un importante bagaglio tecnico e altri ragazzi, magari più pronti, hanno potuto spesso far parte della C1 anche in gare ufficiali. Insomma è stata ampiamente rispettata la funzione “serbatoio” che il gruppo della C2 doveva avere nei programmi societari». Quest’anno Soli, invece, non ha giocato con la formazione maggiore. «Ne sono stato capitano fino a poco tempo fa, ma quest’anno avevo bisogno di un’annata più tranquilla per una serie di motivazioni» dice il mediano che guarda alla parte finale della stagione del secondo XV del Rugby Frascati Union 1949. «Avremo pochissimi momenti di sosta da qui alla fine del campionato: non avremo pressioni di classifica di alcun tipo, ma vogliamo scendere in campo per fare bene a cominciare dalla sfida di domenica».

Vittoria importante Viterbo

E’ arrivata al terzo tentativo la prima vittoria della serie C maschile del Rugby Frascati Union 1949 nella fase promozione del campionato. E’ accaduto ieri a Viterbo dove i ragazzi dei coach Sebastian Caffaratti e Luca Corona hanno vinto per 19-15 al termine di una partita dai tanti colpi di scena. «Siamo partiti bene, andando fino al 10-0 – spiega Caffaratti – Poi abbiamo subito una prima rimonta della squadra di casa, giovane e combattiva. Dopo il 12-10 l’abbiamo ribaltata noi e poi loro sono di nuovo andati sul 15-13 prima del definitivo sorpasso nostro nel secondo tempo. E’ stato un risultato positivo, anche se come prestazione non abbiamo ripetuto il livello visto contro la Capitolina». Proprio la squadra romana assieme alla Lazio comandano il girone. «E’ un raggruppamento equilibrato: la Capitolina è un’ottima squadra, la Lazio l’abbiamo vista solo in amichevole e poi c’è anche l’Us Roma che è sicuramente una valida compagine. I nostri ragazzi cercheranno di arrivare il più in alto possibile, i giochi sono aperti». Ora arriva una nuova sosta per il campionato: la serie C maschile ripartirà il prossimo 11 marzo e il Rugby Frascati Union 1949 ospiterà la Roma Urbe. «Li abbiamo incrociati l’anno scorso, sono sicuramente una buona squadra e alla prima di campionato hanno messo in difficoltà la stessa Capitolina. Ci sarà da sudare, ma siamo pronti a dare il massimo».
Ieri è scesa in campo anche l’Under 16 femminile nell’ottava tappa del campionato interregionale (girone Lazio), disputata ad Aprilia. Quattro le gare disputate, di cui due sotto un'abbondante pioggia: nell’ordine con Roma X, Capitolina, Aprilia e Belve Neroverdi https://www.facebook.com/apriliarugby/?fref=mentions, con prestazioni altalenanti che alla fine hanno lasciato qualche rammarico sul campo. La mattinata era stata aperta dal “Girls Day”, appuntamento per tutte le Under 12 ed Under 14 del FIR Lazio, con ben 30 atlete presenti in cui si sono distinte le piccole giallorosse. Grande orgoglio nel vedere in campo ben 18 ragazze del Rugby Frascati Union 1949 tra Under 16, 14 e 12: una prova concreta dell’incessante lavoro di reclutamento svolto durante tutta la stagione sportiva.

Ragazze sugli scudi

In un week-end di stop totale per il settore maschile, il Rugby Frascati Union 1949 si è concentrato sull’impegno che sabato ha visto protagonista la prima squadra femminile. Le ragazze di coach Daniele Mariotti hanno ottenuto un ottimo secondo posto nella quinta tappa della Coppa Italia (girone Lazio), disputatasi per l’occasione a Ceccano. «Un ottimo risultato arrivato al termine di una bella prestazione complessiva» commenta Mariotti che poi entra nel dettaglio del racconto della giornata. «E’ stato un concentramento anomalo perché erano presenti addirittura altre sei squadre oltre alla nostra e quindi le ragazze si sono trovate a giocare una partita dietro l’altra, con grande impegno fisico e mentale. Abbiamo giocato il primo incontro con le padrone di casa del Ceccano, vincendo con merito e personalità. Poi ci siamo trovati di fronte la Capitolina, che è indubbiamente la squadra da battere: a spuntarla sono state le romane, ma le ragazze hanno tenuto il campo a testa alta». La sconfitta con la Capitolina, però, resterà l’unica della giornata per le ragazze del Rugby Frascati Union 1949. «Mi è piaciuta molto la loro immediata reazione: il match successivo, infatti, ci ha messo di fronte alla Tuscia, un’altra squadra sicuramente di ottimo livello che fino a questo punto della stagione ci aveva sempre battuto, ma il nostro gruppo stavolta ha avuto la meglio» rimarca Mariotti. Le ultime tre gare hanno visto il Rugby Frascati Union 1949 “mettere in fila” rispettivamente Roma X, All Reds e Orvieto. «Abbiamo vinto nonostante la stanchezza fosse notevole e infatti nelle ultime due partite i successi sono arrivati di misura. Ma la squadra cresce e ora deve continuare su questa strada» chiarisce Mariotti che ora, con le sue ragazze, preparerà l’appuntamento del prossimo 25 febbraio. «Abbiamo qualche giorno per recuperare dalle fatiche dell’appuntamento di Ceccano e per smussare i piccoli difetti che sono emersi nell’ultima tappa di Coppa Italia»

Corona non molla "Lottiamo fino alla fine"

Una sconfitta a testa altissima e non senza qualche rimpianto per non averla spuntata contro un avversario di grande spessore. La serie C1 del Rugby Frascati Union 1949 ha ceduto per 29-24 nel match interno (giocato a Spinoretico) contro la Capitolina, ma ha dato dimostrazione di esserci come confermano le parole di Luca Corona, guida tecnica del primo XV tuscolano assieme a Sebastian Caffaratti. «E’ stata sicuramente un’ottima partita anche se abbiamo sbagliato tre o quattro cose, errori senza i quali probabilmente avremmo vinto la sfida. E nel finale ci sono state annullate due mete che potevano avere un valore notevole, ma siamo abituati ad accettare ogni tipo di decisione arbitrale. Comunque avevamo di fronte un avversario “formato”, ma i nostri ragazzi hanno fatto bene in mischia e nei placcaggi dimostrando di poter giocare ad un ottimo livello». Rispetto alla gara d’esordio della poule promozione, comunque, il Rugby Frascati Union 1949 ha avuto un comportamento chiaramente diverso. «C’è stata una “sterzata” clamorosa, molto evidente. Ora dobbiamo continuare a lavorare su questa strada». Il possibile piazzamento in uno dei primi due posti (il primo assegna un posto sicuro per la serie B, il secondo attenderà eventuali ripescaggi) si è sicuramente complicato. «Non è semplice, ma non dobbiamo mollare fino all’ultima gara di questa poule promozione». Ora arriva la sosta in “ossequio” al Sei Nazioni, poi la serie C1 del Rugby Frascati Union 1949 riprenderà il suo percorso dal match di Viterbo del 18 febbraio. «Una gara che dobbiamo per forza vincere se vogliamo rimetterci in corsa» conclude Corona.
Week-end non fortunato nemmeno per le altre selezioni maschili, Under 18 e serie C2, che hanno rimediato un doppio k.o., mentre splendide notizie sono arrivate dal settore femminile e nello specifico dall’Under 16 che è riuscita a vincere la settima tappa del campionato interregionale andata in scena sul campo della Capitolina. Le tuscolane hanno esordito con una netta vittoria sulla Roma X (40-0), poi hanno fatto l’impresa battendo le padrone di casa della Capitolina per 21-12 e infine hanno chiuso l’appuntamento coi successi contro Aprilia (28-0) e Belveneroverdi Aquila (19-12). L’Under 16 rosa del Rugby Frascati Union 1949 sono seconde nella classifica generale della competizione.

Rugby day ragazze

Il trionfo del rugby “rosa”. Domenica scorsa a Spinoretico (campo alla periferia della cittadina tuscolana) il Rugby Frascati Union 1949 ha organizzato una grande “festa” della palla ovale femminile con il “Rugby day”. Aperta dalle ragazze dell’Under 14, la giornata ha visto prima una tappa del campionato interregionale Under 16 e poi quella della Coppa Italia Seniors in cui le formazioni tuscolane hanno conquistato entrambe il terzo posto. «Abbiamo dato il massimo nella partita iniziale contro la Capitolina, poi vincitrice di tappa – dice il capitano dell’Under 16 frascatana Martina Farina – Avevamo perso in maniera abbastanza netta nei precedenti scontri stagionali e volevamo ridurre quel “gap”: l’obiettivo è stato centrato grazie a una prestazione molto tenace. Successivamente abbiamo ceduto al cospetto di una formazione molto fisica come L’Aquila che ci ha sorpreso e ha sfruttato anche lo sforzo che noi avevamo fatto nella gara precedente. La giornata si è conclusa col netto successo sul Roma X contro cui la squadra si è espressa davvero bene». La Farina (che tra l’altro ha la sorella minore Flaminia nell’Under 12 che ha disputato un concentramento misto nel vicino stadio di Cocciano) è uno dei punti fermi della formazione frascatana: apertura o centro, la classe 2002 potrebbe presto fare il salto in prima squadra. «Ho cominciato a giocare a rugby circa quattro anni fa, visto che ho diversi parenti provenienti da questo mondo – racconta Martina – Mi trovo molto bene in questo gruppo e spero di poter continuare questo mio percorso, arrivando con la prima squadra: l’anno prossimo sarà il mio ultimo anno in Under 16 e potrò cominciare a fare presenze anche con le Seniores». Terzo posto anche per la formazione maggiore del Rugby Frascati Union 1949, falcidiata da diverse assenze per influenza e mali di stagione: dopo aver perso di misura contro Tuscia in una gara molto tosta, le frascatane hanno ottenuto una larga vittoria con Ceccano esprimendo un bel gioco e infine sono andate a prendersi il terzo posto piegando anche le All Reds. 
Nel settore maschile, infine, bella vittoria del primo XV che milita in serie C1 ha vinto con un convincente 33-5 a L’Aquila dimostrandosi pronta per battagliare anche nella poule promozione, mentre l’Under 18 ha ceduto con la Primavera prima della classe.

Per le ragazze domenica originale

Una domenica originale, decisamente differente dal solito. Approfittando di una delle poche pause dei campionati regionali (Under 14/16 e Coppa Italia Seniores) le ragazze del Rugby Frascati Union 1949 hanno partecipato al primo incontro del percorso di “Allenamento mentale nello sport” che si articolerà in una serie di incontri settimanali che vogliono essere un ulteriore supporto al percorso di formazione delle giovani atlete tuscolane. La lunga giornata, ospitata nella sala riunioni dell’istituto scolastico frascatano delle “Scuole Pie”, è iniziata alle 10 con il saluto istituzionale del presidente Diego Pillinini e del direttore generale Antonio Spagnoli e poi è entrata nel vivo per le ragazze presenti (e appartenenti alle selezioni femminili Senior, Under 16 e Under 14 del Rugby Frascati Union 1949). A condurre l’incontro, che ha toccato vari temi legati a strategie mentali per migliorare la motivazione e la comunicazione individuale e di gruppo, ci hanno pensato Alessandra Mattioni, life e sport mental coach, e Jessica Celestre, sport mental coach e counselor. Dopo una breve pausa pranzo, in cui il gruppo delle corsiste e le insegnanti hanno approfittato per ammirare le bellezze paesaggistiche di Frascati e assaggiarne le gustose prelibatezze gastronomiche, si è tornati in aula fino alla conclusione dell’appuntamento attorno alle 18,30. La società, che ha ringraziato anche pubblicamente don Maurizio per la calorosa accoglienza alle “Scuole Pie”, ha registrato l’entusiasmo delle tante atlete presenti che si sono approcciate con la giusta curiosità a questo nuovo progetto. Il discorso verrà ripreso probabilmente nel mese di marzo quando partiranno i tre incontri mensili (uno da tre ore e due da un’ora) per ribadire e approfondire i concetti toccati nella giornata di domenica.
Per tornare alle questioni di campo, infine, è iniziata con una sconfitta l’avventura nella poule promozione della serie C1: i ragazzi dei coach Sebastian Caffaratti e Luca Corona hanno ceduto per 22-0 contro l’Us Roma. L’occasione del riscatto arriverà domenica quando il team tuscolano ospiterà la Capitolina.

1° Torneo della Befana

E’ iniziato con una bella festa il 2018 del Rugby Frascati Union 1949. Domenica mattina allo Stadio del rugby di Cocciano è andata in scena la prima edizione del “Torneo della Befana”, organizzata dal club del presidente Diego Pillinini e dedicata ai ragazzi della serie C2 (con qualche “integrazione” da parte dei giocatori della C1). Il gruppo tuscolano si è confrontato con Latina e Campoleone, compagini di alta classifica della medesima categoria: nel primo incontro il Rugby Frascati Union 1949 ha avuto la meglio sul Campoleone che poi ha ceduto nel successivo match contro Latina. I pontini, infine, si sono dovuti arrendere alla voglia dei padroni di casa di iniziare con un successo il nuovo anno. «A livello organizzativo siamo molto contenti di come sono andate le cose – racconta il dirigente della serie C2 frascatana Tonino Siclari – C’è stata la fattiva partecipazione da parte di numerosi componenti della nostra società: in particolare vorrei fare un plauso alle tante ragazze del settore femminile del Rugby Frascati Union 1949 che hanno collaborato in maniera preziosa, soprattutto durante il “popolatissimo” terzo tempo che c’è stato come da tradizione alla fine della manifestazione. Anche dal punto di vista tecnico si sono viste delle belle partite anche grazie all’impegno e alla qualità messa in campo dalle squadre avversarie, d’altronde l’intento primario era quello di far giocare i ragazzi che altrimenti sarebbero stati lontani da gare “vere” per troppo tempo, stante la pausa natalizia. Speriamo che si possa dare continuità anche nei prossimi anni ad iniziative come questa» conclude Siclari che poi dà uno sguardo alle prospettive della serie C2 dei coach Nino Cordella e Giorgio Soli nella seconda parte di stagione. «Un primo obiettivo è stato già centrato e riguarda il coinvolgimento di alcuni ragazzi nell’ambito del gruppo della C1. Speriamo di poter vincere qualche partita in più rispetto alla prima parte di stagione visto che il campo ha premiato poco i notevoli sforzi prodotti dai ragazzi e dallo staff tecnico».

Under 18 sugli scudi

Una Under 18 extra lusso. Il Rugby Frascati Union 1949 festeggia la squadra maggiore del suo settore giovanile: i ragazzi di coach Claudio Girini hanno battuto per 18-10 la Lazio nel match interno andato in scena domenica scorsa. Una prestazione sontuosa, come conferma l’allenatore del club tuscolano. «E’ stata una vittoria onestamente inaspettata – dice Girini – Avevamo di fronte una delle migliori squadre della categoria con qualità tecniche individuali di grande spessore. Inoltre noi avevamo qualche problemino di formazione tra infortuni e squalifiche, ma i ragazzi hanno giocato davvero un’ottima partita. Il primo tempo è stato equilibrato e, dopo una meta avversaria, siamo riusciti a rispondere con un calcio trasformato. Nella ripresa siamo rimasti in inferiorità numerica per l’espulsione a Memesi, giocatore tra l’altro molto importante per i nostri equilibri, ma i ragazzi hanno avuto la forza di ribaltare ugualmente la partita e ottenere la vittoria». L’Under 18 chiuderà il suo 2017 con la prima sfida del girone di ritorno, quella casalinga contro Civitavecchia. «All’andata giocammo una grande partita segnando quattro mete e conquistando cinque punti – ricorda Girini – Cercheremo di ripetere quella prestazione, anche se di fronte ci sarà una compagine molto tosta dal punto di vista fisico. Il successo con la Lazio e la precedente buona prestazione contro la Capitolina, comunque, ci hanno dato indubbiamente tanta fiducia e ora bisogna proseguire sulla strada intrapresa, consapevoli che questo gruppo se la può giocare alla pari con tutti». 
Sempre nello scorso week-end la serie C1 ha vinto ancora, stavolta piegando per 23-21 Civita Castellana in campo esterno, mentre la serie C2 ha perso 17-3 contro Rugby Roma Olimpic 1930. Una domenica speciale, infine, per il settore femminile che con tutte le sue categorie (Seniores, Under 16, Under 14 e Under 12) ha partecipato alla tappa organizzata dal comitato regionale presso il centro sportivo delle Fiamme Oro. 

Il commento di Coach Cordella

Rappresenta un importante “serbatoio” per il primo XV del Rugby Frascati Union 1949, che milita in serie C1. I ragazzi della serie C2 tuscolana, affidati alla coppia di tecnici composta da Nino Cordella e Giorgio Soli, hanno mostrato ampi segnali di crescita in questa prima parte di stagione. L’ultima conferma è arrivata dalla sfida interna contro i ciociari del Fabraternum in cui il risultato non è stato positivo (la squadra di Cassino si è imposta per 29-12), ma la prestazione del Rugby Frascati Union 1949 è stata assolutamente incoraggiante. «I ragazzi sono rimasti in partita praticamente fino alla fine – commenta coach Cordella – E’ stata una partita tranquilla contro una formazione di spessore e i nostri atleti sono usciti dal campo a testa alta». Al di là dei risultati di questa prima parte di campionato, Cordella esprime tutto il suo orgoglio per altri aspetti. «Ho provato sincera soddisfazione quando ho visto alcuni dei nostri ragazzi salire con il primo XV. Rispetto a quando abbiamo iniziato questo percorso, la squadra ha fatto notevoli passi in avanti e il lavoro di staff sta realmente dando i suoi frutti. Fondamentale, in questo senso, la decisione di far lavorare assieme i due gruppi (serie C1 e C2, ndr): in questo modo il ragazzo della C2 che sale con il primo XV sa già cosa aspettarsi e come dovrà comportarsi. Ringrazio i tecnici Caffaretti e Corona, ma anche Girini e tutto l’impianto organizzativo del Rugby Frascati Union 1949 per questi primi mesi di stagione che sono altamente positivi dal mio punto di vista». Il risultato di campo ha un valore relativo, ma Cordella pronostica una crescita anche da quel punto di vista nella seconda parte di campionato. «L’obiettivo è quello di cercare di vincere più gare possibili nel 2018, sono fiducioso che la squadra possa togliersi soddisfazioni importanti». 
Sempre nello scorso week-end, non è stata fortunata la prova del primo XV maschile che ha ceduto per 15-34 in casa contro l’Us Rugby Roma 1947. Una sconfitta indolore visto che, a una partita dalla conclusione della prima fase del campionato, il Rugby Frascati Union 1949 è ormai certo della qualificazione alla “poule promozione” dove i tuscolani si giocheranno le proprie chance di approdo in serie B. Infine va segnalato l’ultimo raggruppamento dell’anno per l’Under 12 femminile che a Cisterna di Latina ha sfoderato prestazioni positive tra tanto divertimento e un forte spirito di squadra.

Un passo avanti per la poule finale

La serie C1 del Rugby Frascati Union 1949 fa un altro passo in avanti verso la qualificazione alla poule promozione, la seconda fase del campionato che deciderà l’eventuale salto nella serie B nazionale. La squadra dei coach Sebastian Caffaratti e Luca Corona ha battuto con un netto 41-0 il Pescara nell’ultimo turno di campionato giocato domenica scorsa tra le mura amiche. «Avremmo dovuto chiuderla già nei primi venti o trenta minuti, invece non abbiamo avuto il giusto approccio alla partita – commenta Corona – All’inizio siamo stati contratti e abbastanza nervosi, tanto che lo scarto di punteggio a fine primo tempo era risicato. Nella ripresa gli ingressi di Sirbu, Cera, Quattrocchi e Screti hanno dato sicuramente un buon impulso e siamo riusciti a centrare l’obiettivo dei cinque punti che era quello che volevamo». La classifica del girone ha assunto una fisionomia abbastanza precisa con la Capitolina in testa (a 26 punti), il Rugby Frascati Union 1949 a inseguire a due lunghezze e l’Us Rugby Roma a un punto dai tuscolani prima di un “buco” con le altre tre squadre del girone. «Siamo con un piede e mezzo alla poule promozione – dice Corona che come al solito non si nasconde dietro a “catenacci verbali” – Ma non bisogna abbassare la concentrazione perché sarebbe controproducente». Nel prossimo turno la prima squadra del Rugby Frascati Union 1949 è attesa dalla trasferta a Civita Castellana. «Sono quarti in classifica e vengono da una pesante vittoria a L’Aquila – avverte Corona – All’andata vincemmo con un punteggio largo, ma ogni partita ricomincia dallo 0-0 e poi sul loro campo i prossimi avversari potrebbero trovare delle motivazioni importanti. Inoltre giocheremo su un terreno in erba sintetica e contro una squadra allenata da un tecnico di spessore come Giuseppe Lanzi che conosco molto bene. In questo genere di categorie non si può sottovalutare nessuno». 
Tra le altre selezioni del Rugby Frascati Union 1949 va segnalato il brillante esordio dell’Under 12, l’onorevole sconfitta dell’Under 18 contro la Capitolina (14-33) e infine la sconfitta della serie C2 contro l’Arnold prima in classifica. 

Assemblea della Fondazione Rugby Frascati

Venerdì sera nella prestigiosa “Sala degli specchi” del palazzo comunale di Frascati si è svolta l’assemblea della Fondazione Rugby Frascati presieduta da Luigino Bellusci il quale ha ufficializzato l’acquisto di due pulmini donati alle società che nel tempo hanno aderito al “patto” per le trasferte del minirugby. L’appuntamento è stato anticipato da un “incontro aperto” (estremamente partecipata) a cui la Fondazione ha invitato tutte le realtà rugbystiche della città e all’appello hanno risposto sia i massimi vertici del Rugby Frascati Union 1949 (presenti tra gli altri il presidente Diego Pillinini e il direttore generale Antonio Spagnoli) che del Frascati Rugby Club (con in testa il presidente Ferdinando Capece Minutolo). All’incontro hanno partecipato anche il sindaco di Frascati Roberto Mastrosanti, il vice sindaco Claudio Gori e gli assessori Claudio Marziale e Paola Gizzi, ma anche importanti esponenti della storia rugbystica frascatana tra cui Guido Porzi (il primo tuscolano a vestire la maglia della Nazionale) oltre al preside dell’istituto scolastico Frascati 1 e al presidente della Federazione che hanno inviato un messaggio scritto. La Fondazione, per bocca di Bellusci, ha ufficializzato di aver messo in piedi quattro iniziative: la prossima ultimazione del libro sulla storia del rugby a Frascati che verrà pubblicato entro il 2019 (anno del 70esimo anniversario del Rugby Frascati), la creazione di un comitato per i festeggiamenti del 70esimo anniversario (con presidente onorario Sergio Spalletta, presidente Ettore Tanfani, giocatore con più presenze con la maglia tuscolana, e altri personaggi come Igino Mancini, i componenti del cda della Fondazione e i tre presidenti di Rugby Frascati Union 1949, Frascati Rugby Club e Lupi), la richiesta di dedicare una piazza di Frascati al rugby con un monumento a spese della Fondazione e infine l’organizzazione del Trofeo dei Vini 2018 con coinvolgimento del Comune e delle aziende vinicole del territorio. «Credo che la città di Frascati debba ringraziare tutti i sodalizi di questa città per l’attività di grande valore sociale – ha aggiunto Bellusci – Detto questo come Fondazione abbiamo sempre caldeggiato l’idea di percorrere la strada migliore per unire le forze, un’idea da perseguire con consenso di tutti e non come un’imposizione da parte di nessuno. La serenità con cui si sono condivisi gli spazi a disposizione nello scorso mese di agosto è stato un primo segnale e ora noi proponiamo, per iscritto, di fare al più presto quantomeno una franchigia per giocare sotto un’unica maglia e iniziare un percorso di unità». Nell’ambito dell’incontro il Comune di Frascati ha accennato all’ipotesi (definita «concreta») di un finanziamento di circa 800mila da parte del Coni per una profonda ristrutturazione dell’impianto di Cocciano.

La Senior femminile sta crescendo

Gli impegni della Nazionale hanno fermato quasi tutti i campionati di rugby, ma non quello della Coppa Italia femminile Senior che ha vissuto una tappa proprio sul campo di Spinoretico, a Frascati. E le ragazze del Rugby Frascati Union 1949 hanno ottenuto un discreto terzo posto, come sottolinea anche il capitano e pilone classe 1990 Elisa Grossi. «E’ stata una prestazione positiva da parte della squadra con tutte le ragazze che hanno cercato di dare il massimo e hanno giocato in maniera continua. Forse alla fine della giornata abbiamo accusato un po’ di stanchezza e pagato anche il cambio di temperatura (si è cominciato in tarda mattinata e si è finito con le luci dei riflettori accese, ndr), ma alla fine abbiamo centrato un piazzamento positivo e confermato la crescita del nostro gruppo». La Grossi racconta la giornata della prima squadra femminile frascatana allenata da coach Daniele Mariotti. «Era il primo appuntamento casalingo e abbiamo prima affrontato un girone con la fortissima Capitolina, con cui confrontandoci dobbiamo cercare di prendere spunti utili per migliore, e con la Roma X. Siamo arrivate seconde e abbiamo sfidato la seconda dell’altro girone, vale a dire la All Reds di Roma, e l’abbiamo battuta con buona personalità». La Grossi racconta di come si sia riavvicinata al rugby grazie al Rugby Frascati Union 1949. «Io sono nata in una famiglia di rugbysti, ma dopo un’esperienza da piccola mi ero allontanata dal mondo della palla ovale, pur continuando a fare sport come nuoto, calcio o semplicemente palestra. Quando è nato questo progetto ne sono stata favorevolmente colpita e sono contenta di giocare con questo gruppo». Le sue compagne di squadra l’hanno scelta come capitano. «Una decisione che mi ha ovviamente riempito d’orgoglio – sottolinea la Grossi – Forse l’hanno fatto per il mio carattere abbastanza diplomatico e per lo spirito di gruppo che penso sempre di portare in mezzo al campo». 
Nello scorso fine settimana ha giocato solamente un’altra squadra tra le varie selezioni del Rugby Frascati Union 1949: è l’Under 18 maschile di coach Girini che ha ceduto sul campo dell’Ostia.

Mini bilancio sui primi tre mesi

Coi campionati fermi in ossequio agli impegni della Nazionale, in casa Rugby Frascati Union 1949 c’è il tempo di fare un mini-bilancio sui primi tre mesi (circa) di stagione. A tracciare un quadro di come siano andate le cose fino a questo momento è il direttore generale Antonio Spagnoli: «Nel settore maschile, il primo XV è andato indubbiamente oltre le aspettative. L’attuale secondo posto nella prima fase della serie C1 è sicuramente un segnale importante: ora bisogna mettere a punto la macchina affinché si possa raggiungere il traguardo più alto possibile alla fine della stagione, considerati gli impegni di spessore che dovrebbero attendere i nostri ragazzi nella seconda fase del campionato. Poi siamo “super contenti” della serie C2 che ha dimostrato di avere un gran gruppo di giocatori e di essere guidata da uno staff tecnico assolutamente all’altezza. Nel girone probabilmente ci sono due o tre squadre che hanno qualcosa in più, ma per il resto i nostri ragazzi se la possono giocare tranquillamente con tutte. L’Under 18 è stata un po’ penalizzata da una serie di infortuni, ma ora la situazione sta tornando più tranquilla e siamo convinti che anche questo gruppo possa togliersi le sue soddisfazioni. In questa categoria va ricordata la collaborazione con la società romana dell’Arnold che porterà i suoi frutti anche in prospettiva futura assieme a quelle con le altre realtà del patto. Sempre in quest’ottica, c’è da dire che il Rugby Frascati Union 1949 ha messo nel cantiere l’idea di formare anche un gruppo Under 14». Il tono di Spagnoli passa da molto soddisfatto a entusiasta nel parlare del settore femminile. «In questo caso c’è stata una vera e propria esplosione – rimarca il dg – Abbiamo quasi 40 atlete tra Senior, Under 16 e Under 14 e il numero va allargandosi continuamente tanto che c’è in progetto anche di formare una squadra di rugby a 15 (ora le ragazze giocano a 7, ndr). Merito del gran lavoro dello staff e di tutta la società non solo sul campo, ma anche nelle scuole delle territorio». Infine non vanno dimenticate le note positive che provengono dalla “base”. «Abbiamo fatto i primi concentramenti con Under 6, Under 8 e Under 10 e anche nel settore minirugby siamo contenti dei risultati che stiamo ottenendo» conclude Spagnoli.

3° tappa campionato interregionale Under 16

Terza tappa del campionato interregionale Under 16 per il Rugby Frascati Union 1949. Le ragazze allenate da Maria Cristina Tonna hanno giocato sul campo amico di Spinoretico ospitando la debuttante X Roma Rugby, la Capitolina e l’Aprilia, mentre era assente L’Aquila che aveva invece giocato nelle due tappe precedenti. «Ho visto delle cose positive, anche se sappiamo che c’è tanto da lavorare» commenta Tonna. Le giovani ragazze tuscolane hanno ceduto al cospetto della forte Capitolina e dell’Aprilia, mentre hanno avuto la meglio del X Roma Rugby. «Ma sinceramente non ho mai guardato ai risultati, bensì ai progressi delle nostre ragazze. Tra le note positive ci sono stati il debutto stagionale di Maria Vdovi, tredicesima ragazza del gruppo Under 16 a giocare in una tappa ufficiale del campionato, e la precisione ai calci di Alessia Piccolo che ha fatto segnare un 100% dalla piazzola. Lei è una delle tante ragazze provenienti dalla scuola “Buonarroti” con cui da tempo abbiamo una collaborazione importante. Le società ospitate, inoltre, ci hanno fatto i complimenti per l’accoglienza ricevuta e poi al campo erano presenti tante ragazze del gruppo Seniores della nostra società: un segnale molto forte per ciò che concerne lo spirito che si è venuto a creare». I prossimi impegni del settore femminile saranno quelli del prossimo 19 novembre (sempre a Frascati) per una tappa della Coppa Italia Seniores, mentre l’Under 16 tornerà in campo il prossimo 26 novembre per la quarta tappa del campionato interregionale di categoria. 
Intanto non è stato fortunato a livello di risultati il week-end del settore maschile, anche se i ragazzi del Rugby Frascati Union 1949 sono sempre usciti dal campo a testa alta: la serie C1 (anche priva di qualche giocatore importante) non è riuscita nell’impresa di violare il campo della Capitolina che si è imposta per 22-5, ma i ragazzi dei coach Caffaratti e Corona sono comunque vicini alla qualificazione alla poule promozione. La serie C2 ha ceduto per 37-0 sul campo del forte Campoleone, mentre l’Under 18 (ridotta a un certo punto anche in 13 elementi a causa di un cartellino rosso e due gialli) ha battagliato in casa contro il Curiana Rugby, cedendo per 24-17.

Battuta anche L'Aquila Rugby

La serie C1 del Rugby Frascati Union 1949 ha cambiato passo. Dopo il k.o. nell’esordio interno contro la Capitolina capolista, la squadra del presidente Diego Pillinini è cresciuta esponenzialmente e la conferma è arrivata dal roboante 44-0 rifilato all’Aquila, squadra reduce da una vittoria proprio sulla Capitolina. «Abbiamo affrontato e battuto una squadra ben organizzata e sicuramente in salute – dice il seconda o terza linea classe 1992 Jacopo Giampaoletti – Ma noi abbiamo messo in mostra un buon gioco coi trequarti e una difesa solida e nel primo tempo il risultato era già indirizzato a nostro favore. La prestazione vista con L’Aquila è stata la conferma di una crescita costante del nostro gruppo, dopo il match d’esordio siamo migliorati in maniera evidente». Giampaoletti ha potuto contribuire poco nelle ultime settimane stante un infortunio al ginocchio che lo ha limitato. «Ma domenica conto di rientrare» dice l’atleta classe 1992 che è al suo secondo anno nel Rugby Frascati Union 1949. «Prima giocavo col Praeneste Rugby e prima ancora qui a Frascati. Sono tornato grazie a Luca Corona (uno dei due allenatori del gruppo assieme a Sebastian Caffaratti, ndr) e a diversi ex compagni nel club prenestino che si sono spostati qui quando è nato questo progetto» spiega Giampaoletti. Il primo XV del sodalizio tuscolano è già concentrato sul big match di domenica prossima quando il Rugby Frascati Union 1949 farà visita proprio alla Capitolina nella prima sfida del girone di ritorno di questa prima fase. «Giocheremo con una grande voglia di riscattare la sconfitta d’esordio. Rispetto ad allora siamo decisamente più squadra e cercheremo di non commettere gli stessi errori, soprattutto sotto il punto di vista delle finalizzazioni del gioco». Al di là della sfida per il primato con la Capitolina (che al momento ha 20 punti contro i 19 dei frascatani), Giampaoletti ha ben chiaro l’obiettivo del Rugby Frascati Union 1949 in questa prima fase. «Entrare nei primi tre posti e accedere alla “poule promozione” è il minimo sindacale, questa squadra ha potenzialità importanti e cercheremo di avere il giusto riscontro dal campo».
Nello scorso week-end ha giocato anche l’Under 16 femminile che in un concentramento ha battuto L’Aquila (29-17) e le padrone di casa dell’Aprilia (21-15), cedendo al cospetto della Capitolina (7-47).

In evidenza i due XV del Rugby Frascati Union

La serie C1 maschile del Rugby Frascati Union 1949 ha ingranato le marce alte. La formazione dei coach Sebastian Caffaratti e Luca Corona ha battuto per 22-12 la Us Rugby Roma in campo esterno, conquistando quattro preziosi punti che la proiettano al secondo posto della poule 2 dopo quattro turni di campionato. «E’ stata una partita molto combattuta – racconta il capitano tuscolano Daniele Salvatori – Loro si sono dimostrati molto organizzati nella maul ed estremamente validi nel reparto degli avanti, ma noi abbiamo messo in campo un’ottima difesa guadagnando campo nel corso della sfida e trasformando i calci conquistati. Dopo aver subito una meta inizialmente, siamo stati capaci di ribaltare il risultato e poi nel finale di secondo tempo abbiamo segnato la meta che ci ha visto definitivamente allungare nel punteggio. Una vittoria che rappresenta un segnale importantissimo perché la Us Rugby Roma è tra le squadre più organizzate di questo campionato». Per il Rugby Frascati Union 1949 è stata la terza vittoria consecutiva dopo il k.o. all’esordio contro la Capitolina. «Il gruppo cresce in maniera esponenziale – sottolinea il pilone classe 1986 – Stiamo costruendo le fasi di gioco volute dallo staff tecnico e soprattutto ci stiamo divertendo e quello è decisamente un’ottima indicazione». Nel prossimo turno il primo XV tuscolano tornerà a giocare tra le mura amiche per affrontare la Polisportiva L’Aquila Rugby (gara in programma domenica allo Stadio del rugby di Cocciano alle ore 14,30). «Li abbiamo già affrontati lo scorso anno: ci batterono di misura nel match in Abruzzo, mentre vincemmo in maniera larga a Frascati. Si tratta di una squadra che è molto forte davanti e poi in generale le formazioni di L’Aquila sono sempre “toste” da affrontare» conclude Salvatori.
E’ stato un fine settimana molto positivo anche per la serie C2 del Rugby Frascati Union 1949: il gruppo dei coach Nino Cordella e Giorgio Soli ha giocato una superba partita sul campo (allagato dalla pioggia) del Cassino, vincendo con un netto 30-0 e dimostrando una notevole crescita. Due partite vinte e altrettante sconfitte, infine, per la prima squadra femminile di coach Daniele Mariotti di scena a Roma in un concentramento che, oltre alla Capitolina padrona di casa, ha visto scendere in campo anche All Reds, Ceccano e Tuscia Rugby.

Prima vittoria stagionale 

E’ arrivata al secondo tentativo la prima vittoria stagionale della serie C1 del Rugby Frascati Union 1949. La formazione allenata da Sebastian Caffaratti e da Luca Corona ha battuto per 28-13 il Pescara nel match giocato in terra d’Abruzzo e ha così “riscattato” il k.o. dell’esordio casalingo contro la Capitolina. «Abbiamo affrontato un avversario di buon livello, allenato da un tecnico come Carlo Centofanti che è stato giocatore di serie A e che tra l’altro ha giocato anche a Frascati. Nel primo tempo il Pescara ci ha dato tanto filo da torcere soprattutto sulla mischia chiusa, ma nel secondo i nostri ragazzi hanno iniziato a giocare in maniera più fluida senza “adeguarsi” agli avversari e siamo riusciti a far nostra la vittoria: un successo prezioso dopo la sconfitta con la Capitolina». Significativo l’ingresso in campo a una ventina di minuti dalla fine del capitano del Rugby Frascati Union 1949 Daniele Salvatori che aveva rimediato un infortunio al costato nel corso del match precedente. «Ha dimostrato uno spirito di gruppo e di sacrificio non indifferenti e il suo ingresso, assieme al contributo di Toccacieli, ha fatto sicuramente bene alla squadra, nonostante si sia dovuto districare in seconda linea». Lo staff tecnico del primo XV tuscolano voleva una risposta dopo il match con la Capitolina. «Il debutto non era andato male, ma nemmeno particolarmente bene e quindi eravamo curiosi di capire la reazione della squadra». Domenica il Rugby Frascati Union 1949 torna a giocare tra le mura amiche. «Affronteremo Civitacastellana (inizio ore 15,30, ndr), formazione reduce da un importante successo con L’Aquila – sottolinea Corona – Sarà una sfida complicata, soprattutto per il reparto degli avanti, ma in generale loro hanno una buona squadra e ci sarà da sudare». Sugli obiettivi di questa prima fase di campionato, Corona è ancora più esplicito di Caffaratti che aveva parlato di un piazzamento tra le prime tre per partecipare alla “poule promozione”. «A livello personale cerco sempre di puntare al massimo, credo che questa squadra abbia le potenzialità per fare molto bene».

Buona la prima della U.18

E’ un inizio col botto quello dell’Under 18 del Rugby Frascati Union 1949. I ragazzi di coach Claudio Girini si sono imposti per 34-14 sul campo del Civitavecchia al termine di una sfida condotta con personalità e abilità. «Un inizio inatteso in questi termini da parte dei ragazzi – dice Girini – Abbiamo potuto lavorare poco con il gruppo al completo finora e anche domenica non potevamo contare per motivi burocratici sui ragazzi dell’Arnold con cui abbiamo allestito questa franchigia. Ma i ragazzi hanno disputato davvero una bella partita, proponendo un ottimo gioco e chiudendo la sfida a proprio favore con relativa tranquillità, nonostante di fronte ci fosse un avversario valido e compatto. Sono molto soddisfatto di quanto visto a Civitavecchia, anche se bisogna avere ben chiaro in testa che c’è ancora molto da lavorare. Ma questa squadra può solo migliorare». L’allenatore dell’Under 18 guarda già al prossimo impegno. «Domenica alle ore 12 ospiteremo la Primavera e sarà un altro test di livello perché loro lavorano assieme da qualche tempo. Li abbiamo già affrontati nella passata stagione e mi hanno fatto un’ottima impressione, noi speriamo di avere qualche giocatore a disposizione in più rispetto alla prima partita». Girini è abbastanza chiaro quando parla degli obiettivi di classifica dell’Under 18 del Rugby Frascati Union 1949. «E’ ancora presto per avere un quadro chiaro del girone, ma personalmente punto sempre in alto e anche i ragazzi devono ragionare alla stessa maniera». 
Positive notizie anche da (quasi) tutte le altre formazioni del Rugby Frascati Union 1949: la prima squadra maschile ha vinto per 45-24 il match interno con Civita Castellana, confermando di aver superato la sconfitta dell’esordio. La serie C2, invece, ha ceduto ad Aprilia per 18-10, mentre le ragazze dell’Under 16 femminile hanno vinto il concentramento di Aprilia a cui, oltre alle padrone di casa, hanno partecipato pure la Capitolina e L’Aquila. Infine nel week-end si è registrato anche l’esordio della nuova Under 12 femminile che ha dato segnali molto confortanti.

SPONSOR

L' obiettivo di Daniele Mariotti

«L’anno scorso abbiamo sfiorato le finali nazionali, quest’anno proveremo a centrarle». L’obiettivo di Daniele Mariotti, neo tecnico della prima squadra femminile del Rugby Frascati Union 1949, è ambizioso. D’altronde, dopo un anno di lavoro (che lui ha seguito nelle vesti di dirigente), le ragazze tuscolane sembrano pronte a fare un ulteriore salto. «Partiamo da un organico completo e questo è un bel vantaggio rispetto all’inizio della scorsa stagione – rimarca Mariotti – Il gruppo è eterogeneo dal punto di vista dell’esperienza e “dell’anzianità” nel mondo del rugby, ma contiamo di portare tutte le ragazze ad un livello simile entro breve tempo. Dal punto di vista tecnico questa è una squadra promettente, come ha dimostrato una volta di più anche il contributo che alcune delle nostre giocatrici hanno fornito alla formazione Old nel torneo vinto lo scorso fine settimana a Novara». La Coppa Italia di Seven (si chiama così a livello federale il campionato a cui parteciperanno le ragazze frascatane) dovrebbe iniziare dopo la metà di ottobre e Mariotti non vede l’ora di cominciare. «Com’è stato il mio passaggio dalla figura di dirigente a quella di allenatore? E’ una sfida che mi regala tanti stimoli perché mi piace “formare persone” e nello specifico non è semplice farlo con gli adulti. Ma sono carico per questa avventura». Sempre a proposito di rugby femminile, venerdì (a partire dalle ore 18) lo stadio del rugby di Cocciano ospiterà uno stage organizzato dal Comitato regionale e dedicato a tutte le Under 16 del Lazio: ovviamente non mancheranno all’appuntamento le ragazze del sodalizio tuscolano.
Infine in casa Rugby Frascati Union 1949 fervono i preparativi per la presentazione dell’intero programma sportivo della stagione 2017-18: l’appuntamento, al quale ovviamente parteciperanno l’intera dirigenza del sodalizio tuscolano e anche esponenti dell’amministrazione comunale, è fissato per venerdì alle ore 18,30 presso la Libreria Mondadori nella centralissima piazza del Gesù. 

Presentazione del Rugby Frascati Union

Si è tenuta nel tardo pomeriggio di venerdì, presso la Libreria Mondadori in piazza del Gesù, la presentazione del Rugby Frascati Union 1949. Al tavolo dei referenti il presidente Diego Pillinini e il vice presidente Andrea Di Domenico che hanno parlato ad una corposa platea e alla presenza di alcuni importanti esponenti del Comune di Frascati come il vice sindaco Claudio Gori, i consiglieri Roberto Gherardi e Damiano Cimmino e l’ex consigliere Emanuele Dessì, ma anche di storici rappresentanti del mondo della palla ovale tuscolana come l’ex presidente del Rugby Frascati Igino Mancini. Dopo una breve introduzione da parte di Di Domenico, è stato Pillinini a illustrare l’intero organigramma 2017-18 e i programmi per la nuova stagione. «Innanzitutto un grazie va all’amministrazione comunale che ci ha dato la possibilità di avere spazi più equi per svolgere le nostre attività e soprattutto per aver risolto il problema legato alla impossibilità di poter fare un terzo tempo, momento fondamentale nel mondo del rugby, all’interno delle strutture sportive comunali. L’intento dichiarato del Comune è quello di ricompattare il movimento in una sola entità e noi cercheremo di favorire questo tipo di soluzione perché siamo dell’idea che “l’unione fa la forza”. Per quanto riguarda l’aspetto tecnico, abbiamo allestito una C1 competitiva e rinforzata rispetto alla squadra già di buon livello della passata stagione. Un discorso simile si può fare per la serie C2 ai cui componenti consiglio di dare il massimo perché potrebbero rappresentare un serbatoio importante per il primo XV. Inoltre vorrei ricordare la franchigia Under 18 nata in collaborazione con l’importante club capitolino dell’Arnold: siamo convinti che si possano ottenere risultati di spessore. Riproporremo un settore femminile di livello che già l’anno scorso ha rappresentato una piacevole scoperta per tutti noi, ma d’altronde si sa che le donne hanno sempre una marcia in più. C’è poi l’attività di promozione fatta nelle scuole che ci ha regalato grandi soddisfazioni e un settore giovanile, anche supportato dalle altre società del “patto”, che ha fatto cose notevoli». Prima della chiusura della serata, è arrivato il sentito saluto del vice sindaco Claudio Gori, uno che è stato parte integrante della storia del Rugby Frascati. «Qui mi sento in famiglia – ha detto – Ai ragazzi dico sempre di ricordare che lo stemma e la maglia che indossano rappresenta quasi 70 anni di storia del rugby. In tutta Italia ci chiedono di riunificare il movimento e come amministrazione cercheremo di portare avanti questo impegno: è una scommessa che speriamo di vincere tutti assieme».Intanto le squadre maggiori del settore maschile hanno fatto il loro esordio in campionato: i ragazzi della serie C1 hanno ceduto 23-3 in casa contro la Capitolina (che l’anno scorso è stata nei quartieri alti della B) e anche i ragazzi della C2 hanno perso la “prima” sul campo del Latina.

Primo test per la C1

La serie C maschile del Rugby Frascati Union 1949 ha disputato il suo primo “vero” test amichevole, dopo la sgambata in famiglia dei primi giorni di preparazione. I frascatani sono scesi in campo domenica scorsa contro una formazione della Capitolina, cedendo per 24-5. «Una partita “testante”, esattamente quello che volevamo – dice Sebastian Caffaratti, che assieme a Luca Corona ha la gestione tecnica della prima squadra tuscolana – Cercavamo un avversario che corresse e avesse uno spiccato dinamismo proprio per verificare le risposte dei nostri ragazzi e le eventuali difficoltà registrate. Abbiamo provato diversi elementi e nel complesso ho visto cose positive». Una soddisfazione che Caffaratti “estende” ai primi giorni di preparazione. «C’è tanto entusiasmo e tanta voglia di fare, come è giusto che accada all’inizio di una stagione. Abbiamo avuto una presenza media agli allenamenti di oltre quaranta giocatori, l’impegno e la disponibilità al sacrificio da parte dei ragazzi non mancano. Ora dobbiamo proseguire il lavoro per arrivare nella migliore condizione possibile nel giorno dell’esordio in campionato, il prossimo primo ottobre contro la Capitolina». Dell’obiettivo Caffaratti ne aveva già parlato in estate. «Per ciò che concerne la prima fase, vogliamo cercare di stare tra le prime tre e accedere al girone “promozione”, poi si vedrà». Il tecnico del primo XV maschile frascatano sembra soddisfatto del gruppo a propria disposizione. «La rosa attuale è soddisfacente – conferma Caffaratti – Magari abbiamo qualche piccola carenza numerica in alcuni reparti, ma vedremo se ci sarà l’opportunità e il bisogno reale di completare l’organico». 
Intanto in casa Rugby Frascati Union 1949 fervono i preparativi per la presentazione della stessa prima squadra maschile e dell’intero programma sportivo della stagione 2017-18: l’appuntamento, al quale ovviamente parteciperà l’intera dirigenza del sodalizio tuscolano, è già fissato per il prossimo venerdì 29 settembre in una sede da definire. 

Al via la nuova stagione

Sta per tornare a pieno ritmo l’attività del Rugby Frascati Union 1949. Nella prima settimana di settembre, il club tuscolano ha visto tornare ad allenarsi molte delle sue selezioni. Il presidente Diego Pillinini e il direttore generale Antonio Spagnoli presentano la stagione che sta per entrare nel vivo. «Abbiamo ricominciato l’attività martedì scorso – dicono in coro – Abbiamo allestito una serie C1 maschile competitiva grazie anche ai ritorni di altri frascatani che si vanno aggiungere a quelli della numerosa rosa di giocatori già presente, basti pensare che tra serie C1 e C2 contiamo su oltre 100 atleti. L’obiettivo è quello che vale sempre per ogni sport: arrivare più in alto possibile. Un discorso valido anche per la C2 che ha un assetto tecnico che merita, con la presenza di un preparatore e di un fisioterapista, e che potrà togliersi molte soddisfazioni. 
L’Under 18 inizia mercoledì con il nuovo progetto che in futuro dovrebbe coinvolgere altre realtà e creare un importante “serbatoio” di qualità per le squadre maggiori, inoltre stiamo cercando di allestire anche una Under 14 in collaborazione con le società del patto, vale a dire i club del territorio con cui si sono un forte legame e la massima sintonia. Il minirugby quest’anno partirà rafforzato con circa 50 bambini e inoltre prosegue anche l’accordo con gli istituti scolastici della zona. Per ciò che concerne il settore femminile, abbiamo confermato la prima squadra e l’Under 16, quest’anno faremo anche Under 12 e 14. Se consideriamo la nostra partenza “quasi da zero”, nel giro di due anni sono cambiate davvero molte cose. Infine, novità importanti sono arrivate anche dal punto di vista dell’utilizzo delle strutture: quest’anno dovremmo avere a disposizione la palestra e speriamo di usufruire dei vantaggi legati all’utilizzo della club house» concludono Pillinini e Spagnoli. 
In queste ore, intanto, l’atleta della squadra tuscolana Mayra Bucciarelli ha raggiunto il ritiro di Cantalupa (provincia di Torino) dove la Nazionale Under 18 femminile Seven sta preparando il prestigioso appuntamento del “Women’s Seven Under 18 Championship” che si terrà a Vichy, in Francia. Le convocate ufficiali per la spedizione azzurra saranno rese note mercoledì sera, ma tutto il Rugby Frascati Union 1949 è comunque orgoglioso di Mayra.

Mayra Bucciarelli al raduno NazionaleU.18 Seven

Nella passata stagione è stata tra le protagoniste nel gruppo dell’Under 16 femminile del Rugby Frascati Union 1949 che è arrivata fino alle finali nazionali e ora “passa alla cassa”. Mayra Bucciarelli, apertura o centro classe 2000, rappresenterà il movimento “rosa” del club tuscolano al prossimo raduno della Nazionale Under 18 Seven. L’appuntamento è fissato a Cantalupa (in provincia di Torino) tra l’11 e il 14 settembre prossimi quando la Bucciarelli, inserita in un gruppo di 24 elementi, si giocherà le sue carte per convincere il commissario tecnico azzurro Di Giandomenico a convocarla nelle “magnifiche dodici” che il 16 e 17 settembre si giocheranno il prestigioso “Women’s Seven Under 18 Championship” a Vichy (in Francia). «Quando è arrivata la notizia non volevo crederci – ha detto la Bucciarelli – Sono felicissima e onestamente anche un po’ preoccupata per quello che mi aspetta. Io, comunque, riesco a far tesoro di qualsiasi nuova opportunità quindi cercherò di dare il massimo durante questa avventura anche se ad agosto ho staccato un po’ dagli allenamenti». Recentemente la Nazionale di rugby femminile ha centrato un ottimo nono posto al mondiale e la Bucciarelli guarda all’esempio delle più grandi con ammirazione. «Mi trasmettono coraggio perché il rugby femminile in Italia deve lottare ancora contro tanti stereotipi. Per questo ringrazio il Rugby Frascati Union 1949 per aver creduto nel progetto della “palla ovale rosa” e aver voluto investire risorse umane ed economiche per lo sviluppo del nostro gioco in questo territorio». Anche dalla parole di Maria Cristina Tonna, suo allenatore nell’Under 16, traspare un grande orgoglio per la convocazione della Bucciarelli. «Mayra è una ragazza molto determinata e metodica, nello sport come nella scuola e nella vita di tutti i giorni. Ha una grande passione per il rugby e merita assolutamente questo palcoscenico, poi se arriverà anche la convocazione per il “Women’s Seven Under 18 Championship” la festa sarà completa». 

9° Posto per la nazionale femminile

La Nazionale Italiana con una meta all’extra time di Sara Barattin conclude al nono posto l’avventura dopo quindici anni di assenza dalla rassegna internazionale. Le Azzurre di coach di Giandomenico superano la Spagna 20-15 nel quinto ed ultimo incontro della Women’s Rugby World Cup approdando all' ottavo posto del ranking mondiale. Alle “Nostre Ragazze” vanno i complimenti del Rugby Frascati Union e in particolare a Maria Cristina Tonna responsabile del Settore Femminile della Federazione e nostra collaboratrice. Queste alcune sue dichiarazioni: E’ stato un torneo emozionante sotto tutti i punti di vista. Il Mondiale ha confermato l’interesse in costante crescita per il rugby al femminile. Sotto il profilo della comunicazione World Rugby e la FIR hanno fatto un gran lavoro soprattutto sui social amplificando l’attenzione verso il nostro sport. Sono certa che la Women’s Rugby World Cup possa fungere da traino per il nostro movimento femminile”.

Parte della vecchia guardia da oggi lascerà la maglia Azzurra. Spero che personaggi come Paola Zangirolami, Silvia Gaudino, Alice Trevisan, Veronica Schiavon, Michela Este, Elisa Cucchiella, Maria Grazia Cioffi e tutte le altre ragazze che hanno lottato in questi anni con la maglia dell’Italdonne possano continuare a diffondere i valori del rugby così come hanno fatto in tanti anni di militanza in Nazionale con le nuove leve”.

Iscrizioni Minirugby

Il Rugby Frascati Union 1949 è in continua crescita. E vuole progredire anche per ciò che riguarda l’attività giovanile, anche quest’anno affidata alla responsabilità di Claudio Girini (per il campo) e Alessio Ascantini (per i progetti con le scuole). «La stagione appena messa alle spalle ha rappresentato il nostro anno zero – dice Girini – Abbiamo avuto già ottimi riscontri pur partendo con l’attività solamente da novembre a causa di precedenti problemi di spazi che per la nuova stagione, anche grazie al lavoro del Comune di Frascati, non dovrebbero registrarsi. Tutte le società sportive cittadine hanno avuto la possibilità di pianificare e questo rende il lavoro decisamente più snello. Anche per questo cercheremo di crescere ancora rispetto alla scorsa annata quando riuscimmo a creare dei gruppi in età Under 6, Under 8, Under 10 e Under 12 e quando coinvolgemmo un numero complessivo di circa 800 bambini durante le manifestazioni organizzate con le scuole con cui abbiamo collaborato, ma l’obiettivo a breve termine è quello di riuscire a “coprire” tutte le categorie, comprese anche Under 14 e 16 : non ne facciamo, però, solo un mero discorso numerico, ma cercheremo di lavorare sulla qualità».

Per farlo il Rugby Frascati Union 1949 ha ufficializzato le tariffe per l’iscrizione divise per fasce d’età (consultabili tramite sito e pagina Facebook ufficiale oppure contattando i numeri di telefono dei vari responsabili) e ha messo in programma alcune interessanti iniziative: tra queste ce n’è una che unisce la passione per il rugby alle attività formative e scolastiche. «Abbiamo pensato di mettere a disposizione dei nostri tesserati dei corsi integrativi di lingue, in primis inglese ma eventualmente anche spagnolo e francese – specifica Girini – Li vorremmo proporre prima o dopo gli allenamenti, ipotizzando anche un piccolo esame con la consegna di un attestato a fine anno. Assieme a questi vorremmo organizzare anche dei corsi di metodologie di studio e tecniche di apprendimento, corsi di sostegno per le principali materie e assistenza per lo svolgimento dei compiti scolastici».

Organigramma Tecnico I° XV 

Il Rugby Frascati Union 1949 punta alla continuità. E per la sua prima squadra maschile si è affidato nuovamente ai tecnici che hanno svolto un ottimo lavoro nella stagione passata, vale a dire Sebastian Caffaratti e Luca Corona. «Ci saranno poche differenze sostanziali rispetto al gruppo dell’anno scorso – rimarca Caffaratti – anche se ovviamente aggiungeremo ragazzi che alzeranno il livello qualitativo e di esperienza di una squadra che sarà forte e sempre mediamente giovane. L’obiettivo è alzare l’asticella rispetto all’ultimo campionato». Il Rugby Frascati Union 1949 è stato inserito nel girone G (pool 2) della serie C1. «Ci troveremo a disputare un campionato più complicato dell’anno scorso vista la presenza di due squadre di sicuro spessore come l’Ur Capitolina e l’Us Rugby Roma 1947 – spiega Caffaratti, al terzo anno nel sodalizio frascatano – Conosciamo poco due realtà come il Pescara e l’Amatori Civita Castellana, mentre abbiamo già affrontato l’anno passato L’Aquila Rugby che è sempre una formazione ben attrezzata. L’obiettivo, comunque, è di alzare l’asticella: provare a guadagnare il passaggio alla pool Promozione e lì tentare di giocarci le nostre carte per essere promossi in serie B». Al fianco di Caffaratti ci sarà anche quest’anno Luca Corona, al suo secondo anno nel Rugby Frascati Union 1949. «Ci conoscevamo da avversari, ma non a livello personale – spiega Corona – Abbiamo in comune lo stesso modo di vivere e interpretare il rugby, c’è condivisione totale di tutte le questioni tecniche anche se Sebastian cura di più il reparto arretrato e io quello degli avanti». L’ex allenatore della Praeneste dice la sua sul campionato di serie C che inizierà ad ottobre. «Sarà un torneo molto più tecnico vista la presenza di determinate squadre – rimarca Corona – Questo porterà ad una serie di partite in cui non ci sarà nulla di scontato, anzi ci sarà da sudare per ottenere il risultato. Questo renderà più complicato il nostro torneo, ma contribuirà indubbiamente alla crescita dei nostri ragazzi».
Il Rugby Frascati Union 1949, infine, rimarrà vigile nell’eventualità si possano verificare le condizioni di un ripescaggio in serie B che al momento, però, sembra assai improbabile.

Organigramma Tecnico II° XV

Frascati (Rm) – Sono le principali novità dell’organigramma tecnico del Rugby Frascati Union 1949 per la stagione 2017-18. Nino Cordella e Giorgio Soli sono i nuovi allenatori della serie C2 maschile, la seconda squadra “senior” del sodalizio tuscolano caro al presidente Diego Pillinini e al direttore generale Antonio Spagnoli. Uno staff tecnico che è un mix (si spera perfetto) tra l’esperienza di Cordella e la voglia di crescere di Soli. Il primo, infatti, ha una pluriennale esperienza sulle panchine di vari club (tra questi la lunga parentesi nelle giovanili a Parma, di cui è stato anche responsabile, e anche una precedente esperienza a Frascati), mentre il secondo è alla sua prima vera avventura da tecnico (anche se non smetterà i panni di giocatore, continuando a militare con la serie C1 del Rugby Frascati Union 1949). «Ero rientrato l’anno scorso in “pista” allenando nella società “gemella” del Ciampino, ora il direttore Spagnoli mi ha “incastrato” proponendomi questa soluzione – racconta con un sorriso Cordella – Scherzi a parte, sono felice di poter affrontare questa nuova sfida: la cosa curiosa è che ritroverò Luca Corona, mio ex giocatore proprio ai tempi di Frascati, come allenatore della serie C1 con cui ci dovremo ovviamente relazionare in questa stagione. I ragazzi mi hanno già mostrato disponibilità e entusiasmo: il loro obiettivo dovrà essere quello di crescere e puntare ad essere pronti per un salto nella C1». Molto carico anche il 34enne Giorgio Soli, pronto a vivere il rugby anche da un altro punto di vista. «Da qualche mese sono diventato papà per la seconda volta – racconta – Con l’età che avanza sto valutando altre soluzioni oltre a quella del campo e quando mi è stata prospettata questa soluzione l’ho raccolta con orgoglio. Avrò l’opportunità di lavorare al fianco di un tecnico di grande esperienza come Cordella e questo mi consentirà di “rubare” qualche segreto del mestiere: cercherò di capire nel corso di questa stagione se sono portato per fare l’allenatore. Il gruppo è sicuramente valido, ma la cosa più importante sarà quella di responsabilizzare questi ragazzi».

Stagione positiva per l' under 18

Frascati (Rm) – Under 18 ha chiuso la stagione “col botto”, partecipando a Rovato (in provincia di Brescia) al trofeo “Terre dei vini” che tra l’altro ha visto l’allestimento di uno stand per la degustazione del Frascati e delle Bollicine di Franciacorta (con la partecipazione del vino nostrano della cantina di Camilli oltre che di Gotto d’Oro, San Marco e Casale Mattia). I ragazzi dell’Under 18 maschile del Rugby Frascati Union hanno tenuto testa alla forte formazione di casa del Rovato, cedendo per 17-15 solo in extremis. «Una sfida molto bella e tirata – spiega coach Claudio Girini – I ragazzi hanno sfoderato davvero un’ottima prestazione, nonostante un incontro teso e agonisticamente molto intenso. Nella prima parte di gara siamo rimasti in 12 contro 14 per alcune decisioni arbitrali dal punto di vista disciplinare, poi la squadra ha battagliato bene e a tre minuti dalla fine era in vantaggio per 15-12. Mancata l’opportunità di andare in touche, abbiamo subito un altro doppio giallo (ai danni di Grossi, ndr) e gli avversari con una giocata veloce hanno schiacciato in meta il pallone della vittoria. Ma, ripeto, sono molto contento della gara dei ragazzi che poi tra l’altro sono rimasti al fianco del gruppo Under 16 femminile che nella vicina Calvisano ha giocato le finali scudetto nello stesso week-end: la cosa più bella è stato proprio questo forte spirito di appartenenza che hanno mostrato le nostre due selezioni». Un passo indietro Girini lo fa per commentare l’intera stagione dell’Under 18 maschile del Rugby Frascati Union 1949. «Sono davvero molto contento, i ragazzi hanno lavorato con impegno e costanza per tutta l’annata. Abbiamo chiuso il nostro girone al secondo posto solamente dietro alla Rugby Roma che ha poi guadagnato il “pass” per la categoria Elite e che ha vinto tutte le partite della fase regolare, tranne quella di Frascati dove i nostri ragazzi l’hanno costretta al pareggio. Ma, cosa ancor più rilevante, il gruppo dell’Under 18 è riuscito a “registrare” il debutto di cinque suoi elementi nella prima squadra che ha disputato il campionato di serie C: questo è sicuramente il risultato che ci ha regalato la maggiore soddisfazione e vogliamo continuare a perseguire questa strada». 

Festa di fine stagione

Frascati (Rm) – Chiusura col botto per il Rugby Frascati Union 1949 che qualche giorno fa si è ritrovato presso il centro sportivo della società “gemella” della Romanina per festeggiare la fine di una stagione molto positiva. Tantissime le persone che hanno risposto all’appello, oltre 320, numero che ha sorpreso in positivo gli organizzatori. «E’ stata la degna conclusione di una stagione molto soddisfacente e oltre le più rosee aspettative – ha detto il presidente Diego Pillinini – Con la serie C maschile abbiamo centrato l’obiettivo di partecipare alla poule promozione ottenendo un bel terzo posto finale e giocando nelle ultime gare con dieci ragazzi dell’Under 20 in organico. Stessa soddisfazione per la serie C2 che è scesa in campo durante la stagione sempre con 22 giocatori in lista. Grandi risultati sono arrivati dall’Under 18 che si è piazzata seconda nel girone di campionato e ha vissuto la bella esperienza del recente “Trofeo dei vini” a Rovato, inoltre sin d’ora registriamo un numero di tesserati in forte aumento rispetto al passato. Come per il primo XV, anche con questo gruppo cercheremo di toglierci soddisfazioni ancora maggiori nella prossima stagione. Da non dimenticare i concentramenti di mini rugby (Under 6, U8 e U10, ndr) ai quali abbiamo partecipato anche grazie alla collaborazione con le altre società gemellate del Praeneste e del Ciampino e in particolare il nostro primo anno di settore femminile con l’Under 16 che è stata capace di arrivare alle finali nazionali e la prima squadra che si è piazzata terza in Coppa Italia in un girone che ha compreso anche la Capitolina, poi vincitrice della manifestazione a livello nazionale». Molte sono le cose che bollono in pentola in vista dell’anno prossimo. «Sicuramente avremo un nuovo gruppo femminile Under 12, segno che crediamo molto al rugby “in rosa” – rimarca Pillinini - Poi tenteremo di allestire anche una formazione Under 14 maschile per un progetto che è in costante crescita». Ufficializzato anche l’organigramma per la nuova stagione: il presidente rimarrà Pillinini così come invariata la figura del dg che sarà ricoperta da Spagnoli, mentre il consiglio direttivo sarà composto da Canestri, Centioni, Di Domenico, Gori, Pillinini, Siclari, Spagnoli, Tanfani e Toccacieli. Per ciò che concerne lo staff tecnico, nel primo XV maschile gli allenatori saranno Caffaratti e Corona, preparatore atletico Coccia (che lavorerà anche su secondo XV e Under 18), dirigenti Belleggia, Canestri, Di Domenico, Grossi e Neri, video analista Toccacieli. Nel secondo XV allenatori Cordella e Soli, dirigenti Di Censo, Di Domenico, Roncaglia e Siclari, nell’Under 18 allenatore Girini, dirigenti Canestri, Grossi e Omiccioli. Nel femminile la Senior sarà affidata a Mariotti, l’Under 16 e l’U12 alla Tonna mentre il dirigente di tutti i gruppi rosa sarà Scisciani. Responsabili mini rugby e progetti scuole Ascantini, Girini e Paoletti, mentre i tecnici saranno Belleggia, Bocci, Cecchetto, Chioccioni, Ficoroni, Grossi, Canestri, Toccacieli, Velluti e Ponzo. Responsabile staff medico sarà il dottor Pilati, medico di campo la dottoressa Yameraj, specialista dell’alimentazione dottor Mazzucchelli, fisioterapisti Carpisassi, Rettagliati e Sansovini con la Fisiomed come struttura per le terapie. Infine Caffaratti e Gori cureranno l’area marketing e sponsor, Pompili e Toccacieli l’ufficio stampa, lo stesso Caffaratti e Di Domenico l’organizzazione eventi e Brui, Ficoroni, Pasquini, Spalletta e Sorci saranno i responsabili del terzo tempo.

Roberto Mastrosanti primo cittadino di Frascati

La società Rugby Frascati Union saluta ed augura buon lavoro al nuovo sindaco Roberto Mastrosanti. Rinnova al nuovo primo cittadino le ragioni delle proprie battaglie sulla equa ripartizione degli spazi sportivi con rispetto e dignità tra tutte le società. Con la speranza che a Frascati sia ripristinato il corretto rapporto tra cittadini e amministratori nella gestione dei beni comuni e che gli abitanti si sentano cittadini e non sudditi dinanzi ai funzionari comunali di turno. 
Nel contempo saluta Lello Pagnozzi, socio fondatore della Fondazione Rugby Frascati per la sua tenace e forte battaglia degna di un rugbista nato e che lo ha portato a raccogliere, crediamo essenzialmente per suo merito, tantissimi consensi nella città di Frascati. Gli chiediamo di essere un attento amministratore che vigili sulla corretta gestione dei campi e che comunque metta a disposizione della città la sua grande e incontestabile conoscenza nel mondo dello sport.

Nuovo accordo di collaborazione con la Asd Arnold

Frascati (Rm) – Il Rugby Frascati Union 1949 allarga la propria famiglia sportiva. La società tuscolana, dopo i “gemellaggi” con Praeneste, Ciampino e Romanina, ha definito un accordo di collaborazione anche con la società capitolina dell’Asd Arnold, club in costante crescita che solo nel settore mini rugby ha superato la quota di 200 iscritti grazie ad un certosino lavoro fatto nel tempo. Nella serata di ieri il responsabile del club capitolino Alessandro Ghidetti assieme al dirigente Santolini hanno definito l’intesa coi vertici dirigenziali del Rugby Frascati Union 1949. «Siamo molto contenti di aver stretto questo accordo anche perché l’Arnold nel tempo è divenuta una realtà importante nella zona di Porta Furba a Roma – spiega il direttore generale del sodalizio tuscolano Antonio Spagnoli, presente all’appuntamento assieme al presidente Diego Pillinini e al tecnico dell’Under 18 Claudio Girini – La collaborazione riguarderà in particolar modo la categoria Under 18, ma potrebbe essere allargata anche alla Under 14. L’Arnold manderà a Frascati i suoi elementi migliori in modo tale da poter formare due gruppi ancor più competitivi nella prossima stagione agonistica. Problemi logistici non ce ne saranno perché con la metro le due realtà sono collegabili in tempi rapidi». L’intesa è stata favorita anche dall’antico rapporto che lega lo stesso Spagnoli al responsabile dell’Arnold Ghidetti. «Abbiamo giocato assieme a Bergamo nel mio ultimo anno di serie A – racconta Spagnoli – Lui era molto giovane, ma da quel momento siamo sempre rimasti in contatto. Al di là della nostra amicizia, comunque, l’Asd Arnold e il Rugby Frascati Union 1949 hanno creduto fortemente in questa collaborazione e sperano possa dare i suoi frutti. La nostra società continua a perseguire l’obiettivo di essere “faro” per altre realtà del territorio, d’altronde la piazza di Frascati è estremamente considerata nel mondo del rugby». A proposito di società “gemellate”, il Rugby Frascati Union 1949 sottolinea con piacere la consistente crescita del movimento nato da poco alla Romanina dove si contano già oltre 35 ragazzi nel settore mini rugby.

Under 16 femminile al 15° posto nelle finali nazionali.

Frascati (Rm) – L’Under 16 femminile del Rugby Frascati Union 1949 è tornata a casa con un 15° posto alle finali nazionali di categoria tenutesi nello scorso fine settimana a Calvisano. Le ragazze allenate da Maria Cristina Tonna e Alessandro Molinari e seguite dal dirigente Daniele Mariotti hanno provato a controbattere alle fortissime formazioni avversarie incontrate nei due giorni di gara, ma alla fine si sono dovute accontentare della 15° posizione. «E’ stata comunque una bellissima esperienza – dice la Tonna – Le ragazze hanno potuto misurarsi con squadre fortissime del nord Italia, dove la tradizione del rugby femminile è maggiore. Nel corso dell’anno queste formazioni hanno la possibilità di giocare più concentramenti e di farlo con avversari sempre diversi e di vario livello, mentre nel centro e nel sud Italia c’è ancora poca apertura nei confronti del rugby rosa. Speriamo che nel prossimo futuro aumentino le società “illuminate” come il Rugby Frascati Union 1949 che ha voluto investire con grande convinzione in un settore rosa: noi siamo al primo anno di lavoro in questo club e sicuramente non immaginavamo di poter essere presenti alle finali scudetto con la nostra Under 16. Questo è il segnale di un lavoro fatto comunque con impegno e abnegazione da parte di tutti e anche il numero di ben 14 ragazze presenti alle finali nazionali (nell’Under 16 si gioca a 7, ndr) è significativo di un senso di appartenenza che cresce a vista d’occhio». Per quanto riguarda il campo, le ragazze tuscolane hanno giocato tre gare nella giornata di sabato: l’esordio con il Badia (poi laureatosi vice campione d’Italia alle spalle del Villorba tricolore) ha fatto subito capire alle frascatane quanto sarebbe stata dura la competizione, poi nella giornata di domenica altre tre gare fino all’ultima vinta con le piemontesi della Valle Dora e valsa il raggiungimento del 15esimo posto. «Aver giocato tante partite in poche ore e con temperature decisamente alte è stato un motivo di crescita in più per le nostre ragazze. Siamo orgogliosi di loro, non potevamo chiedere di più - sottolinea la Tonna – Infine siamo molto contenti della trasferta e dello spirito con cui è stata affrontata, tra l’altro in compagnia dei ragazzi dell’Under 18 maschile impegnati nel trofeo “Terre dei Vini” nella vicina Rovato: al di là del tifo con cui le due squadre si sono sostenute a vicenda, è stata un’occasione importante per rinforzare quel senso di comunità ed appartenenza che è fondamento di ogni club sportivo. Un ulteriore segnale che la strada intrapresa è quella giusta». 
Chiusa la settima di “respiro nazionale”, la famiglia allargata del Rugby Frascati Union 1949 si concentrerà su un altro significativo appuntamento: il prossimo venerdì 9 giugno alle ore 20,30, presso il centro sportivo della società “gemellata” della Romanina Rugby in via Giuseppe Gregoraci 104, si terrà la grande cena di fine anno che vedrà anche la presenza di altre società gemellate come Ciampino e Praeneste e di rappresentanti di società amiche provenienti da tutta la regione.

Fine settimana di "respiro nazionale"

 

Sarà un fine settimana dal “respiro nazionale” quello che vivrà il Rugby Frascati Union 1949. Due selezioni giovani della società tuscolana presieduta da Diego Pillinini, l’Under 18 maschile e l’Under 16 femminile, saranno protagoniste nella provincia di Brescia sotto gli occhi dei massimi vertici istituzionali : i ragazzi parteciperanno al prestigioso trofeo “Terre dei Vini” organizzato dal Rovato, sodalizio che da dodici anni milita con la sua Under 18 nella categoria Elite. Le ragazze scenderanno in campo a trenta chilometri circa di distanza in quel di Calvisano dove sarà assegnato lo scudetto di categoria. «Sarà una splendida esperienza che non vediamo l’ora di vivere – spiega il direttore generale Antonio Spagnoli – La nostra comitiva, che avrà al seguito tanti genitori e semplici appassionati, partirà venerdì da Frascati. L’Under 18 maschile parteciperà ad un torneo molto prestigioso e ben organizzato tanto che è annunciata la presenza del presidente federale Gavazzi. Il nostro gruppo scenderà immediatamente in campo appena arrivata a Rovato e affronterà una selezione di Rovato e della Franciacorta: un test molto duro, ma siamo sicuri che i ragazzi di coach Claudio Girini e di tutto lo staff combatteranno a testa alta. Altrettanto importante l’appuntamento dell’Under 16 femminile che sabato dalle 14,30 a Calvisano farà un concentramento di qualificazione alle finali scudetto che si terranno il giorno successivo. Le ragazze di coach Maria Cristina Tonna, Alessandro Molinari e Daniele Mariotti, che giocheranno a 7, potranno scendere in campo al Peroni stadium, dove tra l’altro si è disputata la finale scudetto maschile e dove sabato sera si assegnerà il titolo italiano assoluto di rugby a 15 femminile. Siamo davvero orgogliosi delle nostre selezioni giovanili e questo finale di stagione è un grande stimolo per tutti noi a fare meglio».
Chiusa la settima di “respiro nazionale”, la famiglia allargata del Rugby Frascati Union 1949 si concentrerà su un altro significativo appuntamento: il prossimo 9 giugno alle ore 20,30, presso il centro sportivo della società “gemellata” della Romanina Rugby in via Giuseppe Gregoraci 104, si terrà la grande cena di fine anno che vedrà anche la presenza di altre società gemellate come Ciampino e Praeneste e di rappresentanti di società amiche provenienti da tutta la regione. 

9° Torneo "Minirugby Città di Perugia" e le Ragazze alle finali

Frascati (Rm) – Non solo le prime squadre. L’attività del Rugby Frascati Union 1949 è cresciuta molto in questa stagione e la conferma arriva dal settore minirugby. Tre selezioni tuscolane, supportate dalla società “gemella” del Praeneste (che fa parte del progetto della Fondazione esattamente come Ciampino e Romanina) e da quella amica del Formello, hanno partecipato ad un bellissimo torneo organizzato a Perugia domenica scorsa. «Una giornata speciale – racconta il dirigente Stefano Toccacieli che ha seguito i piccoli rugbysti tuscolani nel capoluogo umbro – I nostri giovani atleti si sono divertiti tanto e hanno potuto giocare all’interno di una “cittadella dello sport” davvero spettacolare e che tra l’altro è adiacente allo stadio di calcio del Perugia. Abbiamo partecipato con un gruppo Under 6, uno Under 8 e uno Under 10 e le cose sono andate discretamente anche dal punto di vista tecnico con il miglior risultato che è stato ottenuto dall’Under 8, ottava su sedici squadre partecipanti. Ma al di là dell’aspetto sportivo, è stata una splendida esperienza per tutti i nostri piccoli atleti e per i loro genitori: la strada tracciata è sicuramente quella giusta». Lo stesso Toccacieli ha poi incrociato e scambiato una chiacchierata con il Presidente del comitato regionale del Lazio Luisi, presente all’appuntamento. 
Ma nel week-end sono scese in campo (sul campo di casa) anche le atlete del settore femminile guidato dalla responsabile tecnica Maria Cristina Tonna affiancata da Alessandro Molinari e dal dirigente Daniele Mariotti. L’Under 16 rosa del Rugby Frascati Union 1949 ha disputato un’ultima tappa Seven perdendo di misura il match con le Belve Neroverdi L’Aquila, pareggiando con Napoli e vincendo nettamente con Campobasso. Per questo gruppo, ora, l’appuntamento da preparare è quello delle finali nazionali che si terranno a Calvisano il 3 e 4 giugno prossimi. Sempre a Frascati ha giocato anche la Seniores (anche in questo caso a 7) che ha vinto in scioltezza le due gare contro Tuscia e Ianus. Tornando al maschile, infine, va segnalata la vittoria dell’Under 18 che domenica a Cocciano ha battuto il Cus Roma per 17-5 chiudendo la classifica regionale al terzo posto (su 20 squadre): un plauso va all’allenatore Claudio Girini, al suo staff e a tutti i ragazzi. 

Bilancio di fine stagione del d.g. Spagnoli
Frascati (Rm) – E’ andata in scena ieri l’ultima partita stagionale della serie C1 del Rugby Frascati Union 1949. La squadra dei tecnici Sebastian Caffaratti e Luca Corona ha ceduto per 29-7 contro il Rieti. «La classica gara di fine stagione – commenta il direttore generale Antonio Spagnoli – Non avevamo più la possibilità matematica di agganciare il secondo posto e probabilmente è mancata un po’ di adrenalina. Ci può stare, ma l’annata del nostro primo XV rimane davvero ottima: siamo andati vicini alla promozione in serie B e una cosa del genere era impensabile all’inizio della stagione. Lavoreremo per fare il salto di qualità al più presto». Il direttore generale del Rugby Frascati Union 1949 aveva speso parole importanti sul lavoro dei ragazzi già dopo il derby (perso di misura) contro il Frascati Rugby Club della settimana precedente. «Una squadra gioca bene o male esclusivamente se la compagine avversaria lo permette. Il derby di ritorno è stato simile al primo della stagione, solo che all’andata abbiamo fatto più errori rispetto alla sfida di due domeniche fa, mostrando una mischia molto solida e sicura delle sue possibilità, dei trequarti attenti e una buona difesa. Anche l’approccio alla partita è stato perfetto, se poi consideriamo che nel finale erano in campo quattro ragazzi under 18 e sei in età under 20, questo ci fa ben pensare per il futuro grazie al lavoro degli allenatori Sebastian Caffaratti e Luca Corona e di tutto lo staff». Ma l’attività della società del presidente Diego Pillinini non si è limitata al primo XV maschile. «E’ terminato anche il campionato della C2 – dice Spagnoli - Anche qui con una grande vittoria, vale a dire quella di riuscire a mettere in campo per tutte le 20 partite tanti ragazzi alla prima esperienza e per la prossima stagione ci saranno importanti novità. L’Under 18 di Claudio Girini ancora si sta giocando le finali per il secondo posto regionale e parteciperà tra il 2 e 4 giugno al primo trofeo “Terre dei vini” in Lombardia. E’ stata sorprendente la stagione del nostro settore femminile: nella categoria under 16, il nostro gruppo ha dettato legge e parteciperà alle finali per il titolo italiano dal 2 al 4 giugno presso il centro sportivo di Calvisano. Un grazie a tutto lo staff e nello specifico a Cristina Tonna, Daniele Mariotti e Sandro Molinari. Buon lavoro per il mini rugby nonostante per motivi di spazi abbiamo dovuto iniziare a fine novembre: qui un grazie va ad Alessio Ascantini e Claudio Girini e a tutti gli allenatori che hanno seguito il lavoro con le scuole».

Equità nella gestione degli spazi? Niente di nuovo.......

Frascati (Rm) 9-5-2017 – E’ andata in scena nel tardo pomeriggio di ieri presso l’Hotel Flora la conferenza stampa indetta dalla Fondazione Rugby Frascati (di cui il Rugby Frascati Union 1949 è il “braccio sportivo”) per fare il punto sul tema sempre caldo della gestione degli impianti sportivi. A condurre l’incontro, svoltosi alla presenza della quasi totalità dei candidati sindaci alle prossime elezioni comunali, sono stati Luigino Bellusci, presidente della Fondazione Rugby Frascati, e Diego Pillinini, massimo dirigente del Rugby Frascati Union 1949. E’ stato proprio Bellusci a prendere per primo la parola. «Innanzitutto, devo fare i complimenti al Frascati Rugby Club (l’altra società tuscolana, ndr) che ha conquistato la promozione nel prossimo campionato di serie B e che sono certo terrà alto il nome della nostra cittadina. Abbiamo convocato questo incontro per fare il punto della situazione dopo la nostra ultima conferenza stampa e l’incontro con il commissario straordinario di Frascati Bruno Strati di fine marzo scorso nel corso del quale avevamo palesato l’iniquità della suddivisione degli spazi e l’esigenza di poter accedere agli atti con cui erano stati affidati. Il commissario si impegnò entro sette giorni a “riequilibrare” le cose promettendo un affidamento pro tempore per sei mesi ad una società e per altri sei all’altra, ma da allora nulla è più cambiato tranne il fatto di aver potuto prendere visione dei documenti dai quali non emerge nessuna motivazione per l’affidamento di tali spazi da parte della Sts ed è probabilmente per questo motivo che ci sono voluti due anni per consegnarceli. Comunque, questo per noi ormai è il passato: quello che chiediamo al prossimo sindaco di Frascati è quello di avere un rapporto trasparente nella gestione degli impianti sportivi garantendo un accesso equo e con pari dignità a tutte le società». Sulla stessa lunghezza d’onda anche il presidente Pillinini che ha cominciato il suo intervento parlando prima dell’aspetto sportivo del Rugby Frascati Union 1949. «Siamo molto contenti dei nostri ragazzi, in primis di quelli della serie C che hanno dato vita a uno splendido derby vinto meritatamente dal Frascati Rugby Club. Abbiamo una squadra giovane, di prospettiva e siamo sicuri che la nostra società proseguirà il proprio processo di crescita che già quest’anno l’ha vista triplicare il numero dei tesserati. Tra l’altro non è detto che il nostro primo XV non possa disputare anch’esso il prossimo campionato di serie B, vedremo cosa accadrà in estate dal punto di vista delle iscrizioni. Siamo altrettanti soddisfatti delle cose fatte dalla nostra Under 18 e dal settore femminile che saranno ancora protagonisti nelle prossime settimane. Per quanto riguarda la questione dell’impiantistica, la cosa che più mi ha amareggiato da presidente è stato il non poter far celebrare ai nostri atleti dei “terzi tempi” consoni allo spirito del nostro sport, ma ringraziamo il Comune di Frascati per aver contribuito a “forgiare” i ragazzi costringendoli a “terzi tempi” all’aperto anche in periodo invernale… A tal proposito ringrazio per la disponibilità il Frascati Rugby Club che ci ha concesso, da gennaio in avanti, di fare i “terzi tempi” all’interno della club house dello stadio di Cocciano (uno degli spazi su cui il Frascati Rugby Union 1949 ha chiesto maggiore equità al Comune, ndr). Avevamo chiesto l’utilizzo della club house anche a Vermicino per i terzi tempi delle gare della C2, ma nessuno ha risposto e così abbiamo dovuto rinunciare a uno dei momenti più alti per i valori del rugby. Infine vorrei ricordare che il Rugby Frascati Union 1949 ha presentato un anno fa un progetto di riqualificazione dell’impianto di Cocciano, senza avere costi per la collettività e per il Comune. Ma anche su questa idea non abbiamo avuto alcuna risposta».

Lettera del Presidente della Fondazione Rugby Frascati al Mamilio

 

Nel mirino la lentezza nel provvedimento di riequilibrio degli spazi

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

Da Luigino Bellusci, presidente della Fondazione Rugby Frascati riceviamo e pubblichiamo.

"Egregio direttore,

nel mese di marzo Lei è stato spettatore e comunicatore di una querelle tra la Fondazione Rugby Frascati  da una parte ed  il Commissario Strati e l’STS, nella persona del suo direttore generale, dall’altra. Dopo la nostra conferenza stampa siamo stati “convocati“ dal commissario Strati per ricondurre, a suo dire, la dialettica nelle sfere istituzionali.

Il commissario durante l’incontro del 31/3/2017 dopo aver dichiarato che l’assegnazione dei  campi era iniqua si era impegnato entro 7 giorni alla revisione degli spazi. Tra l’altro ha redarguito il dg di STS per non averlo informato (circostanza ripetuta più volte) sulla iniqua ripartizione degli spazi dei campi sportivi (a noi è sembrato strano ma solo il dg può smentirlo).

Al termine della riunione, dopo foto ricordo, aveva dichiarato che in brevissimo tempo avrebbe formulato la “delibera“. (aveva detto 7 giorni!).

Abbiamo atteso per mero rispetto istituzionale il trascorrere del tempo ma, poiché sono passati oltre 40 giorni abbiamo convocato per il giorno 9 maggio p.v. presso l’Hotel Flora alle ore 18 una nuova conferenza stampa, durante la quale dimostreremo per tabula i fatti riprovevoli della gestione degli impianti sportivi da parte della STS e, quindi del Commissario Strati. Durante l’incontro il commissario, che non sembra molto incline al contraddittorio, aveva con sincerità affermato che la sua convocazione era tesa a far revocare la nostra conferenza stampa perché, secondo il suo parere, avrebbe dequalificato il mondo rugbistico in quanto sembrava più che altro una manifestazione politica (sul punto farebbe bene a richiamare i dirigenti di STS per i comportamento non urbani con i rappresentanti dei club). Forse chiedere l’accesso agli atti o il conto della gestione commissariale è di mera competenza dei “politici“ e non dei cittadini. Questi sono gli effetti del venir meno dell’insegnamento dell’Educazione Civica nelle scuole italiane.

Orbene, a noi sembra che il maldestro tentativo di evitare le nostre iniziative era solo finalizzato a non disturbare il “manovratore” impegnato, tra l’altro, in attività che sembrano eccedere l’ordinaria amministrazione come previsto per le funzioni commissariali ovvero, al contrario dobbiamo pensare che, grazie anche ai pareri degli uffici legali di STS, sono mutate le leggi promulgate dal Parlamento italiano .

Potremmo dire che il commissario perde la faccia, non rispettando i suoi impegni, a suo dire solenni, ma non il vizio della vecchia politica convinta che i frascatani possono essere abboniti od incartati con le chiacchiere.

Cosa crede il commissario che stiamo aspettando che arrivi Godot? Vada avanti così il commissario: l’autorità giudiziaria ed i cittadini di Frascati renderanno giustizia a tali comportamenti. Qualsiasi diversa ripartizione, a stagione conclusa è del tutto ininfluente e sa solo di presa in giro.

No signor commissario le chiacchiere, come si suol dire, stanno a zero. Per noi questa è una delusione. Per i cittadini frascatani una calamità che speriamo termini a breve.

Considerando che tra pochi giorni il commissario passerà la mano per quanto attiene la città di Frascati a noi interessa conoscere oggi, prima del voto, le volontà e le iniziative sulla gestione degli impianti sportivi dei canditati sindaci, dei partiti e dei movimenti politici che, come l’altra volta abbiamo invitato (anche se qualcuno non ci ha onorato della presenza).

Il nostro è un appello a tutte le parti che si contendono il governo della città perché crediamo fermamente che i principi della corretta ed equa gestione  dei beni comuni siano valori che non hanno colore politico e che dovrebbero unire invece che dividere la città.

Ci auguriamo invece che coloro che intendono intrigare sui giovani e sul diritto allo sport siano cacciati dal convento (inteso come sts e comune) riconsegnando la città ai frascatani in modo che per il futuro lo sport non sia un motivo di divisione ma di leale competizione e rispetto tra tutti".

Comunicato Stampa

Frascati (Rm) – La stagione del Rugby Frascati Union 1949 è ancora lontana dal chiudersi. Ma al di là degli importanti appuntamenti di campo, il club tuscolano del presidente Diego Pillinini è ancora impegnato sul fronte della gestione degli impianti sportivi e per martedì prossimo ha organizzato una nuova conferenza stampa (alle ore 18 presso l’Hotel Flora) per fare il punto della situazione. «Dopo l’incontro di fine marzo – dice Pillinini – non è cambiato nulla, nonostante fossimo stati convocati in Comune pochi giorni dopo (il 30 marzo, ndr) dal commissario straordinario di Frascati Bruno Strati, alla presenza del direttore generale della Sts. In quell’occasione ci fu promesso che in tempi rapidi, nel giro di dieci giorni al massimo, sarebbe stato emanato un atto che “riequilibrasse” l’utilizzo di parti fondamentali dell’impianto di Cocciano e di quello di Vermicino come la club house, ma anche il magazzino, la sala palestra, la sala riunione e anche i bagni. Invece ad oggi non è cambiato nulla, come tra l’altro ci aveva pronosticato un esponente politico ad ottobre scorso. L’unica cosa che siamo riusciti ad ottenere, grazie alla collaborazione dell’altro club di Frascati, è l’utilizzo parziale da gennaio della club house (solo dello stadio di Cocciano, ndr), luogo fondamentale nel mondo del rugby per la realizzazione del “terzo tempo”. Ormai la stagione sta per concludersi: da due anni subiamo una forte limitazione delle nostre attività a causa di una distribuzione degli spazi non equa decisa dall’allora amministrazione Spalletta, ma nonostante questo il nostro sodalizio è cresciuto in maniera prepotente e in tanti hanno sposato il nostro progetto». Di questi argomenti si parlerà nell’incontro di martedì prossimo all’Hotel Flora alla presenza dello stesso Pillini, del direttore generale Tonino Spagnoli e di Luigi Bellusci, presidente della Fondazione Rugby Frascati (di cui la Union è il “braccio sportivo”).
Intanto domenica alle ore 15,30 allo Stadio del Rugby di Cocciano si giocherà l’atteso derby contro il Frascati Rugby Club, valido come nono turno della fase promozione del campionato di serie C. (foto Belleggia)

Prestazioni da incorniciare nelle gare casalinghe per le squadre femminili del Rugby Frascati Union.

 

Due fine settimana da incorniciare quelli appena trascorsi, che hanno visto protagoniste le squadre femminili della Rugby Frascati Union, entrambe impegnate sul terreno di casa di Cocciano.

Seniores

Domenica 19 è tornata in campo la Seniores , all’esordio assoluto a Frascati, per la quinta tappa della Coppa Italia a 7. Dopo la bella e rotonda vittoria di due settimane fa ad Acilia, contro le padrone di casa dello Ianus, anche in questa occasione la Rugby Frascati Union è stata inserita nel girone meritocratico 2, dove militano le squadre di recente formazione . La scelta  rientra in una logica di sviluppo e formazione del settore femminile regionale e fino ad ora ha portato all’esordio di ben altre tre squadre laziali, oltre alla Rugby Frascati Union: Ianus, All Reds e Tuscia. Al di là dei risultati, da sottolineare la  prestazione generale in tutte e tre le gare, in cui il Frascati ha finalmente potuto esprimere il proprio gioco, con avversari dello stesso livello. A livello collettivo si è avuto un netto miglioramento, dovuto alla maggiore confidenza presa, anche grazie all’introduzione della squadra nel girone meritocratico, all’avanzare dello stato degli allenamenti e alla grande costanza da parte delle ragazze dimostrata finora. Buona la pressione in difesa e l’attitudine al placcaggio, con un buon ripiazzamento dopo la prima fase. Scatenate in attacco,  le giallorosse hanno segnato 23 mete, subendone 1 sola ,